06/03/2020, 11.07
VIETNAM
Invia ad un amico

La vittoria degli abitanti di Sôn Lôi contro il coronavirus

di di Ngoc Lan

Sei abitanti del comune, che erano stati a Wuhan per lavoro,  erano stati colpiti dalla malattia. Sôn Lôi è stata messa in isolamento dal 13 febbraio al 4 marzo, quando il blocco è stato tolto.

Hanoi (AsiaNews) – Sono lieti per aver superato la quarantena imposta per il coronavirus alcuni fedeli della parrocchia di Hữu Bằng, intervistati il 4 marzo. “Siamo molto felici – hanno detto - non siamo più in quarantena. Il modello di prevenzione della polmonite di Wuhan ha ottenuto buoni risultati”.

Il 15 novembre 2019, otto lavoratori vietnamiti, dipendenti della Nihon Company sono andati a Wuhan per un corso di formazione di due mesi. Uno dei lavoratori era della provincia di Thanh Hóa e sette del comune Sơn Lôi della provincia di Vĩnh Phúc. Sono tornati in Vietnam il 17 gennaio con un volo della Southern China Airlines attraverso l'aeroporto Nội Bài di Hanoi.

Dopo che erano tornati dalle loro famiglie, il Ministro della salute del Vietnam ha reso noto che i medici avevano rilevato che sei di loro erano state infettate dal coronavirus di Wuhan (Covid 19). Queste persone vivono nel comune Sơn Lôi della provincia di Vĩnh Phúc.

Pertanto, le autorità della provincia hanno deciso di isolare il comune di Sơn Lôi dal 13 febbraio al 4 marzo (nella foto). Il comune Sơn Lôi si trova nel distretto di Bình Xuyên nella provincia di Vĩnh Phúc.

Sôn Lôi ha circa 10mila abitanti. Tra questi ci sono circa 1.300 cattolici. Vivono nelle due piccole comunità di Bá Cầu e Ngọc Bảo Church, entrambe appartenenti alla parrocchia di Hữu Bằng.

Un abitante di Sôn Lôi ha raccontato che “il primo giorno, il 13 febbraio, tutti gli abitanti del comune sono stati bloccati. E’ il "Nội bất xuất, ngoại bất nhập" (nessuno dentro può uscire, nessuno fuori può entrare). Nel comune di Sơn Lôi c'erano 6 casi di infezione da coronavirus"

Il 4 marzo tutti si sono sentiti sollevati e felici. I divieti e il blocco del comune Sơn Lôi nel distretto di Bình Xuyên della provincia di Vĩnh Phúc sono stati rimossi. Tutte le persone che erano isolate così come quelle fuori dalla zona interdetta si sono incontrate di nuovo con grande gioia.

Molte persone hanno affermato che “coloro che hanno vissuto 20 giorni in isolamento a causa del coronavirus hanno vissuto molte emozioni diverse che forse solo quelli che le hanno sperimentato possono capirlo”.

La mattina del 4 marzo, nella chiesa di Bá Cầu, padre Francis Nguyễn Đức Đại, parroco della parrocchia di Hữu Bằng e padre Joseph Hoàng Trọng H ofu della diocesi di Nin Nin, hanno guidato l'adorazione eucaristica, presenti cattolici e non cattolici per ringraziare Dio e la Madonna di Madre Maria.

La gente di di Sôn Lôi ha anche ringraziato vescovi, sacerdoti, religiosi, autorità locali, funzionari, benefattori e tutti coloro che hanno aiutato e accompagnato questi residenti di "nella zona della peste".

Secondo la signora Thương, responsabile dei media della diocesi, “tutti gli abitanti del comune di Sơn Lôi hanno ringraziato i pastori della diocesi. Hanno lavorato insieme nei momenti più difficili. Cattolici e non cattolici, i funzionari del governo locale si sono comportati molto bene. Spesso vanno in chiesa per pregare e ringraziare Dio, per il Dio misericordioso. Dio ci ama ancora in tutte le avversità".

Quindi, alle 8:00 del 4 marzo 2020, il comune Sơn Lôi è uscito dalla quarantena. Tutti i posti di blocco sono stati rimossi e gli abitanti sono tornati alla vita normale.

Gli abitanti della comune di Sôn Lôi hanno creduto che “Attraverso le preghiere e la partecipazione alla Santa Messa di cattolici e non cattolici, Dio ha amato e preservato le persone qui".

Questa vittoria è frutto della cooperazione delle persone di Sơn Lôi. Tutti hanno consapevolmente partecipato attivamente alla prevenzione. Allo stesso tempo, medici, infermieri e funzionari statali, hanno lavorato giorno e notte per monitorare la situazione della malattia e mettere in atto misure adeguate per prevenire e curare il coronavirus.

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Liberazione a metà: p. Van Ly dovrà tornare in prigione dopo le cure
16/03/2010
Prete cattolico di Hue in difesa di attivisti umiliati alla televisione di Stato
24/08/2009
A Wuhan l'Assemblea nazionale 'ufficiale' dei cattolici cinesi
18/08/2022 12:42
Covid-19, hackers vietnamiti hanno attaccato la Cina per raccogliere informazioni
28/04/2020 09:10
P. Bai Jianqing: Evangelizzare durante l’epidemia di coronavirus
06/03/2020 11:44


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”