08/03/2006, 00.00
INDONESIA
Invia ad un amico

Permessi per costruire chiese, cosa cambia (Scheda)

Conclusi i lavori per la revisione del controverso decreto che regola la costruzione dei luoghi religiosi. Le reazioni dei cristiani, le promesse di sostegno da parte dei leader musulmani.

Il Decreto ministeriale del 1969 (SKB No 1/1969), stabiliva che ogni comunità religiosa che vuole erigere un luogo di culto doveva avere il permesso dal capo dell'autorità locale e quello dei residenti della zona di edificazione. L'autorizzazione legale non era facile da ottenere e le richieste di chiese da parte dei cristiani cadevano quasi sempre nel vuoto costringendo spesso i fedeli a praticare la loro fede nella semi-illegalità. L'anno scorso estremisti islamici nella provincia di West Java hanno costretto alcune chiese domestiche a chiudere i battenti. In seguito a ciò si è resa necessaria una revisione del decreto. Secondo il Forum delle Comunicazioni delle Chiese di West Java, in tutto il 2005 i fondamentalisti hanno chiuso 35 chiese.

Il nuovo testo, frutto di discussioni tra leader religiosi delle diverse comunità, autorità governative e forze di sicurezza nazionali, mantiene la base del precedente, ma definisce requisiti più specifici per l'accordo dei permessi.

-         Il permesso legale viene emesso dal rappresentante del governo locale, che chiederà il parere degli esponenti delle varie comunità - riuniti nel Forum di comunicazione per l'armonia religiosa (Fkub) – e del dipartimento locale del ministero degli Affari religiosi. Il Fkub sarà composto dai rappresentanti di tutte le religioni, valuterà le richieste di permesso e le "raccomanderà" al governo locale.

-         il numero minimo di fedeli perché una comunità possa avere un nuovo luogo di culto è di 100. Alcuni esponenti protestanti propongono di fissare il tetto a 60.

-         il piano deve essere approvato da almeno 70 residenti del luogo di edificazione, e tutti di fede diversa da quella della comunità che avanza la richiesta. La Comunione delle Chiese indonesiane propone invece di fissare il tetto minimo di fedeli a 60 e a 40 quello per avere il permesso dai residenti.

-         secondo quanto annunciato dal ministero degli Interni le pratiche per richiedere l'edificazione non impegneranno più di 6 mesi e i tempi per ottenere i permessi si aggireranno tra i 7 e i 30 giorni.

Nelle ultime discussioni sul nuovo testo del SKB sono emerse posizioni che chiedono la totale abrogazione del decreto, da sostituire con una Legge sulla libertà religiosa.  

Il nuovo decreto deve avere il via libera del presidente Susilo Bambang Yudhoyono prima di essere definitivamente approvato.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Cristiani indonesiani "scettici" sul nuovo decreto per i luoghi di culto
08/03/2006
Indonesia, leader religiosi: "Il decreto sui luoghi di culto va contro i diritti delle minoranze"
28/03/2006
West Java, estremisti islamici continuano ad attaccare chiese
26/09/2006
Poso, violenze anticristiane: estremisti incendiano una chiesa protestante
23/10/2012
Cristiani e musulmani contro la legge per l'edificazione di luoghi di culto
22/07/2004


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”