06/05/2021, 14.54
VATICANO-INDIA
Invia ad un amico

Papa Francesco vicino al popolo indiano che soffre per l’emergenza Covid

Nel messaggio inviato al card. Gracias il pontefice esprime “solidarietà e vicinanza spirituale”. E prega per la guarigione e la consolazione di quanti sono stati colpiti dalla pandemia. Alla comunità cattolica “gratitudine” per l’opera di “carità e fraterna solidarietà”. Dall’Italia una macchina per fornitura di ossigeno a 100 posti letto di un ospedale di Noida. 

Città del Vaticano (AsiaNews) - In questo momento “di sofferenza” a causa della “emergenza sanitaria” causata dalla pandemia da Covid-19, “scrivo per esprimervi la mia sincera solidarietà e vicinanza spirituale”. È quanto sottolinea papa Francesco in un messaggio inviato oggi al card. Osvald Gracias, arcivescovo di Mumbai e presidente della Conferenza episcopale indiana, come segno di comunione con la nazione oggi più colpita dal nuovo coronavirus. Il pontefice, prosegue la nota, prega Dio che possa garantire “guarigione e consolazione di tutti coloro che sono stati colpiti da questa grave pandemia”.

Il pensiero del papa è rivolto “ai malati e alle loro famiglie, a quanti si prendono cura di loro e, in particolare, quanti piangono la perdita di un proprio caro”. Vicinanza anche ai molti medici, infermieri, lavoratori della sanità e autisti di ambulanze che “rispondono ai bisogni immediati lavorando in modo instancabile”. Alla comunità cattolica esprime “gratitudine” per l’opera “di carità e di fraterna solidarietà”. 

Dopo aver rivolto un pensiero alle vittime, anche ai molti preti e religiosi deceduti, il pontefice conclude auspicando che “in questi giorni di immenso dolore, possiamo tutti noi essere consolati nella speranza nata dalla Pasqua e [...] nella promessa di Cristo di risurrezione e vita nuova. A tutti - chiosa - mando la mia benedizione”.

Oggi, intanto, per la seconda volta in una settimana in India il numero dei nuovi casi di coronavirus registrati in una sola giornata ha superato quota 400mila. I dati diffusi segnano l'ennesimo record: nelle ultime 24 ore sono state infatti 412,262 le persone risultate positive al test sul Covid-19, mentre le morti sono diventate 3.980. Il computo totale delle vittime dall'inizio della pandemia è salito a 230.168.

Fra le nazioni che hanno risposto alla richiesta di aiuti per l’India vi è anche l’Italia, che ha fornito un impianto per l’ossigeno per l’ospedale Itbp a Greater Noida, nell’Uttar Pradesh. L’ambasciatore italiano Vincenzo De Luca ha inaugurato oggi il macchinario; esso garantirà ossigeno a circa un centinaio di letti del nosocomio. L’impianto è arrivato nei giorni scorsi ed è stato allestito a tempo di record in sole 48 ore in una struttura dedicata a personale delle forze armate e della polizia, alle loro famiglie e ai veterani dell’esercito sotto la guida del ministero degli Interni che ne regola il funzionamento. Nell’occasione l’ambasciatore ha ringraziato il governo indiano per l’assistenza fornita a 17 cittadini italiani positivi al Covid-19 e bisognosi di cure. 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Chiesa di Bangalore: scuole a disposizione degli ospedali per i malati di Covid-19
06/05/2021 11:19
Papa a Cuba: “le famiglie non sono un problema”, sono un’opportunità da curare, proteggere, accompagnare
22/09/2015
Karnataka, nazionalisti indù contro la Bibbia nella scuola cristiana
28/04/2022 12:36
Karnataka, chiesa vandalizzata alla vigilia del Natale
23/12/2021 12:44
Karnataka: pronta la legge anti-conversioni, cristiani manifestano davanti alla cattedrale
06/12/2021 10:43


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”