28 Aprile 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 10/04/2017, 12.40

    CINA-VATICANO

    Scomparso da 4 giorni mons. Guo Xijin, vescovo sotterraneo di Mindong

    Wang Zhicheng

    È stato sequestrato dopo una visita all’Ufficio affari religiosi di Fuan. La Pubblica sicurezza lo ha portato in un luogo sconosciuto per farlo “studiare e imparare”. I fedeli pensano che essi vogliano costringerlo a iscriversi all’Associazione patriottica. Al suo rifiuto, è forse possibile che gli proibiscano di ritornare in diocesi. Demolita una chiesa cattolica a Fuan.

    Mindong (AsiaNews) – Mons. Vincenzo Guo Xijin, vescovo sotterraneo della diocesi è scomparso da quattro giorni, dopo essersi presentato all’Ufficio per gli affari religiosi di Fuan lo scorso 6 aprile. Mons. Guo, pur essendo un vescovo non riconosciuto dal governo, è il pastore ordinario della diocesi, confermato dopo la morte del suo predecessore, mons. Huang Shoucheng, avvenuta lo scorso 30 luglio.

    Alle preoccupazioni dei cattolici che non sanno dove sia il loro leader ha risposto il capo della Pubblica sicurezza di Ningde, che li ha informati dicendo che il loro vescovo “ha bisogno di studiare e imparare” e per questo viene sequestrato per 20 giorni.

    L’inquietudine dei fedeli rimane: anzitutto perché questo significa che il vescovo non potrà celebrare tutti i riti della Settimana santa e pasquale. Ma essi sono preoccupati molto di più perché la Pubblica sicurezza non dice il luogo in cui il vescovo starebbe “studiando” e proibisce a tutti di poterlo contattare.

    L’ipotesi più ricorrente in diocesi è che il vescovo sia sottoposto a un lavaggio di cervello per ottenere da lui l’iscrizione e la sottomissione all’Associazione patriottica (Ap).

    La diocesi di Mindong è nella quasi totalità costituita da fedeli della Chiesa sotterranea: su 90 mila cattolici, più di 80 mila sono clandestini, molto organizzati e vivi, con oltre 45 sacerdoti, più di 200 suore, più di 300 laiche consacrate e centinaia di laici catechisti. Il vescovo sotterraneo è accettato ed è in buoni rapporti con tutti i fedeli, anche quelli ufficiali. La cosa rappresenta uno smacco per l’Associazione patriottica (Ap), ancora di più perché la Santa Sede, dopo la morte di mons. Huang, ha confermato la successione a mons. Guo come vescovo ordinario.

    Secondo alcuni sacerdoti della diocesi, l’Ap sta alzando il livello di scontro con la comunità sotterranea. Due anni fa a Fuan la polizia ha demolito una chiesa non ufficiale in costruzione. Fino ad ora, data la grande consistenza della comunità sotterranea, le forze dell’ordine l’avevano sempre lasciata vivere senza troppi problemi.

    “È impossibile – dice un sacerdote – che il vescovo accetti di iscriversi all’Ap. Non lo farà mai”. Il timore dei fedeli è che in tal modo il vescovo non possa più ritornare a guidare la diocesi. Per questo i cattolici di Mindong chiedono a tutti i cristiani di pregare per mons. Guo.

    Mons. Vincenzo Guo Xijin, 59 anni, era stato ordinato vescovo coadiutore di Mindong il 28 dicembre del 2008. Ordinato sacerdote nel 1984, ha lavorato come insegnante nei seminari e come amministratore economico della diocesi. Ma il suo lavoro più importante è stato quello di sostenere e far crescere le vocazioni femminili religiose e maschili al sacerdozio. Egli ha anche spinto i suoi giovani seminaristi a intraprendere studi universitari nei collegi di Stato. Come sacerdote non ufficiale, ha subito arresti nel 1990-‘92; nel 1993-’94; 1996.

