13/07/2006, 00.00
Libano – Israele
Invia ad un amico

Aerei israeliani bombardano l'aeroporto di Beirut

Raid anche nel sud con decine di morti fra i civili.

Beirut (AsiaNews) – Aerei israeliani hanno bombardato stamane l'aeroporto internazionale di Beirut con una serie di raid in risposta all'uccisione al confine fra Libano e Israele di 8 soldati israeliani e al rapimento di altri due da parte delle milizie di Hezbollah. Le bombe hanno prodotto 4 crateri sulle piste, costringendo l'aeroporto a chiudere e deviare i voli a Larnaca (Cipro).

Prima dell'attacco all'aeroporto, gli aerei israeliani hanno condotto una serie di raid contro sedi di Hezbollah, ponti e strade nel sud Libano. Secondo cifre fornite dalla polizia libanese, negli attacchi di stamattina al sud sono morti 27 civili, compresi 10 bambini. Gli Hezbollah hanno lanciato missili nel nord di Israele.

Un portavoce dell'esercito israeliano ha giustificato l'attacco all'aeroporto dicendo che esso è usato per il trasporto di armi e viveri per gli Hezbollah.

Era da circa 10 anni che l'aeroporto di Beirut no veniva attaccato. Divenuto il simbolo della rinascita del Libano dopo la guerra civile, esso era stato dedicato a Rafic Hariri, il primo ministro ucciso nel febbraio 2005.

Ieri il primo ministro siareliano Ehud Olmert ha definito la cattura e l'uccisione dei soldati israeliani da parte degli Hezbollah un vero e proprio "atto di guerra" e ritiene il Libano responsabile del gesto. Il premier libanese Fouad Sinora ha negato ogni responsabilità, essendo all'oscuro dell'operazione degli Hezbollah.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Damasco accusa Israele del bombardamento di un aeroporto militare nei pressi della capitale
13/01/2017 08:51
Si aggrava lo scontro a Gaza, 24 morti
07/07/2006
Hezbollah rapisce due soldati israeliani: scenari di guerra al confine con il Libano
12/07/2006
Spari, bombe e feriti a Beirut per lo sciopero appogiato da Hezbollah
07/05/2008
Mosca “preoccupata” per il raid aereo israeliano in Siria
31/01/2013


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”