22 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 09/03/2012, 00.00

    INDIA

    Vescovi del Tamil Nadu al governo: Basta tormentare i cristiani di Tuticorin

    Nirmala Carvalho

    Le autorità ancora non sbloccano i conti bancari di due ong diocesane guidate dal vescovo Yvon Ambroise, per presunti finanziamenti illeciti della protesta antinucleare. Portavoce delle organizzazioni: “Governo ridicolo, quei fondi servono per orfanotrofi e malati”. I servizi delle ong sono rivolti soprattutto a indù.

    Chennai (AsiaNews) - Il governo centrale deve smettere di tormentare i cristiani e ritirare i commenti negativi contro la diocesi di Tuticorin. Mons. A.M. Chinnappa, arcivescovo di Madras-Mylapore e presidente della Conferenza episcopale del Tamil Nadu, interviene in difesa di mons. Yvon Ambroise, vescovo di Tuticorin, denunciato dalle autorità per il presunto finanziamento della protesta antinucleare. Dal 9 febbraio scorso, il governo ha congelato i conti bancari di quattro ong, comprese la Tuticorin Diocesan Association e la Tuticorin Multipurpose Social Service Society, guidate dal prelato. L'accusa è di aver usato i loro fondi stranieri - destinati a orfani, disabili, prevenzione e cura della lebbra - per le manifestazioni contro la centrale nucleare di Koodankulam.

    "Se la mia gente soffre - sottolinea mons. Ambroise -, come vescovo sono dalla loro parte. Ma questo non vuol dire istigare. Non riusciamo a capire perché il governo stia coinvolgendo in modo personale me e la mia diocesi. Tutti sono coinvolti, perché non stanno protestando solo i cristiani".

    Ad AsiaNews p. William Santhaam, portavoce delle ong guidate dal prelato, specifica: "Congelando i nostri conti bancari, il governo sta colpendo i più poveri tra i poveri, gli emarginati, quando invece dovrebbe proteggerli. Uno dei conti è riservato a un orfanotrofio. Lì i bambini cristiani sono solo una minoranza, la maggior parte sono indù. Questi bambini non c'entrano nulla con le proteste, e stanno soffrendo. I malati sono quelli che hanno bisogno di maggiore assistenza, e ora si ritrovano ancora più in difficoltà. È ridicolo".

    Firmato nel 1988 ma avviato solo nel 1997, il progetto dell'impianto nucleare russo di Koodankulam ha subito diversi rinvii, per ritardi nella fornitura di componenti e l'ostruzionismo della gente. L'11 settembre 2011, più di 127 persone del villaggio di Idinthakarai hanno iniziato a digiunare in segno di protesta. Dopo 12 giorni, la gente ha interrotto lo sciopero della fame per le promesse (non mantenute) di J. Jayalitha, chief minister dello Stato, che aveva garantito di fermare il progetto. 

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    02/11/2012 INDIA
    Noam Chomsky: Con il nucleare di Kudankulam, l’India rischia una nuova Bhopal
    Il noto linguista americano firma una lettera di solidarietà per il popolo del Tamil Nadu, che da tempo si batte contro la costruzione dell’impianto atomico. Come lui, altri intellettuali e personalità nazionali e internazionali esprimono il loro sostegno alla gente di Kudankulam. Per diffondere la protesta, il movimento anti-nucleare lancia il sito CounterCurrents.

    21/03/2012 INDIA
    Tamil Nadu, protesta antinucleare: 200 arresti. Fermato anche un prete
    Manifestavano in modo pacifico contro l’impianto di Kudankulam. Il governo ha dato il via libera ai lavori. Secondo un gesuita, l’India ha bisogno dell’energia nucleare, “fondamentale nel garantire riserve energetiche all’India, ridurre l’inquinamento atmosferico e ottenere vantaggi economici. La gente deve solo essere educata”.

    15/03/2012 INDIA
    Tamil Nadu, nuove proteste di Chiesa e pescatori contro la centrale nucleare di Koodankulam
    I pescatori chiedono anche di scongelare i conti bancari delle ong diocesane di mons. Yvon Ambroise, vescovo di Tuticorin. Il governo non eroga più fondi, accusandole di finanziare con soldi stranieri le manifestazioni antinucleare. Il prelato invia una lettera al primo ministro Manmohan Singh per chiedere di risolvere la situazione.

    11/09/2012 INDIA
    Violenze della polizia sui manifestanti antinucleare: due morti e una chiesa profanata
    Le vittime sono un pescatore di 44 anni e una bambina di 6. L’uomo è stato ucciso da un colpo esploso dalle forze dell’ordine; la piccola è stata travolta. Un sacerdote denuncia le “atrocità” commesse dagli agenti: aggressioni a manifestanti disarmati e nonviolenti; statue della Madonna distrutte e profanate.

    02/01/2006 INDIA
    Tamil Nadu: no dei vescovi al programma governativo di pasti gratuiti

    L'Annadhanam non risponde alle esigenze della chiesa ed anzi può essere causa di problemi e tensioni. Al posto del programma sarebbero invece opportuni aiuti e sovvenzioni per orfanotrofi, scuole e ospedali.





    In evidenza

    MYANMAR
    Non solo Rohingya: la persecuzione delle minoranze cristiane in Myanmar



    La sofferenza di Kachin, Chin e Naga. La discriminazione su basi religiose è in certi casi addirittura istituzionalizzata. I cristiani sono visti come espressione di una fede straniera ed in contrasto con la visione nazionalista. Per anni il regime militare ha introdotto feroci misure discriminatorie.


    VATICANO - ASIA
    Il mondo ha urgenza della missione della Chiesa

    Bernardo Cervellera

    Ottobre è un mese consacrato al risveglio della missione fra i cristiani. Nel mondo c’è indifferenza o inimicizia verso Dio e la Chiesa. Le religioni sono considerate la fonte di tutte le guerre. Il cristianesimo è l’incontro con una Persona, che cambia la vita del fedele e lo mette al servizio delle ferite del mondo, lacerato da frustrazioni e guerre fratricide. L’esempio del patriarca di Baghdad e del presidente della Corea del Sud.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®