20 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 06/10/2017, 08.58

    COREA

    Pyongyang intenzionato a riaprire il complesso industriale di Kaesong, ma senza Seoul



    Il ministero dell’Unificazione di Seoul ha chiesto alla Nordcorea di non violare i diritti di proprietà delle ditte sudcoreane. Nel 2004 124 compagnie coreane hanno investito in impianti di produzione di abiti e utensili, facendo lavorare 54mila operai del Nord. La collaborazione fruttava oltre 500milioni di dollari all’anno a Pyongyang.

    Seoul (AsiaNews/Agenzie) - La Corea del Nord ha fatto intendere di voler riaprire e rimettere in funzione il complesso industriale intercoreano di Kaesong, fermo dal 2016.

    Nel febbraio 2016, il Sud ha chiuso il complesso in risposta ai lanci di missili del Nord e al quarto test nucleare. Il sito di propaganda Uriminzokkiri ha detto che la zona industriale è situata all’interno del territorio sotto la sovranità della Corea del Nord e altre nazioni [intendendo la Corea del Sud] non dovrebbero interferire sulla questione.

    Uriminzokkiri aggiunge che le industrie manifatturiere lì presenti verranno usate in modo ancora più attivo. Ciò significa che Pyongyang comincerà ad usare gli impianti di produzione di kaesong, che sono proprietà di ditte sudcoreane.

    Già nei giorni scorsi si era diffusa la voce che la Nordcorea stava utilizzando impianti di confezione di vestiti situati a Kaesong.

    Aperta nel 2004, l’area industriale di Kaesong ha ospitato 124 ditte sudcoreane, facendo lavorare più di 54mila operai del Nord nella produzione di abiti e utensili. Gli investimenti sudcoreani e i salari agli operai nordcoreani hanno costituito un consistente pacchetto di riserva monetaria straniera per Pyongyang: oltre 500 milioni di dollari Usa all’anno.

    Lo scorso anno, la Nordcorea ha dichiarato che avrebbe congelato tutte le proprietà dei sudcoreani nella zona industriale. Il ministero dell’Unificazione di Seoul ha detto che Pyongyang dovrebbe frenarsi dall’impossessarsi delle proprietà altrui, andando contro i diritti di proprietà delle compagnie sudcoreane.

    Secondo analisti, gli atteggiamenti sempre più bellicosi del Nord mostrano un disperato tentativo di Pyongyang di rimanere come importante interlocutore nella penisola, avendo perduto l’appoggio della Cina e subendo l’isolamento della comunità internazionale.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    03/03/2016 08:41:00 COREA – ONU
    L’Onu aggrava le sanzioni contro Pyongyang. Che risponde lanciando missili

    Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite vara il pacchetto di sanzioni “più pesante degli ultimi 20 anni”. Colpite le esportazioni, proibite le importazioni, controlli su ogni mezzo di trasporto diretto o in partenza dal regime nordcoreano. Nel mirino anche gli oggetti di lusso, desiderio dell’elite guidata da Kim Jong-un. Sparati in mare diversi missili a corto raggio, i programmi umanitari sembrano destinati a concludersi.



    05/09/2017 09:12:00 ONU-COREA
    Consiglio di sicurezza Onu sulla Corea del Nord: Guerra, sanzioni, dialogo

    Ambasciatrice Usa: Pyongyang sta supplicando per una guerra. La pazienza degli Usa “non è senza limiti”. Per Cina e Russia occorre frenare che fanno crescere la tensione. Stop alle esercitazioni militari congiunte in cambio di dialogo con il Nord. Putin al telefono con Moon Jae-in. Trump propone vendita di armi alla Corea del Sud.



    04/09/2017 09:13:00 COREA-ASIA
    Il ‘terremoto’ del test nucleare di Pyongyang. Le reazioni nel mondo

    Oggi pomeriggio riunione di emergenza del Consiglio di sicurezza dell'Onu. La bomba ad idrogeno fatta scoppiare ieri è quasi 10 volte più forte delle precedenti. Per la Corea del Nord è un “perfetto successo”. Seoul e Tokyo chiedono un incremento al massimo delle sanzioni per portare Kim Jong-un al tavolo delle trattative. Esercitazioni militari con missili nel sud. Minacce di operazioni militari da parte degli Usa. Per alcuni analisti, l’obbiettivo dei test è provocare l’imbarazzo della Cina.



    07/09/2017 08:57:00 CINA-USA-COREA
    Xi Jinping e Trump condannano insieme il test nucleare di Pyongyang

    Il test nucleare è “un’azione provocatoria e destabilizzante”, “pericolosa per il mondo” e che non fa gli interessi di Pyongyang. Ambasciatore del Nord all’Onu: Il test è “un pacco-regalo agli Usa”. Istallate altre quattro rampe del sistema antimissilistico Thaad, inviso a Pechino e Mosca.



    20/09/2017 09:01:00 USA-COREA-ONU
    Trump minaccia la ‘distruzione totale’ della Corea del Nord. Il silenzio di Seoul e Tokyo

    Critiche in modo velato alla Cina, sostenitrice di Pyongyang. L’ironia dei giornali cinesi. Un attacco alla Corea del Nord colpirebbe il Sud, il Giappone, la regione dell’Asia del Nord.





    In evidenza

    MYANMAR
    Non solo Rohingya: la persecuzione delle minoranze cristiane in Myanmar



    La sofferenza di Kachin, Chin e Naga. La discriminazione su basi religiose è in certi casi addirittura istituzionalizzata. I cristiani sono visti come espressione di una fede straniera ed in contrasto con la visione nazionalista. Per anni il regime militare ha introdotto feroci misure discriminatorie.


    VATICANO - ASIA
    Il mondo ha urgenza della missione della Chiesa

    Bernardo Cervellera

    Ottobre è un mese consacrato al risveglio della missione fra i cristiani. Nel mondo c’è indifferenza o inimicizia verso Dio e la Chiesa. Le religioni sono considerate la fonte di tutte le guerre. Il cristianesimo è l’incontro con una Persona, che cambia la vita del fedele e lo mette al servizio delle ferite del mondo, lacerato da frustrazioni e guerre fratricide. L’esempio del patriarca di Baghdad e del presidente della Corea del Sud.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®