30 Maggio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 07/04/2016, 10.24

    IRAQ

    Pasqua fra i profughi di Mosul (fotogallery)



    Amadiya (AsiaNews) - Pubblichiamo di seguito una raccolta di fotografie della Settimana Santa e della Pasqua fra i profughi di Mosul e della piana di Ninive, fuggiti nell’estate 2014 in seguito all’avanzata dello Stato islamico e oggi ospiti nei centri di accoglienza del Kurdistan irakeno. Le foto sono state inviate da p. Samir Youssef, sacerdote irakeno di Amadiya, in prima fila nell’opera di accoglienza e aiuto dei rifugiati. P. Samir è anche fra i referenti della campagna “Adotta un cristiano di Mosul” lanciata dalla nostra agenzia per rispondere all’emergenza, che continua ancora oggi, per offrire un aiuto alle famiglie  dei profughi cristiani, yazidi e sciiti.

     

     

    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    La Pasqua fra i profughi di Mosul
    La Pasqua fra i profughi di Mosul


    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    23/03/2016 10:32:00 IRAQ
    Pasqua di solidarietà: dai profughi di Mosul alle famiglie più povere

    Don Paolo Thabit Mekko, responsabile del campo “Occhi di Erbil”, racconta la Settimana Santa. Parte della comunità ha organizzato una raccolta fondi e denaro da devolvere a famiglie cristiane e musulmane più povere. Il desiderio di rivivere tradizioni e canti dei villaggi di origine, pregando di poter tornare un giorno nelle loro case. La comunità mantiene viva la speranza.



    02/04/2015 SIRIA
    Vicario di Aleppo: Nonostante la guerra, chiese gremite per la Pasqua
    Mons. Georges Abou Khazen parla di chiese gremite e presenza “commovente” dei fedeli, nonostante i venti di guerra e il pericolo islamista. Testimonianze di affetto dalla comunità musulmana, partecipe della festa. Nunzio apostolico a Damasco: cattolici e ortodossi uniti dalle violenze, “l’ecumenismo” è la risposta alla guerra e al terrore.

    06/04/2017 10:42:00 IRAQ
    Sacerdote irakeno: La messa delle Palme a Karamles, nella chiesa devastata dall’Isis

    Don Paolo racconta con “entusiasmo” e “commozione” la prima celebrazione eucaristica “da tre anni” nella chiesa di Mar Addai. La cittadina della piana di Ninive è stata a lungo nelle mani dello Stato islamico, che ha devastato il luogo di culto. Previste decine di pullman e mezzi privati da Erbil per partecipare alla funzione. In programma la diretta Facebook dell’evento.

     



    12/04/2017 10:08:00 IRAQ
    Ninive, una casa per parrocchia: dall’Iraq l’appello per una Pasqua di “ricostruzione”

    Don Paolo Thabit racconta le celebrazioni delle Palme a Karamles. Anche a Qaraqosh centinaia di fedeli hanno partecipato alla messa. La speranza è di “organizzare altri momenti di preghiera” con l’obiettivo di “mantenere viva la comunità”. Il dolore per le vittime cristiane in Egitto. Un appello alle parrocchie nel mondo: sostenete la ricostruzione di una casa nella piana.

     



    09/01/2015 IRAQ
    Rami, profugo a Erbil: "Non possiamo fuggire, il futuro dei cristiani è in Iraq"
    Originario di Karamles, all'arrivo dello Stato islamico il giovane fuggito con la famiglia. Ora è ospite di un campo profughi, dove promuove attività per i bambini. In molti, anche fra amici e conoscenti, sono emigrati all'estero; ma "le nostre radici, la nostra vita, il nostro futuro sono in Iraq".



    In evidenza

    CINA-VATICANO
    I 10 anni dalla Lettera di Benedetto XVI alla Chiesa in Cina. La debolezza di alcuni vescovi

    Fr Peter

    La Lettera esprime “l’amore del Santo Padre per la nostra Chiesa”. La “tragedia” per la Chiesa in Cina: vescovi che divengono “funzionari di Stato”, “non danno ascolto alla Lettera” e hanno paura di “dare la vita per il gregge”. Ma vi sono “vescovi e sacerdoti [che] salvaguardano la vera fede della Chiesa cattolica”. Un grazie profondo alla Chiesa universale.


    VATICANO – CINA
    Simposio AsiaNews, Savio Hon: “Va dissipato il grigio pragmatismo”



    Sorto sul principio della crescita a tutti i costi, sintetizzato da Deng Xiaoping nello slogan: “Non importa se il gatto è nero o bianco, purché catturi i topi”. Oggi non si distingue più il bianco dal nero, il vero dal falso. Così gli eroi della fede sono sfidati dai lupi travestiti da pecore


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®