1 Marzo 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 01/08/2008
COREA DEL SUD
Seoul proibisce a Hwang Woo-suk nuove ricerche sugli embrioni umani
Hwang Woo-suk è tuttora sotto processo per aver violato le leggi sulla bioetica e aver falsato i risultati degli esperimenti scientifici.

Seoul (AsiaNews) – Oggi il governo sud-coreano ha respinto la richiesta avanzata da Hwang Woo-suk di riprendere la ricerca sulle cellule staminali umane. Lo rivela il Korea Times, sottolineando che la decisione di Seoul potrebbe segnare la fine delle speranze per il discusso scienziato, famoso per la sua battaglia sulla clonazione umana.

Nel 2006 la Corea del Sud ha bloccato le sue ricerche cellulari dopo le falsificazioni dei risultati ottenuti dal “pioniere della clonazione”: il veterinario, un tempo “eroe nazionale”, è caduto in disgrazia dopo che la comunità scientifica internazionale e l’Università di Seoul hanno smascherato i risultati delle sue ricerche sulle cellule staminali embrionali, del tutto falsificati in laboratorio per dare l'impressione di essere riuscito a clonare cellule sane da malati affetti da patologie al momento incurabili. La decisione odierna del governo segna un’ulteriore sconfitta per Hwang Woo-suk, impegnato a ristabilire l’onore perduto.

“Abbiamo deciso di non approvare la richiesta avanzata dal Suam Biotechnology Institue (SBI) di iniziare ricerche sulle cellule staminali di embrioni umani per scopi terapeutici”, ha dichiarato il Ministro della Sanità e Welfare, spegnendo le speranze dell’istituto di ricerca fondato nel 2006 dal dottor Hwang. “Vi è ancora in corso un processo a carico dello scienziato – aggiunge il ministro – per violazione delle leggi nazionali sulla bioetica”, per colpa delle quali egli è stato “espulso dalla scuola e bandito dall’insegnamento”. Il ministero ribadisce infine il rispetto dell’opinione espressa dal Comitato Nazionale di Bioetica, secondo il quale non va concessa la possibilità allo scienziato di riprendere le ricerche sulle cellule staminali.

Nonostante tutto continuano gli studi e gli esperimenti – in forma privata – del “pioniere della clonazione” e del suo team, che di recente avrebbero annunciato di aver ottenuto “tre copie identiche a livello genetico” di un cane morto anni fa. Egli afferma che l’uso delle cellule staminali avrebbe conseguenze positive nel trattamento di malattie quali infarti, Alzheimer e Parkinson. La ricerca sulle cellule staminali degli embrioni ha scatenato in tutto il mondo accesi dibattiti, che coinvolgono l’etica, la scienza e il diritto alla vita a qualunque stadio. Ferma la posizione della Chiesa cattolica in materia, che ha sempre ribadito di considerare gli embrioni come un essere umano a tutti gli effetti.

 


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
12/01/2005 COREA DEL SUD
Corea del Sud: sì del governo alla ricerca sulla clonazione umana
23/02/2007 COREA
Dopo lo scandalo sulla clonazione, riprende la ricerca sulle staminali
21/08/2006 Corea del Sud
Seoul, falso pioniere della clonazione torna alla ricerca sulle staminali
23/12/2005 COREA DEL SUD
Card. Kim piange sul caso Hwang, "vergogna" della nazione
di Theresa Kim Hwa-young
24/05/2005 COREA DEL SUD
Immorale e pericolosa per la salute delle donne la clonazione "su misura"

In evidenza
EGITTO - ISLAM
Le parole di al-Tayeb e di al-Sisi un grande passo per una rivoluzione dell'islam
di Samir Khalil SamirIl grande imam di Al-Azhar ha denunciato le interpretazioni basate sulla lettera del Corano e della sunna, brandite dai fondamentalisti e dai terroristi islamici; sostiene l'urgenza di una riforma dell'insegnamento dell'islam fra i laici e gli imam; domanda la fine della scomunica (takfir) reciproca fra sunniti e sciiti. E il presidente egiziano al-Sisi ha deciso di combattere lo Stato islamico dopo la decapitazione di 21 cristiani copti, che egli ha definito "cittadini egiziani" a parte intera.
ARABIA SAUDITA - ISLAM
Imam di Al-Azhar: Per fermare l'estremismo islamico occorre una riforma dell'insegnamento religiosoPer Ahmed al-Tayeb è urgente stilare un nuovo curriculum di studi per evitare una "cattiva interpretazione" del Corano e della sunna. Il terrorismo islamico mette in crisi l'unità del mondo musulmano. Il "nuovo colonialismo globale alleato al sionismo mondiale". Il discorso del re saudita.
HONG KONG - CINA - VATICANO
Card. Zen: Sembra che qualcuno voglia farci tacere
di Card. Joseph Zen Ze-kiunIl diffuso ottimismo sul miglioramento del dialogo fra Santa Sede e Cina sembra non avere fondamento. Alcune "tendenziose" interviste a vescovi cinesi, frenati nella libertà di parlare. Le questioni fondamentali sono sempre aperte: chi nomina i vescovi; cosa fare dell'Associazione patriottica. La guida della Lettera di Benedetto XVI ai cattolici cinesi, citata anche da papa Francesco. Un non accordo è meglio di un cattivo accordo. Cosa è successo a mons. Cosma Shi Enxiang? E a mons. Giacomo Su Zhimin? Un'animata riflessione del vescovo emerito di Hong Kong, campione della libertà religiosa in Cina.

Dossier


by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate