10/05/2007, 00.00
CINA
Invia ad un amico

Mancanza di controlli e sete di guadagno dietro ai 100 avvelenati di Panama

Liquido antigelo venduto come farmaco. Medicine contraffatte. Alimenti adulterati senza preoccupazione delle conseguenze. Il mondo si chiede quanto siano sicuri i controlli delle autorità cinesi sugli alimenti e i farmaci. Esperti: è il risultato di troppa attenzione all’economia e poca alla moralità. Parte prima di un dossier.

Pechino (AsiaNews/Agenzie) – I 100 morti provocati, a Panama, da uno sciroppo per la tosse cinese sono la più drammatica, e più recente, dimostrazione delle gravissime mancanze cinesi in materia di sicurezza alimentare e di farmaci. Lo scarso controllo, l'inquinamento e le diffuse contraffazioni i motivi all'origine dei fatti.

A Panama ci sono stati oltre 100 morti ufficiali (più di 365 secondo altre fonti) e centinaia di avvelenamenti perché nello sciroppo per la tosse, usato specialmente per i bambini, è stato messo un prodotto cinese indicato come glicerina, ingrediente comune nei farmaci: invece conteneva glicoldietilene, un antigelo industriale tossico. Ora Jiang Yu, portavoce del ministro cinese degli Esteri, dice che né la ditta che ha prodotto il tossico (la Taixing Glycerine Factory) né la ditta che l’ha esportato (la CNSC Fortune Way, di proprietà statale) hanno la licenza per produrre e trattare farmaci e conclude che, quindi, non sono state sottoposte ai controlli riservati in Cina ai farmaci.

Ieri il Consiglio di Stato cinese ha lanciato una campagna per un maggior controllo sugli alimenti, dopo che nei giorni scorsi ha ammesso che due ditte cinesi (la Binzhou Futian Biology Technology e la Xuzhou Anving Biology Technology Development Company) hanno esportato negli Stati Uniti glutine di grano e proteine di riso contenenti melamina. E’ una sostanza a basso prezzo usata per la plastica, senza valore nutritivo ma che ha la stessa composizione delle proteine, per cui l’alimento sembra avere più proteine. Quando due mesi fa negli Usa sono morti decine di gatti e di cani nutriti con questo alimento, l’Amministrazione generale per il controllo della qualità, l’ispezione e la quarantena ha risposto che “la Cina non ha nulla a che fare con l’avvelenamento di animali domestici negli Usa”, la Cina “non ha mai esportato grano o glutine di grano negli Usa”. Ora l’ente ha annunciato severi controlli in tutto il Paese. Intanto il Dipartimento Usa per l’agricoltura ha denunciato che il prodotto cinese è stato utilizzato anche nel mangime dato a milioni di polli, pesci, maiali.

Ma il vero problema è che si tratta di “incidenti già visti”: nel 2005 Zheng Xiaoyu, capo della Amministrazione statale per gli alimenti e i farmaci, è stato arrestato per avere ricevuto denaro per approvare farmaci non sperimentati. Ieri i media cinesi hanno annunciato che il processo è imminente: ma non risulta se i 170mila farmaci approvati durante la sua gestione siano stati controllati.

Steve Tsang, esperto dell’università di Oxford, dice che questo è l’esito dell’ideologia comunista, della soppressione statale della religione e degli sforzi di spazzare via la tradizionale morale cinese a vantaggio del mito del profitto economico. “Un governo democratico – osserva – non sarebbe rieletto se è carente nel proteggere l’incolumità fisica dei cittadini, come è successo in Cina” e i media denuncerebbero i casi.

Shi Xianming, specialista di Sicurezza alimentare all’università di Jiaotong a Shanghai, condanna il governo per la scarsa attenzione e l’insufficiente intervento  punitivo. “Il governo – dice – non ha adottato pene abbastanza severe per gli illeciti alimentari. La violazioni di legge sono punite in modo lieve, così la gente non se ne preoccupa”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Dhaka, il ‘Robin Hood’ che salva animali abbandonati in strada
12/05/2018 08:47
Cibi e medicine come veleni: timori di instabilità sociale
10/07/2007
La Cina ammette l’uso di sostanze nocive nel suo dentifricio
23/05/2007
Nuovi scandali per il mercato nero del sangue e la macellazione di maiali malati
11/07/2007
Hong Kong scopre melamina eccessiva nel mangime cinese per pesci
13/11/2008


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”