12/09/2005, 00.00
LIBANO
Invia ad un amico

Card. Sfeir: urgente il rinnovamento nella Chiesa maronita

di Youssef Hourani
Il patriarca ha presieduto oggi la messa d'apertura dell'ultima sessione del Sinodo maronita.

Beirut (AsiaNews) – La Chiesa maronita ha bisogno di un "rinnovamento" a tutti i livelli: spirituale, liturgico, disciplinare e religioso. È l'urgenza espressa dal card. Nassrallah Sfeir, patriarca maronita, ai partecipanti dell'ultima sessione del Sinodo patriarcale che si chiude oggi, dopo 2 settimane di lavori. Questa mattina il cardinale ha presieduto la messa celebrata nel convento di Nostra Signora della montagna (nord Beirut). La funzione ha aperto la terza e ultima, fase del Sinodo; erano presenti 40 vescovi maroniti provenienti dal Libano e dai Paesi della diaspora; 4 superiori generali degli ordini religiosi maroniti e 8 delle congregazioni femminili.

Nella sua omelia il patriarca ha sottolineato l'importanza di questa fase sinodale, indicando l'urgenza di prendere delle decisioni "profetiche" in un mondo turbato.

Già dalle 2 sessioni precedenti era emersa la necessità, dopo secoli, di uno studio approfondito dello stato della Chiesa maronita e l'invito a tutti i partecipanti ad un vero e sincero esame di coscienza; questo Sinodo segue di 190 anni l'ultimo, svoltosi a Louaizé nel 1818.

Quanto al necessario rinnovamento della Chiesa, il card. Sfeir ha invitato i padri sinodali a prendere le misure necessarie per una nuova rinascita della Chiesa maronita, alla luce dei recenti sviluppi della scena politica internazionale e libanese. Un pensiero è andato anche ai giovani: il patriarca li ha esortati a non lasciare il loro Paese d'origine, invitando le autorità ad offrire le occasioni adatte per migliorare le condizioni di vita e contenere l'emigrazione verso i paesi della diaspora.

I lavori del Sinodo verranno pubblicati dopo la chiusura e le sue decisioni saranno sottoposte all'approvazione della Sede Apostolica.

La Chiesa maronita conta più di 10 milioni di fedeli divisi in 30 diocesi sparse in tutto il mondo; i sacerdoti sono più di 2 mila, 1.500 i religiosi e più di 3 mila le religiose.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Card. Sfeir: urgente un "rinnovamento" nella Chiesa maronita
05/09/2005
Patriarca Sfeir : Gli attentati producono "inquietudine mortale" nei libanesi
27/09/2005
Il patrirca Rai in Canada per incontrare la diaspora libanese
26/09/2018 14:32
Beirut, vescovi e patriarchi: ‘purificare la memoria’
16/11/2021 12:23
Beirut: patriarchi dibattono su crisi politica, sinodo e scuola
10/11/2021 08:47


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”