22 Settembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 02/04/2010, 00.00

    CINA

    Strage di minatori in Shaanxi, Henan, Shanxi



    Le morti – 21 e 32 operai intrappolati nel sottosuolo - causate sempre da esplosioni sotterranee. La miniera nell’Henan era privata ed illegale: doveva essere chiusa dal maggio scorso. Nessuna speranza per i 153 minatori bloccati nella galleria allagata a Xiangning (Shanxi). La miniera era statale.
    Pechino (AsiaNews/Agenzie) – Nove minatori sono stati uccisi e uno ferito per un’esplosione in sotterranea in una miniera di carbone dello Shaanxi. L’incidente mortale è avvenuto ieri sera verso le 19 nella miniera di Quanzigou ad Hancheng (Longmen). Dei 27 minatori che lavoravano nella galleria, solo 17 sono stati tratti in salvo.
     
    Due giorni fa, il 31 marzo sono morti 12 minatori e 32 sono rimasti intrappolati nel sottosuolo in una miniera di carbone dell’Henan per un’altra esplosione di gas. L’incidente è avvenuto ieri sera verso le 7.20 di sera nella contea di Yichuan (Luoyang). La miniera appartiene alla ditta privata Guoming e stava operando in modo illegale in una galleria, dove erano al lavoro circa 90 minatori. Si è riusciti a salvare solo 51 di essi. È difficile stabilire il numero preciso delle persone intrappolate nel sottosuolo perché l’esplosione ha distrutto la lista dei minatori al lavoro. Il governo provinciale aveva ordinato la chiusura della miniera dal maggio scorso, dopo un altro incidente.
     
    Intanto, sono passati tre giorni da un altro disastro minerario nella miniera statale di carbone Wangjialing a Xiangning (Shanxi).  Shanxi, dove 153 minatori sono sepolti in una galleria allagata e dove ormai le speranze di trarli in salvo sono quasi nulle.
     
    Da anni la Cina detiene il primato del più alto numero al mondo di incidenti mortali in miniera, conseguenza della fame di energia che porta a tenere aperte miniere. Responsabili degli impianti, sia governativi che pubblici, premono per uno sfruttamento intensivo, riducendo le misure di sicurezza per aumentare i profitti.
     
    Negli ultimi tre anni il governo ha approvato regolamenti sulla sicurezza nelle miniere, ma la loro applicazione è molto vaga. Grazie alla corruzione, governi locali e proprietari delle miniere riescono a evitare la chiusura, nascondendo spesso incidenti e numero dei morti.
     
    Fonti  ufficiose dicono che le vittime per incidenti in miniera in Cina sono almeno 20 mila l’anno.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    22/08/2005 cina
    Per fermare nuovi incidenti, si chiude o si fanno saltare le miniere illegali


    25/11/2009 CINA
    Salgono a 107 i morti nella miniera di Hegang
    Tre vittime sono state recuperate oggi. È il disastro più grave dal 2005. Povera manutenzione e incuria verso le norme di sicurezza sono le cause. I morti attuali in Cina pari a quelle negli Usa di oltre un secolo fa.

    29/11/2004 CINA
    Ventimila minatori uccisi ogni anno per saziare la sete di energia

    La maggior parte degli incidenti in miniera  è dovuta alla mancanza di sicurezza e all'incapacità del governo a far rispettare le regole. In cambio di bustarelle le autorità corrotte spesso chiudono un occhio.



    26/09/2006 CINA
    Nelle miniere cinesi 2.900 morti in 8 mesi

    Anche se quest'anno è diminuita la strage, la situazione rimane grave nonostante l'impegno del governo. Fonti ufficiali ne individuano una causa nella  "collusione" tra funzionari pubblici e i proprietari delle miniere.



    30/11/2006 CINA
    Due manager condannati per la morte di 166 minatori nello Shaanxi

    Sono stato condannati a 5 anni per "negligenza": dopo un incendio nella loro miniera avevano costretto gli operai a riprendere la produzione, ma un'esplosione poco dopo ne uccise 166.





    In evidenza

    GIAPPONE-VATICANO
    Mons. Kikuchi: In sintonia col papa e il card. Filoni per la missione in Giappone

    Tarcisio Isao Kikuchi

    Il vescovo di Niigata e presidente di Caritas Japan commenta a caldo il messaggio papale inviato ieri ai vescovi del Giappone. Le tappe del viaggio del card. Filoni, che toccherà anche Fukushima. Rimane ancora “irrisolta” la questione del rapporto con il Cammino neocatecumenale.


    VATICANO-GIAPPONE
    Papa ai vescovi giapponesi: Siate sale e luce della società, anche andando contro-corrente



    In occasione della visita pastorale del card. Fernando Filoni, Prefetto di Propaganda Fide, nel Paese del Sol levante, papa Francesco spinge i vescovi e la Chiesa giapponese a rinnovare il loro impegno missionario nella società, segnata da suicidi, divorzi, formalismo religioso, povertà materiale e spirituale. La richiesta di collaborare coi movimenti ecclesiali, forse in memoria delle polemiche passate con il Cammino neocatecumenale.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®