14/12/2004, 00.00
CINA
Invia ad un amico

Hunan: 4 morti e 16 dispersi per un incendio in miniera

Nel Guizhou continuano le operazioni di soccorso per 36 minatori intrappolati da due giorni in una miniera.

Pechino (AsiaNews/Agenzie) – Ancora vittime nelle miniere cinesi: un'esplosione in una miniera della Cina centrale ha causato 4 morti e 16 dispersi; nel frattempo i soccorritori continuano le operazioni di recupero di 36 minatori intrappolati, in seguito ad una inondazione, in una cava nel sud-ovest del paese.

Ieri un incendio è divampato in una miniera di carbone nella contea di Xiangtan, nella provincia dell'Hunan: 21 i lavoratori presenti nella cava al momento dell'esplosione. I funzionari della miniera confermano che le vittime accertate sono 4, mentre sono 16 i lavoratori ancora dispersi. Un solo superstite è scampato alla tragedia.

Chen Qiguo, capo del dipartimento di propaganda della contea di Xiangtan, afferma che "al momento dell'incendio erano 21 i lavoratori all'interno della cava. Nella mattinata di oggi ne abbiamo salvato uno e abbiamo trovato 4 corpi privi di vita. Sono 16 i lavoratori che mancano all'appello". Il funzionario governativo locale sottolinea che "il fuoco è stato domato, ma manca l'elettricità quindi non è possibile usare l'ascensore per scendere nella cava e recuperare gli altri".

Egli conferma che "la priorità è ripristinare l'energia elettrica per far ripartire l'ascensore" e ribadisce che "al momento non è possibile fare previsioni sulla possibilità di trovare altre persone ancora in vita".

Domenica un altro incidente ha colpito la miniera di Xujiaba Tianchi, nella contea di Sinan (provincia di Guizhou); gli uomini della sicurezza sono ancora impegnati nelle operazioni di recupero di 36 lavoratori, ma le speranze di trovare superstiti diminuiscono con il passare delle ore. "Stiamo cercando di pompare all'esterno l'acqua che ha invaso la cava, ma abbiamo bisogno di altre pompe" afferma un responsabile dei soccorritori che chiede di mantenere l'anonimato. "La speranza è che arrivino altri macchinari dalle contee della zona, perché al momento non abbiamo ancora trovato nessuno".

Quando l'acqua ha invaso l'interno della miniera erano 80 i lavoratori chiusi al suo interno; 44 di questi sono riusciti a mettersi in salvo subito, mentre gli altri sono rimasti intrappolati al suo interno.

L'industria mineraria cinese ha fatto registrare diversi incidenti nelle ultime settimane. I più gravi in una miniera dello Shaanxi, dove sono morti 166 lavoratori, e nell'Henan (148 le vittime): entrambi gli incidenti sono stati causati da un'esplosione di gas.

Le statistiche ufficiali parlano di 7 mila morti all'anno nelle miniere cinesi; attivisti per i diritti dei lavoratori affermano che le stime reali potrebbero raggiungere le 20 mila vittime ogni anno.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Shanxi: 33 vittime nell'esplosione di una miniera
10/12/2004
Miniere di carbone in Cina: il cimitero dei migranti
15/11/2006
Sale a 166 il numero dei morti nella miniera dell'Heilongjiang
02/12/2005
Heilongjiang, salgono a 161 le vittime dell'esplosione nella miniera
01/12/2005
Cina, esplosione in miniera: un disastro annunciato
29/11/2005


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”