25/10/2016, 11.48
INDIA
Invia ad un amico

Mangalore, sacerdote aggredito da uno studente “svogliato”: la condanna della Chiesa

di Nirmala Carvalho

P. Michael Santhumayor è il preside dell’università Milagres. Aveva ripreso lo studente per le numerose assenze alle lezioni e lo aveva messo in guardia dal rischio di ripetere l’anno. Il sacerdote è ricoverato in ospedale; l’aggressore è stato arrestato. Le proteste degli studenti, che chiedono maggiore sicurezza.

Mumbai (AsiaNews) – La diocesi di Mangalore (Karnataka) ha condannato l’aggressione di p. Michael Santhumayor, preside del Milagres College, avvenuta il 20 ottobre scorso. Il sacerdote è stato picchiato da Mohammed Shahnavaz, studente di Economia aziendale, perché “colpevole” di averlo ripreso per le numerose assenze alle lezioni universitarie. I vertici della diocesi insieme al corpo docente e agli studenti hanno presentato in commissariato un memorandum, nel quale esprimono solidarietà al sacerdote aggredito e preoccupazione per l’atto di violenza.

L’aggressore è stato rintracciato grazie ai filmati delle telecamere di sorveglianza, e oggi è stato messo agli arresti. P. Santhumayor si trova invece ricoverato in un ospedale privato nella cittadina di Valencia, dove è stato trasportato subito dopo il pestaggio.

Il memorandum della diocesi e dell’amministrazione universitaria è stato inoltrato a M. Chandra Sekhar, commissario di polizia locale. Il documento ricostruisce il momento dell’aggressione contro il sacerdote, che opera nel campo dell’educazione da oltre 10 anni. Le immagini delle telecamere mostrano come Mohammed Shahnawaz abbia atteso che il preside si trovasse da solo, prima di colpirlo con forza mentre si recava a pranzo. In seguito si è dato alla fuga, con la complicità di alcuni amici.

I professori dell’università hanno riferito che lo studente ha un passato di violenze e cattiva condotta, compresa la distruzione del registro delle presenze. È stato proprio il richiamo sulle ore di frequentazione in classe a scatenare la furia: il sacerdote lo aveva messo in guardia dal probabile rischio di non essere ammesso agli esami di fine corso.

In seguito all’iniziativa della diocesi, promossa dal vescovo Aloysius Paul D’Souza, la polizia ha creato tre gruppi di ricerca. Il commissario Sekhar ha anche allertato l’università e il personale di vigilare sugli episodi di violenza e sui protagonisti di tali comportamenti, in modo da prevenire futuri incidenti.

Allo stesso tempo i professori e le associazioni dei genitori e di studenti hanno manifestato di fronte all’ufficio del vice commissario, chiedendo maggiore protezione e sicurezza.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Studente pakistano uccide ‘per blasfemia’ il suo preside
26/01/2018 11:47
Mangalore, conclusa l’inchiesta diocesana per la beatificazione di Raymond Francis Camillus Mascarenhas
19/07/2019 14:54
Preside indiano: tra i giovani cresce l’intolleranza religiosa
06/12/2018 11:57
Card. Gracias: 125 anni della diocesi di Mangalore, oasi del cristianesimo
13/02/2012
Bangladesh, proteste dopo lo stupro di un’insegnante cattolica
16/05/2016 09:01


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”