29 Giugno 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 21/03/2009, 00.00

    SRI LANKA

    Sri Lanka, vescovi e fedeli in digiuno per la libertà religiosa nel Paese

    Melani Manel Perera

    La Conferenza episcopale proclama per il 3 aprile prossimo una giornata di digiuno e preghiera contro la legge anti-conversione. I prelati invitano alla “riconciliazione” e chiedono di “risparmiare al Paese un altro conflitto fra religioni”. Le elemosine raccolte durante la giornata saranno devolute alle popolazioni del nord vittime della guerra.

    Colombo (AsiaNews) – La Conferenza episcopale dello Sri Lanka (Cbcsl) proclama una giornata nazionale di digiuno, astinenza e preghiera per il 3 aprile prossimo. In concomitanza con il venerdì della settimana di passione, che anticipa la Pasqua, i vescovi intendono richiamare l’attenzione sulla possibile approvazione della legge anti-conversione, proposta dai monaci buddisti del Paese e in attesa di essere votata in parlamento.

    I vescovi lanciano un appello a tutti i sacerdoti, ai religiosi e ai laici invitandoli a fare fronte comune in un momento difficile per la storia della nazione. I prelati invocano “un intervento divino” per riportare “l’armonia attraverso la riconciliazione” fra tutti i cittadini e risparmiare “all’amato Paese un altro conflitto fra fedeli di religioni diverse”, causato dalla eventuale approvazione “della legge anti-conversione”.

    Per il 3 aprile la Conferenza episcopale invita tutte le parrocchie e le comunità locali, le scuole e gli istituti religiosi e non di ispirazione cristiana a osservare il digiuno e a pregare per la libertà religiosa nel Paese. I fondi ricavati da collette e beneficenze, sottolienano i vescovi, saranno utilizzati per assistere le popolazioni colpite dal conflitto fra esercito governativo e ribelli tamil nel nord dello Sri Lanka. “Ogni diocesi sarà responsabile della raccolta di una somma di denaro – uguale per tutte – da destinare ai vescovi delle zone in cui è in corso il conflitto” si legge in un comunicato della Cbcsl firmato dal presidente mons. Fernando Vianney e dal segretario generale Norbert M. Andradi.

    Nel Paese, intanto, si moltiplicano le iniziative per illustrare i potenziali pericoli contenuti nella legge anti-conversione, prendendo in esame il contesto sociale e i risvolti legali che derivano dalla normativa. In una intervista al settimanale Sinhala Catholic Newspaper l’avvocato Nevil Aberathne ricorda che “non vi sono stati casi di conversioni forzate negli ultimi 25 anni”, sconfessando di fatto la necessità di una legge in tal senso. Egli avverte però che “il 50% del cammino è stato compiuto” e la legge, tuttora pendente, potrebbe in un futuro non lontano essere approvata.

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    26/02/2007 SRI LANKA
    Questa Quaresima straziata dalla violenza fa rivivere la Passione
    In un messaggio, la Conferenza episcopale invita tutti a un periodo di pentimento e di lotta contro il male e a favore della pace. La memoria del Cristo crocifisso quale invito per non tollerare ingiustizie e non restare indifferenti davanti al dolore. Con la preghiera e gli atti di devozioni si invochi una vera pace per il Paese.

    08/06/2017 12:46:00 VIETNAM
    Vescovi vietnamiti: ‘Spaventati’ dalla nuova legge sulle religioni

    La nuova Legge sul credo e la religione sarà in vigore dal primo gennaio 2018. Le ambiguità e le contraddizioni contenute nella norma alimentano il “meccanismo del chiedere e concedere”.  Le interferenze negli affari interni delle comunità religiose e gli stretti controlli sulle loro attività. “Inadeguate le opinioni del governo sulla religione”. Il governo chiede di lavorare per la crescita del Paese; i vescovi: “Distinguere in modo chiaro il concetto di nazione da quello di regime”.



    16/02/2009 SRI LANKA
    Legge anti-conversione: a rischio le opere caritative cristiane
    Il testo presentato dai monaci buddisti potrebbe colpire le opere caritative della Chiesa. Il vescovo ausiliare di Colombo: il diritto alla libertà di religione “è presentato in modo distorto”. I partiti dell’opposizione chiedono “maggior chiarezza”. Il 17 febbraio riunione al ministero degli affari religiosi discutere il testo. Attesa per la data del dibattito in aula.

    25/02/2009 SRI LANKA
    Quaresima, tempo di perdono per lo Sri Lanka tormentato dalla guerra
    La conversione personale come prima risposta alle divisioni della società. Per il periodo che precede la Pasqua la Caritas-Sri Lanka SEDEC realizza un opuscolo dedicato a”l’armonia attraverso la riconciliazione”.

    22/07/2011 FILIPPINE
    Filippine, attacco contro la pagina pro-life del sito della Conferenza episcopale
    Gli hacker hanno bloccato il sito per ore con un immagine di un uomo imbavagliato. L’attacco avviene a pochi giorni dal congresso organizzato dai pro-life cattolici contro la legge sul controllo delle nascite. Fonti di AsiaNews sottolineano la confusione politica nel Paese e il calo di popolarità del presidente Aquino.



    In evidenza

    VATICANO-CINA
    ‘Grave preoccupazione’ della Santa Sede per mons. Shao Zhumin, sequestrato dalla polizia da oltre un mese

    Bernardo Cervellera

    Il vescovo di Wenzhou (Zhejiang) sarebbe sottoposto a lavaggio di cervello per farlo aderire all’Associazione patriottica. Mons. Shao appartiene alla comunità sotterranea. È la prima volta in tre anni - da quando sono ripresi di dialoghi Cina-Santa Sede - che la Sala Stampa si esprime su un vescovo arrestato. Il dolore dei fedeli per il troppo silenzio. Per mons. Shao aveva parlato anche l’ambasciatore tedesco a Pechino, Michael Clauss. L’invito a pregare per mons. Shao e per “il cammino della Chiesa in Cina”.


    VATICANO
    Papa: le Chiese d’Oriente, vivaci malgrado persecuzioni e terrorismo



    Ricevendo i partecipanti all’assemblea della “Riunione delle Opere per l’Aiuto alle Chiese Orientali” Francesco raccomanda la formazione del clero. “Non dimentichiamo che in Oriente anche ai giorni nostri, i cristiani – non importa se cattolici, ortodossi o protestanti – versano il loro sangue come sigillo della loro testimonianza”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®