24 Febbraio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 16/05/2015, 00.00

    VATICANO – PALESTINA

    Papa: riceve Mahmoud Abbas, “lei sia un angelo della pace”



    “Grande soddisfazione” per l’accordo raggiunto tra Vaticano e Palestina e “auspicio” che possano riprendere i negoziati tra palestinesi e israeliani hanno segnato l’udienza data questa mattina da Francesco al presidente dello “Stato di Palestina”.

    Città del Vaticano (AsiaNews) – “Grande soddisfazione” per l’accordo raggiunto tra Vaticano e Palestina e “auspicio” che "decisioni coraggiose" possano far riprendere i negoziati tra palestinesi e israeliani hanno segnato l’udienza data questa mattina dal Papa al presidente palestinese Mahmoud Abbas.

    L’incontro tra Francesco e Abbas, che una nota vaticano definisce “Presidente dello Stato di Palestina”, ribadendo il principio affermato nell’annuncio della conclusione dell’accordo, è stato definito dai giornalisti presenti “caloroso”. “La vedo ringiovanita”, ha detto arrivando il presidente palestinese. E al momento dello scambio dei doni, nell’offrire ad Abbas la medaglia del pontificato con impressa la figura dell’angelo della pace che, ha detto il Papa, “distrugge lo spirito cattivo della guerra”, “pensavo a lei – ha aggiunto – perché sia un angelo della pace”. Da parte sua il presidente ha portato a Francesco ha regalato al Papa una cassetta di madreperla con reliquie delle due suore palestinesi, Marie Alphonsine Danil Ghattas e Mariam Baouardy, che saranno canonizzate domani. Cerimonia alla qule Abbas sarà presente.

    Sul precedente colloquio privato e i successivi incontro di Abbas con il card. Pietro Parolin, Segretario di Stato, accompagnato da mons. Paul Gallagher, Segretario per i Rapporti con gli Stati, un comunicato vaticano dice che “Nel corso dei cordiali colloqui è stata manifestata grande soddisfazione per l’intesa raggiunta sul testo di un Accordo comprensivo tra le Parti circa alcuni aspetti essenziali della vita e dell’attività della Chiesa cattolica in Palestina, che sarà firmato in un futuro prossimo”.

    “Successivamente, si è parlato del processo di pace con Israele, esprimendo l’auspicio che si possano riprendere i negoziati diretti tra le Parti per trovare una soluzione giusta e duratura al conflitto. A tale scopo si è ribadito l’augurio che, con il sostegno della Comunità internazionale, Israeliani e Palestinesi prendano con determinazione decisioni coraggiose a favore della pace. Infine, con riferimento ai conflitti che affliggono il Medio Oriente, nel riaffermare l’importanza di combattere il terrorismo, è stata sottolineata la necessità del dialogo interreligioso”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    08/10/2009 VATICANO-PALESTINA
    Papa: riceve Abbas, riconoscere e rispettare i diritti di tutti
    Auspicio doi una pace “giusta e duratura” tra palestinesi e israeliani. Si è parlato anche della situazione dei cattolici in Palestina, e più in generale nella regione, e del loro contributo alla vita sociale e alla convivenza pacifica tra i popoli.

    17/10/2013 VATICANO - PALESTINA
    Papa: "cordiale colloquio" con Mahmoud Abbas, pace per il Medio Oriente
    Auspici per il progredire dei colloqui tra israeliani e palestinesi e "grave preoccupazione" per la Siria. Soddisfazione per i rapporti bilaterali. Il "contributo significativo" dei cristiani per la società della regione.

    09/06/2014 ISRAELE - PALESTINA
    Politici e impiegati dell'esercito resistono alla "vendetta" di Netanyahu contro il governo palestinese
    Gli impiegati si rifiutano di attuare sanzioni sulla popolazione palestinese per quanto riguarda acqua, elettricità, trasporti, salute, industria, ambiente, ecc.. Yair Lapid vuole riaprire i dialoghi israelo-palestinesi , anche evacuando alcuni insediamenti. Per Tzipi Livni le colonie nei territori occupati vanno congelate. Minacce di far cadere il governo Netanyahu.

    25/05/2014 VATICANO - PALESTINA
    Papa: in Palestina, israeliani e palestinesi trovino "il coraggio della pace" per creare "due Stati"
    Incontrando il presidente Abbas, Francesco afferma che la pace richiede rispetto dei diritti umani, compresa la libertà religiosa, disponibilità di ognuna delle parti a rinunciare a "qualche cosa" e che "si evitino da parte di tutti iniziative e atti che contraddicono alla dichiarata volontà di giungere ad un vero accordo".

    03/04/2009 ISRAELE - PALESTINA
    Possibili vendette dopo l’uccisione del ragazzo israeliano a Bat Ayin
    Il ragazzo ucciso e il bambino ferito sono vittime forse delle “colpe” dei padri, membri di una colonia nei Territori occupati. Netanyahu e Liebermann fermano il processo di pace; Hamas e Fatah bloccano i dialoghi di riconciliazione.



    In evidenza

    LIBANO
    Trump, Marine Le Pen e il Medio oriente: il Libano contro muri e divisioni

    Fady Noun

    L’inizio della presidenza Trump ha segnato la “babelizzazione” della società americana. Ciascun Paese riversa il suo odio contro un nemico esterno. La crisi globale attuale ha radici religiose. Al cuore del caos vi è la minaccia jihadista. Laterza guerra mondiale non si vince con i droni, ma usando moderazione e promuovendo l’incontro e il confronto. 

     


    EGITTO – ISLAM
    Al Azhar sotto l’influenza dell’islamismo di Daesh

    Kamel Abderrahmani

    Le istituzioni religiose ufficiali e le università cosiddette islamiche sono la causa dell’immobilità del mondo musulmano. I programmi insegnati ad Al Azhar e la letteratura usata sono gli stessi che sono applicati sul terreno da tutti i terroristi armati. Nessun paragone possibile fra Al Azhar e il Vaticano. Il Vaticano ha ospitato musulmani irakeni e siriani che fuggivano la guerra. Al Azhar non ha fatto nulla per cristiani e Yazidi. La persecuzione verso Mohamed Nasr Abdellah, desideroso di modernizzare l’islam. Il commento di uno studente musulmano.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®