07/11/2018, 08.43
USA
Invia ad un amico

Per la prima volta nella storia degli Usa, due donne musulmane entrano al Congresso

Si tratta di Ilhan Omar, di origini somale,  e Rashida Tlaib, palestinese. La prima volta anche per le amerinde: Sharice Davids e Deb Haaland. La vittoria dei democratici al parlamento determinata da donne, giovani, ispanici. I repubblicani si rafforzano al Senato.

Washington (AsiaNews) – Per la prima volta nella storia degli Stati Uniti, due donne musulmane, Ilhan Omar e Rashida Tlaib, faranno la loro entrata nel Congresso. Le due candidate democratiche hanno vinto le elezioni di mid-term rispettivamente nel distretto del Minnesota e del Michigan.

Ilhan Omar, 36 anni (foto 1), è di origine somala. Ed è fuggita dalla guerra in Somalia. Ha svolto la sua campagna puntando sulle garanzie della sanità per tutti e per la gratuità degli studi universitari. Sarà la prima donna membro del Congresso a portare il velo islamico.

Rashida Tlaib, 42 anni (foto 2), è nata a Detroit da genitori palestinesi ed è la maggiore di 14 figli. La sua campagna ha sfruttato la militanza femminista, con le manifestazioni in tutto il Paese seguite alla elezione di Donald Trump. Ieri notte, su Twitter ha commentato la sua vittoria: “Abbiamo marciato all’esterno del Campidoglio, ma ora lo faremo all’interno. Stiamo arrivando!”.

A proposito di donne, questa volta ci sono anche due donne amerinde elette al Congresso. Si tratta di Sharice Davids, 38 anni, democratica del Kansas. È un avvocato, appassionata di arti marziali e dichiaratamente omosessuale. Aveva già lavorato nell’amministrazione del presidente Barack Obama.

Deb Haaland, 57 anni, è una madre single della tribu Laguna Pueblo, che ha vinto in Arizona. In passato ha superato l’alcolismo e ha vissuto grazie ai buoni alimentari dello Stato.

Le elezioni hanno portato i democratici ad avere la maggioranza alla Camera dei rappresentanti, ma i repubblicani hanno rafforzato la loro presenza al Senato.

Secondo un’inchiesta sul voto a cura della Reuters/Ispos, la vittoria dei democratici è stata alimentata dalle donne, dai giovani e dagli ispanici. Le donne hanno dichiarato di votare per i democratici al 55%; nelle elezioni di mid-term del 2014 erano il 49%. I giovani fra i 18 e i 34 anni hanno sostenuto i democratici al 62%; nel 2014 erano il 54%. Gli ispanici per i democratici sono stati il 33%; nel 2014 erano il 18%.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Wei Jingsheng: dopo le elezioni, gli Usa saranno più duri con Pechino
03/11/2010
Il governo giapponese ignora il Senato e rientra nella “guerra al terrore”
11/01/2008
Il parlamento americano riporta alla ribalta la saga delle “donne conforto”
20/06/2007
Per la prima volta la Camera Alta guidata dall’opposizione
07/08/2007
Vescovo di Mogadiscio: La missione evangelica unica risposta alla violenza di al-Shabab
25/09/2013