09/09/2022, 08.55
ASIA TODAY
Invia ad un amico

La Corea del Nord si dichiara Stato nucleare con diritto di attacco preventivo

Le altre notizie del giorno: Cina e India ritirano truppe su parte del confine conteso nell’Himalaya. Delhi riduce l’export di riso. Raddoppiano i prezzi delle medicine in Myanmar. Arrestato in Turchia alto dirigente dello Stato islamico. Sacerdote russo contro la guerra guadagna seguaci su YouTube. Kirghizistan: aperto al pubblico antico tempio buddhista.  

COREA DEL NORD

Con una legge il regime di Kim Jong-un si dichiara uno “Stato dotato di armi nucleari”, rivendicando il loro uso in modo “preventivo” per la difesa nazionale: una scelta “irreversibile” che esclude ogni possibilità di dialogo sulla denuclearizzazione, ha dichiarato Kim. Nonostante dure sanzioni internazionali, Pyongyang ha condotto sei test atomici tra il 2006 e il 2017.

CINA-INDIA

Due anni dopo un sanguinoso scontro di confine, Delhi e Pechino iniziano a disimpegnare le rispettive truppe dall’area di Gogra-Hotsprings, lungo la frontiera occidentale himalayana. Le due parti hanno dichiarato che il disimpegno sta avvenendo in modo coordinato. Sui due lati del confine conteso rimangono però migliaia di soldati cinesi e indiani.

INDIA

Delhi ha vietato l’export di rotture di riso e imposto un dazio del 20% sulla vendita all’estero di varie tipologie del cereale, di cui è il primo esportatore mondiale. Una decisione presa per calmierare i prezzi interni dopo i danni provocati alle coltivazioni dai monsoni, ma che avrà effetti inflattivi nel resto del mondo.

MYANMAR

Dal golpe militare dello scorso anno, i prezzi dei medicinali nell’ex Birmania sono cresciuti fino a raddoppiare in alcuni casi, compresi quelli per malattie comuni come l’influenza. Ospedali e cliniche sono a corto di medicine.

TURCHIA

La polizia turca ha arrestato un dirigente di alto livello del sedicente Stato islamico (ex Isis). A detta del presidente Erdogan, Bashar Hattab Ghazal Al Sumaidai (alias Abu Zeyd) è stato catturato durante un’operazione a cui hanno partecipato anche i servizi segreti di Ankara.

RUSSIA

Uno dei sottoscrittori della lettera aperta di 200 sacerdoti ortodossi russi contro la guerra in Ucraina, diffusa a marzo, il protoierej Andrej Kordockin, guadagna seguaci con il suo podcast “Che cosa c’è di nuovo”.  Egli spiega come il potere usa la Chiesa per i propri interessi, e come il cristianesimo condanna comunque la guerra. È visibile sul canale YouTube “Novaya Gazeta. Evropa”.

KIRGHIZISTAN

È stato riportato alla luce il tempio buddista di Krasnaja Rechka. Le rovine erano state scoperte nel 2010 su uno dei più importanti passaggi dell’antica Via della Seta. Il tempio risale a un periodo databile tra il VII e il X secolo, e ora è stato aperto ai visitatori.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Gerusalemme est: sette morti e 10 feriti in attentato a sinagoga
28/01/2023 08:57
Eau, Bahrein, Usa, Israele: rafforzeremo gli Accordi di Abramo
20/01/2023 08:55
Turchia: il 14 maggio le elezioni cruciali per il ‘sultano’ Erdogan
19/01/2023 08:59
Filippine: Nobel per la pace Ressa prosciolta da accusa di evasione fiscale
18/01/2023 08:54
Thailandia: la nipote di Thaksin corre per diventare premier
17/01/2023 08:57


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”