21/02/2022, 11.43
GIAPPONE
Invia ad un amico

Il Premio Niwano 2022 a p. Lapsley, testimone di riconciliazione in Sudafrica

Tokyo (AsiaNews) – La Fondazione Niwano ha assegnato la 39esima edizione del suo premio per la pace, considerato una sorta di “Nobel delle religioni”. Per il 2022 il riconoscimento è andato a p. Michael Lapsley, missionario anglicano in Sudafrica, per il suo “instancabile impegno nella lotta contro l’apartheid e altree forme di discriminazione sociale insieme a varie attività per la promozione della pace in altre parti del mondo”:

Nato in Nuova Zelanda nel 1949, divenuto sacerdote anglicano nel 1973, p. Lapsley era stato inviato a Durban in Sudafrica dove lavorando come cappellano tra gli universitari aveva cominciato a battersi contro l’apartheid. Espulso dal Paese nel 1976 si era stabilito in Lesotho dove con la dirigenza dell’African National Congress aveva continuato a lottare per i diritti dei neri in Sudafrica. Nel 1990, quando ancora si trovava in esilio nello Zimbabwe, fu vittima di un attentato: l’esplosione di una lettera a lui indirizzata lo lasciò senza le mani e con un solo occhio. Ma questo - come ricorda ancora la Commissione del premio Niwano – “non gli ha provocato rancore, ma l’ha spinto lavorare per sanare le ferite e promuovere la riconciliazione”.

Ritornato in Sudafrica nel 1992 ha lavorato con la Commissione per la verità e la riconciliazione e ha contribuito a fondare nel 1998 a Cape Town l’Istituto per la guarigione della memoria. E anche fuori dal Sudafrica ha contribuito a portare questo modello in tanti Paesi del mondo attraversati da conflitti, compresi quelli generazionali all'interno delle famiglie che hanno vissuto un trauma. "Ciascuno ha una storia da raccontare e ogni storia deve essere ascoltata, riconosciuta e rispettata – ama ripetere p. Michael -. Questo è il primo passo verso la guarigione sia a livello personale che interpersonale". 

La cerimonia ufficiale di premiazione si svolgerà a Tokyo il 14 giugno. Insieme a un diploma p. Lapsley riceverà una medaglia e un assegno da 20 milioni di yen (circa 150mila euro).  Il premio Niwano ogni anno mira onorare singoli o organizzazioni che hanno contribuito in modo significativo al dialogo interreligioso promuovendo la causa della pace. Porta il nome di Nikkyo Niwano, fondatore e primo presidente dell’organizzazione laica buddhista Rissho Kosei-kai, grande uomo di pace giapponese scomparso nel 1999.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Card. Gracias: Impariamo da Mandela, campione di libertà, democrazia e uguaglianza
10/12/2013
L'India saluta Nelson Mandela, "apostolo della nonviolenza come il Mahatma Gandhi"
06/12/2013
A uno studioso americano il 36mo Premio Niwano per la Pace
19/02/2019 09:58
A centro dello Sri Lanka per pace e riconciliazione il Premio Niwano per la pace
24/02/2016 08:51
Il mondo si inchina davanti a Nelson Mandela
06/12/2013


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”