07/07/2020, 11.36
BANGLADESH
Invia ad un amico

Rajshahi: Muore di cancro Andrew Kishore, leggenda della musica

di Sumon Corraya

Famoso per le sue colonne sonore, canzoni popolari e inni cristiani, il musicista 65enne era un membro della locale Chiesa protestante. Ha combattuto per lungo tempo contro un tumore al sistema linfatico. Card. Patrick D’Rozario: Il cantante e la sua musica vivranno sempre nei cuori della gente.

Dhaka (AsiaNews) – Andrew Kishore, una leggenda della musica, è morto ieri sera di cancro in una clinica privata a Rajshahi. Il musicista 65enne, noto per aver dato voce alle colonne sonore di centinaia di film, per i quali ha vinto 8 National Film Award, era un membro della Chiesa anglicana del Bangladesh.

Per lungo tempo, Kishore ha combattuto un tumore al sistema linfatico. L’11 giugno, dopo nove mesi di cure a Singapore, era rientrato con un volo speciale nel Paese. In due distinti messaggi, il presidente  M. Abdul Hamid e la premier Sheikh Hasina hanno dichiarato di essere rattristati dalla sua scomparsa. Lo scorso anno, Hasina aveva offerto al musicista dei soldi per il trattamento del suo male.

Nel Paese a maggioranza musulmana, quando cantava, Kishore indossava sempre una croce. Per il card. Patrick D’Rozario, arcivescovo di Dhaka e presidente della locale Conferenza episcopale, il cantante e la sua musica vivranno sempre nei cuori della gente: “A nome della comunità cattolica, esprimo profondo dispiacere per la morte di Kishore, un artista amato da tutta la nazione”.

Quasi senza parole per la morte del collega, Mukti Gomes, una famosa cantante cattolica di Dhaka, ha ricordato quanto fosse sincera la musica di Kishore. Nell’immaginario dei bangladeshi, rimarrà impressa la sua interpretazione di canzoni popolari come “Jiboner Golpo Ache Baki Olpo”, “Haire Manush Rongin Fanush”, “Dak Diachen Doyal Amare”, “Amar Shara Deho Kheyo Go Mati” e “Shobai To Bhalobasha Chae”.

Kishore era noto anche per la sua interpretazione di canti cristiani. “Egli cantava inni molto popolari tra i fedeli. La sua voce era capace di attrarre l’attenzione della gente. Oltre a essere un grande musicista, Kishore era una persona dal grande cuore. La sua morte è una enorme perdita per la nostra comunità e per tutto il Bangladesh,” ha spiegato ad AsiaNews padre Kamal Corraya, ex direttore del Centro cristiano di comunicazione di Banidpti, uno studio multimediale che produce audio e video di ispirazione cattolica.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Dhaka: chiuse per il coronavirus, le scuole cattoliche lanciano corsi online
25/04/2020 08:00
Ningbo: 51 arresti per le proteste della popolazione contro l'inquinamento
30/10/2012
Bangladesh, Chiesa e laici lavorano per la protezione dei minori
20/05/2019 14:47
Cantante cattolico premiato per la ‘musica di Nazrul’, poeta musulmano bengalese
17/06/2019 11:57
Pechino, allarme sull’aumento di malati di cancro ai polmoni per inquinamento atmosferico
12/08/2017 12:41