08/04/2013, 00.00
SRI LANKA
Invia ad un amico

Sri Lanka: fondamentalisti buddisti attaccano (anche) i cristiani

Dieci attacchi contro diverse comunità cristiane nel solo mese di marzo. Alcuni radicali buddisti hanno demolito la casa di un pastore protestante e bruciato una chiesa. Continua la campagna di odio religioso lanciata da alcuni gruppi contro le minoranze del Paese.

Colombo (AsiaNews/Agenzie) - Anche i cristiani dello Sri Lanka finiscono nel mirino dei gruppi radicali buddisti: è la denuncia di diverse organizzazioni evangeliche, che registrano un incremento degli attacchi contro diverse comunità nel solo mese di marzo. Un'anomalia per il Paese a maggioranza buddista, dove le tensioni di matrice etnica - tra tamil e singalesi - sono molto più diffuse che non quelle legate a motivi religiosi.

A lanciare l'allarme è il Barnabas Fund, fondo protestante che si occupa di finanziare progetti volti ad aiutare cristiani in difficoltà. Il gruppo denuncia 10 attacchi in tutto lo Sri Lanka nel solo mese di marzo. "È molto raro - conferma un membro - sentire di così tanti incidenti anticristiani in un solo mese. Questo è segno evidente di un piano concertato da parte dei gruppi radicali buddisti".

Tra gli attacchi registrati il mese scorso, il Barnabas Fund segnala quello avvenuto il 18 marzo a Katuwana (Southern Province). Alcuni buddisti hanno attaccato la casa del pastore Pradeep Kumara. Il religioso usava l'abitazione per organizzare incontri di preghiera per la sua comunità. Al momento dell'attacco, erano presenti solo la moglie e i figli del reverendo, che sono stati minacciati dagli aggressori. La donna ha chiamato il marito e la polizia, ma gli agenti non sono stati in grado di fermare la distruzione della casa.

Già nel dicembre 2012 alcuni fondamentalisti buddisti avevano aggredito il rev. Kumara, distruggendo la sua auto e minacciandolo di morte se non avesse abbandonato la chiesa.

Questa serie di attacchi si inseriscono in un contesto di crescente intolleranza religiosa, perpetrato da alcuni gruppi radicali di singalesi-buddisti, che da tempo prendono di mira la comunità islamica e - in misura minore - cristiana. In particolare si tratta del Bodu Bala Sena (Bbs) e del Sinhala Ravaya ("eco singalese"), due gruppi estremisti la cui "missione" è quella di proteggere la popolazione buddista e singalese e la sua religione. 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Sri Lanka, radicali buddisti attaccano due chiese cristiane indipendenti
14/01/2014
Colombo: a tre anni dalle violenze buddiste, risarcimenti alle vittime musulmane
26/08/2017 09:43
L'alleanza tra monaci radicali birmani e srilankesi "distruggerà il vero buddismo"
02/10/2014
Sri Lanka, radicali buddisti minacciano sacerdoti e vittime di guerra: "Siete dei traditori"
06/08/2014
Sri Lanka, l'esercito ricostruisce le case dopo le violenze anti-musulmane
03/07/2014