19 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  •    - Mongolia
  •    - Russia
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 23/02/2017, 12.13

    VATICANO

    Papa: non dare scandalo con una doppia vita, ma convertiti presto



    “A tutti noi, a ognuno di noi, farà bene, oggi, pensare se c’è qualcosa di doppia vita in noi, di apparire giusti, di sembrare buoni credenti, buoni cattolici ma da sotto fare un’altra cosa; se c’è qualcosa di doppia vita, se c’è un’eccessiva fiducia: ‘Ma, sì, il Signore mi perdonerà poi tutto, ma io continuo …’. Se c’è qualcosa di dire: ‘Sì, questo non va bene, mi convertirò, ma oggi no: domani’. Pensiamo a questo. E approfittiamo della Parola del Signore e pensiamo che il Signore in questo è molto duro. Lo scandalo distrugge”.

    Città del Vaticano (AsiaNews) – Non dare scandalo con una doppia vita, all’apparenza cristiana, ma nella realtà lontana dall’insegnamento di Gesù e bisognosa di conversione. L’ha detto papa Francesco nell’omelia della messa celebrata stamattina a Casa santa Marta, prendendo spunto dal passo del Vangelo (Marco 9,41-50) nel quale Gesù dice: “Chi scandalizza uno di questi piccoli che credono, è meglio per lui che gli si metta una macina da asino al collo e venga gettato nel mare. Se la tua mano ti scandalizza, tagliala…”.

     “Tagliati la mano”, “togliti l’occhio”, ma “non scandalizzare i piccoli” cioè i giusti, “quelli che si fidano del Signore, che semplicemente credono nel Signore”. “Ma cosa è lo scandalo? Lo scandalo è dire una cosa e farne un’altra; è la doppia vita, la doppia vita. La doppia vita in tutto: io sono molto cattolico, io vado sempre a Messa, appartengo a questa associazione e a un’altra; ma la mia vita non è cristiana, non pago il giusto ai miei dipendenti, sfrutto la gente, sono sporco negli affari, faccio riciclaggio del denaro … doppia vita. E tanti cattolici sono così, E questi scandalizzano. Quante volte abbiamo sentito – tutti noi, nel quartiere e in altre parti – ‘ma per essere cattolico come quello, meglio essere ateo’. E’ quello, lo scandalo. Ti distrugge. Ti butta giù. E questo succede tutti i giorni, basta vedere il telegiornale o guardare i giornali. Sui giornali ci sono tanti scandali, e anche c’è la grande pubblicità degli scandali. E con gli scandali si distrugge”.

    E il Papa ha fatto l’esempio di una ditta importante che era sull’orlo del fallimento. Le autorità volevano evitare uno sciopero giusto, ma che non avrebbe fatto bene e volevano parlare con i vertici della ditta. La gente poi non aveva i soldi per i bisogni quotidiani perché non riceveva lo stipendio. E il responsabile, un cattolico, stava facendo le vacanze d’inverno su una spiaggia in Medio Oriente e la gente lo ha saputo anche se non è uscito sui giornali. “Questi sono gli scandali”.

    “Gesù dice, nel Vangelo, su questi che fanno lo scandalo, senza dire la parola scandalo, ma si capisce: ‘Ma tu arriverai in Cielo e busserai alla porta e: ‘Sono io, Signore!’ – ‘Ma sì, non ti ricordi? Io andavo in chiesa, ti ero vicino, appartenevo a tale associazione, faccio questo … non ti ricordi di tutte le offerte che ho fatto?’ – ‘Sì, ricordo. Le offerte, quelle le ricordo: tutte sporche. Tutte rubate ai poveri. Non ti conosco’. Quella sarà la risposta di Gesù a questi scandalosi che fanno la doppia vita”.

    “La doppia vita viene dal seguire le passioni del cuore, i peccati capitali che sono le ferite del peccato originale”, ha ammonito il Papa. Proprio la prima Lettura esorta infatti a non assecondarle e a non confidare nelle ricchezze,  non dire: “basto a me stesso”. E Francesco invita dunque a non rimandare la conversione. “A tutti noi, a ognuno di noi, farà bene, oggi, pensare se c’è qualcosa di doppia vita in noi, di apparire giusti, di sembrare buoni credenti, buoni cattolici ma da sotto fare un’altra cosa; se c’è qualcosa di doppia vita, se c’è un’eccessiva fiducia: ‘Ma, sì, il Signore mi perdonerà poi tutto, ma io continuo …’. Se c’è qualcosa di dire: ‘Sì, questo non va bene, mi convertirò, ma oggi no: domani’. Pensiamo a questo. E approfittiamo della Parola del Signore e pensiamo che il Signore in questo è molto duro. Lo scandalo distrugge”.

