14/04/2021, 12.02
MYANMAR
Invia ad un amico

Onu: in Myanmar, una guerra ‘come la Siria’. Economia al collasso

di Francis Khoo Thwe

Michelle Bachelet, Alto commissario per i diritti umani, chiede agli “Stati influenti”, come la Cina e l’Asean, di applicare con urgenza “una pressione concertata sui militari in Myanmar”. Per la Banca mondiale, quest’anno l’economia del Paese si ridurrà del 10%. Fitch: un “Paese in fallimento”, a causa dei militari.

Yangon (AsiaNews) – In una dichiarazione diffusa ieri, l’Alto commissario dell’Onu per i diritti umani, Michelle Bachelet, ha chiesto alla comunità internazionale di non ripetere gli stessi “errori mortali del passato, come in Siria” e ha spinto a un’azione concertata per fermare la giunta militare nella loro “campagna di repressione e assassinio del loro popolo”.

Bachelet ha detto di temere che il Paese si stia dirigendo “verso un conflitto in piena regola”.

I timori si accrescono per le crescenti provocazioni dell’esercito verso i gruppi armati etnici e le loro risposte, che spingono il Paese verso una guerra civile.

Diversi Paesi occidentali, insieme a Corea del Sud e Giappone, hanno condannato le violenze della giunta, imposto sanzioni mirate e fermato contratti di aiuto allo sviluppo. Per Bachelet, “le dichiarazioni di condanna e sanzioni mirate e limitate non sono sufficienti”. Con un velato appello alla Cina e ai Paesi dell’Asean (Associazione delle nazioni del sudest asiatico), ella ha aggiunto: “Gli Stati influenti devono con urgenza applicare una pressione concertata sui militari in Myanmar per bloccare la serie di gravi violazioni dei diritti umani e possibili crimini contro l’umanità”.

Intanto il Paese, a causa delle violenze, assiste alla fuga di molti imprenditori stranieri. Lo sciopero di disobbedienza civile di quasi tutti i settori della società sta facendo scivolare l’economia – quasi tutta in mano alla giunta – verso il collasso.

Una recente previsione della Banca mondiale dice che quest’anno l’economia del Myanmar si ridurrà del 10%. L’agenzia Fitch Solutions ha detto che il Paese rischia di divenire un “Paese in fallimento”. Secondo Fitch, “il Tatmadaw [l’esercito] sta sempre più perdendo il controllo del Paese”, dove la vasta maggioranza sostiene Aung San Suu Kyi e il governo civile che è stato deposto.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Inviata Onu: Agire in Myanmar prima di un imminente bagno di sangue
01/04/2021 09:04
Continuano le manifestazioni in Myanmar. La frustrazione violenta della giunta
31/03/2021 14:32
Mandalay, quattro morti. I militari ‘uccidono ogni ombra, anche i cani’
30/03/2021 12:27
Gli ‘assassinii di massa’ della giunta anche contro i gruppi etnici
29/03/2021 14:09
Militari birmani uccidono i bambini. Pechino si cura di gas e petrolio
02/04/2021 11:52


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”