11/02/2014, 00.00
CINA-USA-ASIA

Per la prima volta truppe cinesi partecipano alle esercitazioni militari Asia-Usa

I Cobra Gold Drills si tengono in Thailandia, con soldati dell'Asean, del Giappone e della Sudcorea. I soldati devono uccidere dei cobra e bere il loro sangue. Fra gli osservatori vi sono pure Russia, Pakistan e Vietnam. I soldati di Pechino partecipano solo alle esercitazioni legate ad emergenze. La Cina è invitata anche alle esercitazioni marittime nell'Oceano Pacifico.

Bangkok (AsiaNews/Agenzie) - Per la prima volta, la Cina si unisce alla più vasta esercitazione militare asiatica, sostenuta dagli Stati Uniti: un piccolo segno di distensione in una regione piena di tensioni.

I soldati cinesi, 17, provengono dal comando di Guangzhou e da oggi partecipano alle esercitazioni Cobra Gold Drills che avvengono in Thailandia. Esse sono guidate dagli Stati Uniti e dalla Thailandia e vedono la presenza di 9mila soldati Usa, 4mila thai; 80 da Singspore,120 dal Giappone; 300 dalla Corea del Sud; 160 dall'Indonesia e 120 dalla Malaysia. Altre 11 nazioni, fra cui Russia, Gran Bretagna, Pakistan e Vietnam sono invitate come osservatori.

I cinesi si limiteranno a partecipare alle esercitazioni legate all'emergenza, alla distribuzione di aiuti umanitari, di aiuti medici e di ricostruzione. Più in generale i Cobra Gold Drills comprendono anche esercitazioni militari via terra, mare e cielo, oltre che scontri a fuoco. I Cobra Gold Drills, iniziati nell'82, sono famosi perchè fra l'altro ai soldati è richiesto di catturare e uccidere dei cobra nella jungla, e di bere il loro sangue (v. foto).

Il generale thai Tharnchaiyant Srisuwan ha dichiarato al Bangkok Post che "La partecipazione della Cina ... è un segno positivo che potrebbe ridurre i sospetti...sul ruolo dei soldati americani nella regione... Essa è anche un modo per migliorare le relazioni militari fra la Cina e i Paesi dell'Asean".

Da tempo Pechino  guarda alla presenza degli Stati Uniti nel mar Cinese come un tentativo di contenimento dell'espansione cinese. Allo stesso tempo, Pechino è implicata in forti tensioni con alcuni Paesi dell'Asean per la sovranità delle isole Spratly e Paracel. Con il Giappone la Cina si contende la sovranità sulle isole Senkaku/Diaoyu.

Le esercitazioni militari si concluderanno il 23 febbraio.

Per la prima volta, quest'anno la Cina parteciperà anche alle esercitazioni militari marittime nel Pacifico. Anche queste sono guidate dagli Stati Uniti.

 

 

Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Pechino: gli Usa rispettino la “integrità territoriale” della Cina
22/07/2011
Mar Cinese orientale: Gli Usa invitano le compagnie aree a rispettare le "regole di Pechino"
30/11/2013
Scintille fra Cina, Usa e Giappone sulla zona aerea di controllo delle Senkaku/Diaoyu
28/11/2013
Summit Asean, sul Mar cinese meridionale nessun accordo fra Usa e Cina
20/11/2012
Mar Cinese meridionale: Manila e Washington giocano alla guerra in chiave anti-Pechino
29/09/2014