30/11/2021, 11.40
BANGLADESH
Invia ad un amico

Jhenaidah: prima transgender alla guida di un governo locale

di Sumon Corraya

Nazrul Islam Ritu è stata eletta il 28 novembre con oltre 9mila voti. Apprezzata dalla comunità locale soprattutto per le sue attività filantropiche. I transgender in Bangladesh sono un milione e mezzo. Dal 2019 il genere trans è incluso nelle liste degli elettori.

Jhenaidah (AsiaNews) - Per la prima volta in Bangladesh una persona trasgender guiderà un governo locale (Union Parishad, amministrazioni locali che includono diversi villaggi). Il 28 novembre la candidata indipendente Nazrul Islam Ritu ha vinto la presidenza del Consiglio sindacale di Trilochonpur con 9.557 voti. Nazrul Islam Sana, il candidato sostenuto dalla Lega Awami, ha invece ottenuto 4.529 voti. 

“La gente della mia zona mi ha eletta come leader con amore e fiducia, sono loro grata”, ha dichiarato Ritu dopo la vittoria. “Ho vinto le elezioni come persona transgender, ora mi sacrificherò per il bene della mia comunità”.

La Commissione elettorale ha incluso il genere transgender nella lista degli elettori nel 2019. In Bangladesh un milione e mezzo di persone sono transgender e, oltre a essere discriminate, vengono spesso allontanate da casa. Nelle scuole e nelle università non sono ammesse.

Terza di sette fratelli, Ritu è stata cresciuta dalla comunità transgender di Dhaka, anche se racconta di aver mantenuto ottimi rapporti con la famiglia. Ora 43enne, da circa 15 anni è tornata alla comunità di origine. “Ho affrontato molti ostacoli a causa dei miei avversari - ha spiegato la neo amministratrice - Ma per il resto della mia vita voglio lavorare per la mia Union Parishad”. “Voglio che Trilochonpur diventi un modello - ha proseguito Ritu -. Soffro quando sento che qualcuno non viene curato o non può organizzare il matrimonio della figlia per mancanza di soldi. Voglio aiutare le persone senza speranze”. 

Ritu è diventata popolare per le sue attività filantropiche. Si è spesa per la costruzione di moschee e ha fatto donazioni ai templi indù. “Abbiamo notato la sua dedizione e il suo desiderio di lavorare per la gente”, hanno detto i suoi sostenitori.  

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Karnataka: demolita arbitrariamente una statua di Gesù
17/02/2022 11:42
Bangladesh, un altro sacerdote indù ucciso a colpi di machete
01/07/2016 09:01
Mirpur, la parrocchia ‘dei migranti’ Maria Regina degli Apostoli
14/11/2018 14:10
Dhaka, assaltato un bar per stranieri: decine di ostaggi
01/07/2016 20:32
Gruppi islamisti cercano reclute nelle comunità transgender
12/03/2021 10:38


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”