17 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 19/11/2013, 00.00

    VATICANO

    Papa: un popolo che non rispetta i nonni, non ha futuro, perché non ha memoria



    "Preghiamo per i nostri nonni, le nostre nonne, che tante volte hanno avuto un ruolo eroico nella trasmissione della fede in tempo di persecuzione. Quando papà e mamma non c'erano a casa e anche avevano idee strane, che la politica di quel tempo insegnava, sono state le nonne quelle che hanno trasmesso la fede".

    Città del Vaticano (AsiaNews) - In un tempo nel quale "gli anziani non contano", "si scartano", "un popolo che non rispetta i nonni, non ha futuro, perché non ha memoria", dimentica che "tante volte hanno avuto un ruolo eroico nella trasmissione della fede in tempo di persecuzione". È l'insegnamento che papa Francesco ha tratto dalla vicenda biblica dell'anziano Eleàzaro, che scelse il martirio per coerenza con la sua fede, commentata nell'omelia della messa celebrata a Casa santa Marta.

    Eleàzaro, del quale parla il Libro dei Maccabei, nelle parole del Papa, "di fronte alla scelta fra l'apostasia e la fedeltà non dubita", rifiutando "quell'atteggiamento del fingere, del fingere pietà, del fingere religiosità...". Anzi, invece di badare a sé "pensa ai giovani", a quello che il suo atto di coraggio potrà lasciare loro in ricordo".

    Francesco ha evidenziato, come riferisce la Radio Vaticana, "la coerenza di quest'uomo, la coerenza della sua fede, ma anche la responsabilità di lasciare un'eredità nobile, un'eredità vera. Noi viviamo in un tempo nel quale gli anziani non contano. E' brutto dirlo, ma si scartano, eh? Perché danno fastidio. Gli anziani sono quelli che ci portano la storia, che ci portano la dottrina, che ci portano la fede e ce la danno in eredità. Sono quelli che, come il buon vino invecchiato, hanno questa forza dentro per darci un'eredità nobile".

    In proposito il Papa ha ricordato una storiella ascoltata da piccolo. Protagonista è una famiglia - "papà, mamma, tanti bambini" - e il nonno, che quando a tavola mangiava la zuppa "si sporcava la faccia". Infastidito, il papà compra un tavolino a parte dove isolare il genitore. Quello stesso papà un giorno torna a casa e vede uno dei figli giocare con il legno. "Cosa fai?", gli chiede. "Un tavolino", risponde il bimbo. "E perché?". "Per te, papà, per quando tu diventi vecchio come il nonno":

    "Questa storia mi ha fatto tanto bene, tutta la vita. I nonni sono un tesoro. La Lettera agli ebrei, il capitolo duodecimo ci dice: 'Ricordatevi dei vostri capi, che vi hanno predicato, quelli che vi hanno predicato la Parola di Dio. E considerando il loro esito, imitatene la fede'. La memoria dei nostri antenati ci porta all'imitazione della fede. Davvero la vecchiaia tante volte è un po' brutta, eh? Per le malattie che porta e tutto questo, ma la sapienza che hanno i nostri nonni è l'eredità che noi dobbiamo ricevere. Un popolo che non custodisce i nonni, un popolo che non rispetta i nonni, non ha futuro, perché non ha memoria, ha perso la memoria".

    "Ci farà bene pensare a tanti anziani e anziane, tanti che sono nelle case di riposo, e anche tanti - è brutta la parola, ma diciamola - abbandonati dai loro. Sono il tesoro della nostra società":

    "Preghiamo per i nostri nonni, le nostre nonne, che tante volte hanno avuto un ruolo eroico nella trasmissione della fede in tempo di persecuzione. Quando papà e mamma non c'erano a casa e anche avevano idee strane, che la politica di quel tempo insegnava, sono state le nonne quelle che hanno trasmesso la fede. Quarto comandamento: è l'unico che promette qualcosa in cambio. E' il comandamento della pietà. Essere pietoso con i nostri antenati. Chiediamo oggi la grazia ai vecchi Santi - Simeone, Anna, Policarpo e Eleazaro - a tanti vecchi Santi: chiediamo la grazia di custodire, ascoltare e venerare i nostri antenati, i nostri nonni".

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    07/01/2018 10:32:00 VATICANO
    Papa ai battesimi: La trasmissione della fede si può fare solo nel dialetto della famiglia

    Alla messa nella festa del Battesimo del Signore, papa Francesco battezza 34 bambini nella Cappella Sistina.  “Il dialetto” è la “lingua dell’amore”. “Poi verranno i catechisti a sviluppare questa trasmissione della fede con idee e spiegazioni”. “Il dialetto dei bambini” è “una lingua che piace tanto a Gesù”.



    16/06/2016 19:29:00 VATICANO
    Papa: la pastorale sappia “accogliere, accompagnare, discernere e integrare” la famiglia

    Francesco ha aperto il convegno ecclesiale della diocesi di Roma, dedicato alla Amoris laetitia. Non ideologizzare, ma “riflettere sulla vita delle nostre famiglie, così come sono e così come si trovano”; evitare atteggiamenti “separatisti”, dare spazio agli anziani.



    15/10/2016 12:48:00 VATICANO
    Papa ai nonni: Nella società non manchino il vostro sorriso e la bella luminosità dei vostri occhi

    Papa Francesco ha incontrato i membri dell’Associazione Nazionale Lavoratori Anziani e la Federazione Senior Italia FederAnziani, nel contesto della Festa dei Nonni. “Maturità e saggezza, accumulate negli anni” sono necessari alla Chiesa e alla società. Contro la “cultura dello scarto”, occorre non emarginare gli anziani “ritenendoli improduttivi”. “Nei Paesi che hanno subito una grave persecuzione religiosa, sono stati i nonni a trasmettere la fede alle nuove generazioni”. Pregare “la nonna di Gesù, che è sant’Anna” per essere “buoni e saggi nonni”.



    13/03/2016 12:34:00 VATICANO
    Papa Francesco: Un Vangelo tascabile dai nonni per portare la misericordia di Dio nel cuore e nelle opere

    Copie del vangelo di san Luca sono state distribuite a tutti i presenti in modo gratuito. Imparare a memoria le opere di misericordia così “è più facile farle”. La donna adultera di fronte a Gesù: “la miseria e la misericordia, una di fronte all’altra”, come per noi quando andiamo al confessionale. “Dio non ci inchioda al nostro peccato, non ci identifica con il male che abbiamo commesso. Ci vuole liberare” per renderci “creature nuove”.



    25/03/2017 20:10:00 ITALIA – VATICANO
    Papa: a 80mila giovani, i nonni aiutano a trovare la fede, e no al bullismo

    I genitori si sforzino di “educare con i contenuti, le idee, gli atteggiamenti nella vita e i valori”, “perdano tempo” per giocare con i loro figli, prendano l’abitudine di andare a messa con i figli e poi insieme, magari in un parco e ricordino che “gli occhietti” dei ragazzi li guardano, ricordano e soffrono se li vedono litigare.





    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®