26 Settembre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  •    - Arabia Saudita
  •    - Bahrain
  •    - Emirati Arabi Uniti
  •    - Giordania
  •    - Iran
  •    - Iraq
  •    - Israele
  •    - Kuwait
  •    - Libano
  •    - Oman
  •    - Palestina
  •    - Qatar
  •    - Siria
  •    - Turchia
  •    - Yemen
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 05/11/2013, 00.00

    VATICANO - SIRIA

    Un mortaio colpisce la nunziatura di Damasco. Nessuna vittima



    Colpita la facciata, una parte del tetto e del cornicione del terzo piano, dove vi sono le stanze da letto. Il nunzio impegnato nella riuscita di una conferenza di pace. La rappresentanza pontificia continuerà a lavorare senza nessuna chiusura o trasferimento.

    Damasco (AsiaNews) - Un colpo di mortaio ha colpito stamane l'edificio della nunziatura vaticana a Damasco.  Il tiro ha mirato il terzo piano, dove si trovano la stanza da letto del nunzio, mons. Mario Zenari (v. foto), del segretario, p. Giorgio, e delle suore a servizio della casa.

    P. Giorgio spiega ad AsiaNews che "grazie a Dio nessuna persona è stata colpita".  Il mortaio ha distrutto parte del tetto, del cornicione dell'edificio e una parte della facciata, dove vi è una veranda.

    Mons. Zenari è uno dei pochi diplomatici che non ha mai lasciato la sua sede in questi oltre due anni di guerra civile e continua, insieme al papa, a spingere la comunità internazionale per una conferenza di pace sulla Siria, senza alcun veto preventivo sui partecipanti.

    Il governo siriano e gli oppositori differiscono sulle modalità della conferenza di pace che dovrebbe tenersi verso la fine di novembre. I ribelli accettano di parteciparvi solo a condizione che Bashar Assad lasci il potere e hanno minacciato chiunque osa aderirvi. Damasco ha fatto sapere che se rimane questa pre-condizione, esso non parteciperà.

    Proprio quest'oggi, Lahdar Brahimi, inviato dell'Onu e della Lega araba per preparare la conferenza, si incontra a Ginevra con rappresentanti Usa e russi per mettere le basi della conferenza.

    La nunziatura non si esprime sulla provenienza dell'attacco. Il fatto certo è che - non essendovi altri bombardamenti - il colpo era mirato.

    Dopo l'esplosione sono giunti alla sede della rappresentanza vaticana i pompieri, le squadre di emergenza e la polizia.  La presidenza siriana ha fatto pervenire la sua solidarietà.

    Pur avendo subito l'attacco, alla nunziatura non si prevede alcuna chiusura o trasferimento del personale. "Le rappresentante pontificie - ha spiegato p. Giorgio - non vengono mai chiuse. Prenderemo soltanto alcune precauzioni".

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    22/10/2013 SIRIA-UE
    Rischia di naufragare ancora la Conferenza di pace sulla Siria
    L'opposizione vuole l'eliminazione politica di Assad, ma è divisa al suo interno. Assad ribadisce che molta opposizione non rappresenta il popolo siriano e che lui parteciperà alle prossime elezioni. Gli "Amici della Siria" tentano di convincere i gruppi ribelli a partecipare al Ginevra 2. Le condizioni poste dalla Santa Sede per un'efficace Conferenza di pace.

    26/03/2007 VATICANO – PALESTINA
    Santa Sede: Palestina ed Israele, una pace giusta fra Stati liberi e sovrani
    In occasione della Conferenza Internazionale convocata dal Comitato delle Nazioni Unite per l’esercizio dei diritti inalienabili del popolo palestinese, mons. Parolin – rappresentante pontificio – riafferma il diritto alla pace ed alla sicurezza dei due popoli e sottolinea l’importanza del contributo cristiano per il raggiungimento dello scopo.

    23/08/2013 SIRIA-ONU
    Ban Ki-moon chiede ad Assad e ai ribelli una inchiesta urgente sulle armi chimiche
    Il segretario dell'Onu chiede alle due parti di non ostacolare la verità. Le immagini del soffocamento da agenti chimici sono vere, ma Siria e Russia accusano i ribelli di manipolazione. La complicata matassa della guerra rende difficile anche la preparazione di una conferenza di pace.

    26/11/2013 SIRIA-ONU
    Fissata la Conferenza di pace sulla Siria. Ma restano ancora dubbi
    La cosiddetta "Ginevra II" si terrà il 22 gennaio. Essa cercherà di varare la fine delle violenze e un governo di transizione, con pieni poteri (senza Assad). L'opposizione ancora divisa sulla rappresentanza. Possibile la partecipazione di Iran e Arabia saudita.

    28/09/2013 SIRIA-ONU
    Passa all'unanimità la risoluzione Onu sulle armi chimiche in Siria. A metà novembre una conferenza per la pace
    Assad deve consegnare tutti le armi e dare totale via libera agli esperti per la verifica. Nessuna minaccia automatica di azioni militari. Ban Ki-moon: Risoluzione storica. Le richieste della Santa Sede per la conferenza di pace.



    In evidenza

    SIMPOSIO ASIANEWS
    Madre Teresa, la Misericordia per l’Asia e per il mondo (VIDEO)



    Pubblichiamo le registrazioni video degli interventi che si sono susseguiti durante il Simposio internazionale organizzato da AsiaNews il 2 settembre scorso. In ordine intervengono: P. Ferruccio Brambillasca, Superiore Generale del PIME; Card. Fernando Filoni, Prefetto della Congregazione di Propaganda Fide; Sr. Mary Prema, Superiora Generale delle Missionarie della Carità; P. Brian Kolodiejchuk, postulatore della Causa della Madre; Card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai; P. John A. Worthley, sull'influenza di Madre Teresa in Cina; una testimonianza sull'influenza di Madre Teresa nel mondo islamico; mons. Paul Hinder, vicario apostolico dell’Arabia meridionale.


    CINA - VATICANO
    Pechino diffonde la nuova bozza di regolamenti sulle attività religiose. Più dura

    Bernardo Cervellera

    Multe fino a 200mila yuan (27mila euro) per “attività religiose illegali” da parte di cattolici o altri membri di comunità sotterranee. Fra le “attività illegali” vi è la “dipendenza dall’estero” (ad esempio il rapporto col Vaticano). Si predica la non discriminazione, ma ai membri del partito è proibito praticare la religione anche in privato. Precisi controlli su edifici, statue, croci. Controlli serrati anche su internet. Forse è la fine delle comunità sotterranee.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®