04/06/2009, 00.00
INDIA
Invia ad un amico

Per prima volta in India una donna dalit presidente del parlamento

di CT Nilesh
Il Congress ha scelto Meira Kumar come speaker del Lok Sabha. Proviene da una famiglia di politici da sempre legata al Congress. La sua nomina rilancia il tema delle donne in parlamento e fa ben sperare sull’impegno del nuovo governo nel campo sociale.
Mumbai (AsiaNews) - Meira Kumar è il nuovo presidente del 15° parlamento indiano, Lok Sabha. È la prima volta che una donna fuori-casta occupa una posizione di responsabilità come quella di speaker della Camera bassa. Quando il suo nome è stato proposto da Sonia Gandhi, la Meira ben volentieri ha dato le dimissioni da ministro delle Risorse Idriche che aveva assunto la settimana prima. Questa scelta, si pensa, può facilitare il difficile tentativo d’introdurre in parlamento una quota riservata alla donne ed in oltre è una affermazione della volontà del partito d’impegnarsi socialmente. Nel passato è stato sempre il Congress a scegliere una donna come premier, Indira Gandhi, ed una donna come presidente, Pratibha Patel.
 
Kumar, 64 anni, proviene da una famiglia che ha sempre appoggiato il partito del Congress. Suo padre, Jagjivan Ram, è stato vice primo ministro. Lei ha vinto le elezioni in ben tre posti differenti: Bijnore in Uttar Pradesh, Karol Bagh in Delhi e Sasaram in Bihar.
 
La nuova speaker del Lok Sabha ha fatto parte del governo di P V Narasimha Rao come vice-ministro ed è arrivata a comandare un dicastero nel 2004 quando la United Progressive Alliance (UPA) ha formato il Gabinetto. Meira Kumar ha avuto anche varie responsabilità nella gerarchia del Congress come Segretario Generale.
 
La sua scelta da parte del Congress potrebbe essere un colpo mancino per il Bharatiya Janata Party (BJP) chesembra voglia mettere una donna come vice-capo dell’opposizione in parlamento ed anche per la signora Mayawati del Bahujan Samajwadi Party che sta emergendo come simbolo dei Dalit.
 
La Kumar si è laureata nel 1973  nell’Indian Foreign Service e per 12 anni è stata in servizio nella ambasciate di Madrid, di Londra ed anche nel ministero degli Esteri di New Delhi. Ha lasciato il suo posto per essere eletta al Parlamento dal seggio di Bijnor nel 1985.
 
Anche il partito di opposizione, Bjp, ha voluto conquistare un primato, proponendo come vice-presidente del parlamento un tribale, Karia Munda.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
È Ram Nath Kovind, un dalit, il 14mo presidente indiano: esultano i nazionalisti
20/07/2017 13:44
Bharat Singh, politico del Bjp: I missionari cristiani sono una minaccia per la nazione e per la democrazia
23/04/2018 08:31
Il Congress vince in tre stati su cinque. Bjp sconfitto alle elezioni
09/12/2008
Cento milioni d’indiani al voto. Un test per governo e opposizione indù
14/11/2008
India, governo e opposizione candidano dalit alla presidenza, "ma le caste restano"
23/06/2017 12:31