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    09/01/2018 12:32:00 VATICANO
    Papa: l’incoerenza di vita di un pastore è ‘una ferita nella Chiesa’

    Quello che dà autorità a un pastore è la vicinanza: vicinanza a Dio nella preghiera e vicinanza alla gente. “L’autorità: l’autorità, dono di Dio. Solo viene da Lui. E Gesù la dà ai suoi. Autorità nel parlare, che viene dalla vicinanza con Dio e con la gente, sempre tutti e due insieme”.



    11/11/2013 VATICANO
    Papa: chi è benefattore della Chiesa, ma ruba allo Stato, ai poveri, è "un corrotto", una "putredine verniciata"
    Gesù "non si stanca di perdonare" i peccatori, ma dice anche "guai a colui a causa del quale vengono gli scandali". Il peccatore "vorrebbe non peccare, ma è debole" e "va dal Signore" e chiede perdono", il corrotto "non si pente. Continua a peccare, ma fa finta di essere cristiano: la doppia vita". ". Gesù, a questi corrotti, diceva: 'La bellezza di essere sepolcri imbiancati'".

    28/11/2015 VATICANO - UGANDA
    Papa in Uganda: giovani trasformate l’odio in amore, la guerra in pace
    Festoso incontro di Francesco con i giovani. Davanti a una esperienza negativa, ha ripreso, “c’è sempre la possibilità di aprire un orizzonte, di aprirlo con la forza di Gesù”. In una casa di carità: – “In quanto cristiani, non possiamo semplicemente stare a guardare” quanti sono “vittime dell’odierna cultura dell’“usa e getta’”. I sacerdoti siano fedeli alla tradizione dei “testimoni” i martiri dell’Uganda.

    10/11/2014 VATICANO
    Papa: Senza la fede non si può vivere perdonando sempre e senza dare quello scandalo che "distrugge"
    Scandalo "è dire e professare uno stile di vita - 'sono cristiano' - e poi vivere da pagano, che non crede in nulla". Questo dà scandalo "perché manca la testimonianza", mentre "la fede confessata è vita vissuta". "Dobbiamo perdonare, perché perdonati. E questo è nel Padre Nostro".

    27/02/2014 VATICANO
    Papa: l'incoerenza del cristiano tra vita e fede dà scandalo, e lo scandalo "fa tanto male", "uccide"
    "Se tu ti trovi davanti - figuriamoci! - davanti un ateo e ti dice che non crede in Dio, tu puoi leggergli tutta una biblioteca, dove si dice che Dio esiste e anche provare che Dio esiste, e lui non avrà fede. Ma se davanti a questo ateo tu dai testimonianza di coerenza di vita cristiana, qualcosa incomincerà a lavorare nel suo cuore".



    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Le lacrime dei vescovi cinesi. Un ritratto di mons. Zhuang, vescovo di Shantou

    Padre Pietro

    Un sacerdote della Chiesa ufficiale, ricorda il vescovo 88enne che il Vaticano vuole sostituire con un vescovo illecito, gradito al regime. Mons. Zhuang Jianjian è diventato vescovo sotterraneo per volere del Vaticano nel 2006. Il card. Zen e mons. Zhuang, immagine della Chiesa fedele, “che fa provare un’immensa tristezza e un senso di impotenza”. Le speranze del card. Parolin di consolare “le sofferenze passate e presenti dei cattolici cinesi”.


    CINA-VATICANO-HONG KONG
    Il card. Zen sui vescovi di Shantou e Mindong

    Card. Joseph Zen

    Il vescovo emerito di Hong Kong conferma le informazioni pubblicate nei giorni scorsi da AsiaNews e rivela particolari del suo colloquio con papa Francesco su questi argomenti: “Non creare un altro caso Mindszenty”, il primate d’Ungheria che il Vaticano obbligò a lasciare il Paese, nominando un successore a Budapest, a piacimento del governo comunista del tempo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®