19 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 17/04/2015, 00.00

    BANGLADESH

    Vescovo di Sylhet: Protezione per i tribali cattolici, vittima di espropri e minacce

    Sumon Corraya

    A Pasqua un villaggio abitato da Khasia ha subito un duro attacco da un gruppo di musulmani. Obiettivo dell’aggressione era convincere la comunità ad abbandonare la locale piantagione da tè, di cui ha legale usufrutto. Il parroco: “Viviamo nella paura”.

    Sylhet (AsiaNews) – “Vogliamo giustizia e sicurezza per i nostri sacerdoti e i nostri fedeli. Speriamo che il governo trovi una soluzione pacifica e che la nostra gente possa vivere libera da tensioni”. È l’appello che mons. Bejoy N. D’Cruze omi, vescovo di Syleht, lancia attraverso AsiaNews dopo i recenti attacchi contro i tribali Khasia che vivono nella sua diocesi. “Sono una comunità molto pacifica – sottolinea il presule – ma spesso cadono vittime della maggioranza bengalese”.

    Il 6 aprile scorso Syed Ara Begum, musulmano proprietario di una piantagione da tè, insieme ad almeno 35 persone ha attaccato il villaggio Khasia che cade sotto la giurisdizione della parrocchia di Sreemongal (distretto di Moulovobazar). La popolazione – tutta cattolica – stava celebrando la messa per il lunedì dell’angelo. Udite le grida, il parroco p. James Kiron Rozario Csc è corso sul posto per salvarli. La folla di islamici però lo ha aggredito con un coltello, ferendolo in modo grave e minacciando di ucciderlo.

    Dopo aver aggredito i fedeli, il gruppo ha rubato oggetti per un valore di 33.900 taka (4.134 euro); distrutto Bibbie, croci, immagini sacre, strumenti musicali e case; ucciso capre e galline.

    Il parroco ha sporto denuncia contro i musulmani che li hanno attaccati: “Ci hanno aggrediti per spingerci ad abbandonare la piantagione. Vogliono occupare quel terreno, ma quanto hanno fatto è illegale”. P. Rozario spiega che la popolazione ha ottenuto anni fa dal governo il permesso di usare quella terra. “Adesso – afferma – io e i miei cattolici viviamo nella paura, potrebbero attaccarci da un momento all’altro”.

    Nirmal Rozario, leader della Bangladesh Christian Association, dichiara: “Esprimiamo la nostra ferma condanna per l’attacco al sacerdote e alla comunità. Chiediamo che i colpevoli siano presi e assicurati alla giustizia”.

    I tribali Khasia sono emigrati nella regione di Sylhet dall’India moltissimi anni fa. Al momento vivono in 108 villaggi, appartenenti a quattro parrocchie cattoliche della diocesi.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    06/02/2015 BANGLADESH
    Dinajpur, attaccato un villaggio cattolico. Il vescovo: Basta violenze
    Mons. Sebastian Tudu lancia l'appello dopo settimane di tensione. Oltre 300 musulmani hanno aggredito la comunità per questioni legate a un terreno, di proprietà dei tribali cattolici. Negli scontri muore un islamico: il gruppo risponde dando fuoco a tutte le case.

    23/05/2014 BANGLADESH
    Bangladesh, medici cattolici curano in modo gratuito 248 tribali
    L'Association of Bangladesh Catholic Doctors (Abcd), affiliata alla Conferenza episcopale locale, ha organizzato un ambulatorio da campo nella diocesi di Mymensingh. Una paziente racconta: "Viviamo nelle foreste e non ci sono ospedali nelle vicinanze". Nel Paese ci sono solo cinque medici e due infermiere ogni 10mila abitanti.

    22/07/2014 BANGLADESH
    Bangladesh, 2.500 cattolici protestano per l'attacco alla chiesa di Boldipukur
    La dimostrazione si è svolta a Mithapukur: era presente anche mons. Sebastian Tudu, vescovo della diocesi di Dinajpur dove è avvenuta la violenza. A Dhaka altri 600 cattolici formano una catena umana per manifestare contro l'aggressione. Leader cristiano: "Anche noi siamo membri di questa nazione".

    29/12/2011 BANGLADESH
    Un ostello di giovani tribali buddisti e cristiani, per lo sviluppo del Bangladesh
    Nata nel 2006, la Hill Child Home sorge nell’area di Bandarban Hill tract e accoglie ragazzi e ragazze orfani, abbandonati, poveri e disabili. Vicino è nata la Moon-Light K.G. School, aperta agli ospiti dell’ostello e a esterni. Secondo il suo fondatore Mong Yeo Marma, un buddista, “l’educazione è il pilastro di uno Stato e dare l’opportunità di studiare a tutti i giovani è l’unico modo per cambiare”.

    01/08/2014 BANGLADESH
    Bangladesh, ancora tensione a Boldipukur: minacce contro la missione
    Ignoti vogliono che la parrocchia ritiri la denuncia presentata dopo l'attacco contro la chiesa e il convento. La violenza non aveva ragioni economiche dirette, né voleva essere un'aggressione "in odio alla fede". "È probabile - dicono fonti locali - che si sia trattato di un segnale per intimidire suore e sacerdoti e convincerli a chiudere una disputa legale su un terreno".



    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®