    Alla fine degli anni ’90 è stato anche nominato per un breve tempo amministratore apostolico della diocesi di Wenzhou.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    01/08/2016 14:52:00 CINA-VATICANO
    Domani i funerali di mons. Huang Shoucheng. I patti col governo locale sulla cerimonia e la cremazione

    Saranno celebrati domani alle 6.30 del mattino. Istallati posti di blocco per frenare il flusso dei fedeli. Solo 3mila persone ammesse in cattedrale. Proibito apporre sulla salma mitra e pastorale. Ma i fedeli hanno ottenuto di porre anello, croce pettorale, zucchetto e composizioni floreali. Permessa una minima processione verso la cremazione. La tomba, rovinata dal maltempo di questi giorni, restaurata dal governo che non vuole che le ceneri del prelato rimangano in cattedrale per l’omaggio dei fedeli. Il successore di mons. Huang è mons. Vincenzo Guo Xijin. Anche lui, come il predecessore, ha subito diversi anni di carcere.



    30/07/2016 11:30:00 CINA-VATICANO
    È morto mons. Vincenzo Huang Shoucheng, vescovo di Mindong

    Il vescovo non era riconosciuto dal governo cinese. Cattolici ufficiali e sotterranei lo apprezzavano come un pastore umile e capace. La diocesi di Mindong è per la quasi totalità costituita da fedeli della Chiesa sotterranea: su 90 mila cattolici, più di 80 mila sono clandestini. Le autorità vorrebbero che i funerali avvengano con basso profilo, senza far indossare alla salma le insegne episcopali. Ma i fedeli resistono. Mons. Huang ha passato 35 anni fra prigionia, lavori forzati e arresti domiciliari. Il suo successore è mons. Vincenzo Guo Xijin, da lui ordinato nel 2008.



    24/03/2010 CINA - VATICANO
    Arrestato un altro sacerdote sotterraneo nel Fujian
    Ha organizzato un campo per 300 universitari. Con lui, incriminati altri sette sacerdoti. Uno di essi, p. Luo, è stato detenuto per 15 giorni e poi rilasciato. Altri due attendono di essere arrestati. Decine di sacerdoti sono in prigione o nei campi di lavoro forzato; tre vescovi sono scomparsi da anni nelle mani della polizia. Oggi si conclude l’incontro della Commissione vaticana sulla Chiesa in Cina.

    11/11/2009 CINA - VATICANO
    Vescovo sotterraneo: Sono entrato nell’Associazione patriottica per il bene della Chiesa
    Mons. An Shuxin afferma di non aver ricevuto pressioni dal Vaticano per la sua scelta. Di fronte alla divisione creatasi nella diocesi di Baoding, sacerdoti ed esperti chiedono a Vaticano e Cina di liberare il vescovo Su Zhimin, ordinario, in prigione da 13 anni.

    14/07/2009 CINA - VATICANO
    Card. Zen: La Chiesa in Cina a due anni dalla Lettera del Papa
    Cattive interpretazioni della Lettera hanno portato confusione e sconforto nelle comunità sotterranee. I vescovi ufficiali devono avere più coraggio nella fedeltà al pontefice, rifiutando le strutture che sono contrarie alla fede cattolica. Il governo cinese continua la politica di sempre: controllo totale della Chiesa.



    In evidenza

    VATICANO-EGITTO
    Papa Francesco in videomessaggio: Caro popolo d’Egitto…

    Papa Francesco

    In occasione della sua visita al Paese (28-29 aprile), oggi papa Francesco ha trasmesso un videomessaggio al popolo egiziano. “Il nostro mondo, dilaniato dalla violenza cieca – che ha colpito anche il cuore della vostra cara terra – ha bisogno di pace, di amore e di misericordia; ha bisogno di operatori di pace”.


    ISLAM
    Le radici dell’islamismo violento sono nell’islam, parola di musulmano

    Kamel Abderrahmani

    Dopo ogni attentato terrorista si tende a dire: “Questo non è l’islam”. Eppure quegli atti criminali sono giustificati e ispirati dai testi che sono il riferimento dei musulmani e delle istituzioni islamiche nel mondo. È urgente una riforma dell’islam dall’interno, da parte degli stessi musulmani. La convivenza con le altre religioni è la strada per togliere l’islam dalla sclerosi e dalla stagnazione.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®