10/11/2004, 00.00
palestina
Invia ad un amico

Dirigente palestinese: Arafat, oggi l'annuncio della morte

Ramallah (AsiaNews/Agenzie) – La notizia della morte di Arafat sarà data in via ufficiale oggi alla Muqata, il quartier generale del leader palestinese a Ramallah. Lo ha dichiarato alla AFP un dirigente palestinese, che ha chiesto l'anonimato: "La morte del presidente dovrebbe essere annunciata oggi dopo l'incontro del comitato centrale del partito Fatah e del comitato esecutivo dell'Organizzazione per la liberazione della Palestina (Olp) che si deve tenere a Muqata".

Il partito Fatah è la principale corrente interna all'Olp.

L'annuncio della morte del vecchio leader è stato posticipato ad oggi, dopo il ritorno dalla Francia di 4 alti dirigenti palestinesi che hanno visitato Arafat, ricoverato da 13 giorni all'ospedale militare Percy a Clamart, presso Parigi.

Prima di lasciare Parigi, il ministro palestinese degli Esteri Nabil Shaath ha dichiarato che Arafat è gravemente malato ma ancora vivo e che non esiste il problema di staccare la spina dei macchinari che tengono in vita il leader palestinese.

Shaath ha anche detto ai giornalisti che le condizioni di Arafat sono peggiorate e che egli si trova in coma profondo, sebbene il suo cuore, cervello e polmoni funzionino ancora.

Nella sua visita a Parigi Shaat era accompagnato da altri 3 leader palestinesi: il primo ministro Ahmed Qurie (noto come Abu Ala), Mahmoud Abbas (Abu Mazen), vice presidente dell'Olp, e il portavoce del parlamento Rawhi Fattuh.

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Preoccupazione e confusione in Palestina per il "dopo Arafat"
05/11/2004
Una tv cristiana diffonde il Vangelo in Terra santa
15/10/2004
Ahed Tamimi rimarrà in carcere fino alla fine del processo
18/01/2018 11:42
Una tv cristiana diffonde il Vangelo in Terra santa
22/10/2004
Israele: Nessuna limitazione alla moschea di al Aqsa
15/10/2004


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”