01/05/2007, 00.00
ITALIA - VATICANO
Invia ad un amico

Solidarietà del papa per mons. Bagnasco, oggetto di minacce

Una telefonata e un telegramma da parte di Benedetto XVI. Pressioni e minacce contro il prelato e la Chiesa italiana per la loro difesa della famiglia. Al Parlamento europeo alcuni politici italiani hanno tentato di accusare l’arcivescovo di Genova di “omofobia”.

Città del Vaticano (AsiaNews) – Il presidente dei vescovi italiani, mons. Angelo Bagnasco, fatto oggetto di pesanti minacce, ha ricevuto il sostegno del papa e della Chiesa italiana, che lo esortano a non farsi intimidire. Ieri mattina ha ricevuto prima una telefonata personale di solidarietà da parte di Benedetto XVI, poi un telegramma ufficiale. Nel messaggio scritto a nome del papa dal segretario di stato vaticano card. Tarcisio Bertone, il pontefice esorta anche l’arcivescovo  a ''continuare ad operare per il bene comune, difendendo e promuovendo quei valori umani e religiosi, senza i quali non e' possibile costruire vere, libere e stabili democrazie''. Il papa si dice anche ''profondamente addolorato e colpito'' per i ''gravi e deprecabili episodi che turbano la serena convivenza della comunità ecclesiale e civile''.

Mons. Bagnasco, arcivescovo di Genova, è da tempo preso di mira con pressioni e minacce. All’inizio di aprile era stato messo sotto scorta, dopo che sul portale della cattedrale della sua città e in diverse città italiane sono apparse scritte contro di lui. Giorni fa egli ha pure ricevuto una busta contenente una pallottola e una sua foto segnata da un mirino.

L’ostilità verso rappresentanti della Chiesa italiana è cresciuta dopo che i vescovi hanno dichiarato la loro opposizione a un progetto di legge che legalizza le unioni di fatto, anche fra omosessuali. Secondo i vescovi il progetto di legge (detto “sui Dico”) svilisce il valore naturale e spirituale della famiglia come rapporto fra uomo e donna e mina la stabilità della società. Per questo la Chiesa italiana ha programmato per il 12 maggio un raduno nazionale chiamato “Family Day”, a sostegno della famiglia naturale.

Solidarietà a mons. Bagnasco è anche giunta da diverse sezioni del mondo politico italiano. Nella scorsa settimana, alcuni politici italiani di estrema sinistra al Parlamento europeo avevano cercato di accusare il prelato e la Chiesa di “omofobia”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Il giorno del Family Day: un milione e oltre fanno festa e premono sulla politica
12/05/2007
Card. Bagnasco: Sgomento per le persecuzioni dei cristiani in Asia
28/01/2013
Papa: Se Dio sparisce, l’umanità rischia di distruggere se stessa
10/12/2009
Il Papa saluta 100 mila dell’Azione Cattolica, “cenacolo” a cielo aperto
04/05/2008
Papa Francesco ai genovesi, a un anno dal crollo del Ponte Morandi
13/08/2019 12:14