24/10/2016, 08.37
FRANCIA
Invia ad un amico

È iniziata l’evacuazione dei migranti dalla ‘Jungla’ di Calais

Oltre mille poliziotti sono precettati per lo sgombero di almeno 6-8mila rifugiati. La maggior parte di loro proviene da Afghanistan, Sudan ed Eritrea. La popolazione di Calais lamenta poca sicurezza e un calo negli affari. E’ la quarta volta che si sgombera un campo vicino al porto.

Calais (AsiaNews/Agenzie) – Decine di migranti hanno cominciato stamane a mettersi in fila davanti ai punti di raccolta per dare inizio alla piena evacuazione del campo profughi definito “la jungla”, a soli 800 metri dal porto della città francese che si affaccia sulla Manica.

Uomini e donne, con valigie e bagagli di fortuna, si assiepano nell’attesa di essere trasferiti in altri centri profughi del Paese.

Il governo francese ha definito come “umanitario” il carattere dell’operazione, che mira allo sgombero totale della “jungla” che negli ultimi 18 mesi è cresciuta fino a raccogliere dai 6 agli 8mila migranti. La maggior parte di loro proviene da Afghanistan, Sudan ed Eritrea e sono giunti fino a qui per cercare di attraversare la Manica e approdare in Gran Bretagna.

Nei giorni scorsi sono avvenuti diversi scontri con la polizia. E anche oggi decine di camionette e almeno mille poliziotti sono stati precettati, pronti ad intervenire.

Lo sgombero del campo è visto come un sollievo dagli abitanti della città che lamentano poca sicurezza e un calo negli affari a causa del degrado portato dai migranti. In più, il trasporto di merci, soprattutto di notte, è divenuto un rischio: bande di migranti hanno assalito quasi ogni notte camion che si dirigevano verso la dogana per salirvi ed espatriare.

Membri delle associazioni che in questi mesi hanno aiutato i profughi a vivere nella “jungla” fanno notare che Calais è una destinazione che fa gola a tutti i migranti, data la sua posizione e che prima o poi altri campi si formeranno. Dal 2002 sono stati costruiti e spazzati via almeno tre insediamenti selvaggi, oltre a questo sgombero che comincia oggi.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Incendio e rivolte nel campo profughi: la tragedia continua di Lesbo
30/09/2019 07:33
Viaggio del papa a Cipro e in Grecia: al confine tra cristianesimo e islam
29/11/2021 11:58
Francesco, Bartolomeo, Hieronymus: l’unità dei cristiani a favore dei profughi e l’impaccio dell’Europa
06/04/2016 15:47
​Si inasprisce il contrasto tra Turchia e Grecia sui rifugiati
07/03/2020 12:14
Iniziano le deportazioni dei migranti verso la Turchia
04/04/2016 08:49


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”