25/05/2017, 10.32
INDONESIA
Invia ad un amico

Presidente Widodo: L’attacco terroristico di East Jakarta non mini l’unità nazionale

di Mathias Hariyadi

Negli ultimi mesi l’Indonesia in stato di allerta per la presenza di militanti ispirati dallo Stato islamico. Identificato uno dei due terroristi che hanno coordinato l’attacco. Utilizzati due ordigni rudimentali dal basso contenuto esplosivo. Disposta una caccia all’uomo per la rete di fiancheggiatori dei terroristi.

Jakarta (AsiaNews) – Il presidente Joko “Jokowi” Widodo richiama il popolo indonesiano all’unità nazionale, dopo l’attacco terroristico che ha causato la morte di tre persone e il ferimento di altre 10. Nel frattempo, proseguono le indagini preliminari e, secondo fonti del Jakarta Post, la polizia di East Jakarta ha identificato uno degli attentatori suicidi. Si tratta di Ichwan Nurul Salam, 32, residente nella capitale indonesiana.

In una conferenza stampa tenuta oggi nella sua residenza privata di Surakarta, Central Java, Widodo ha dichiarato: “Invito tutti i cittadini di questa nazione a rimanere calmi e a preservare la nostra unità. Dobbiamo difendere la nostra pace come i musulmani che si preparano al mese di digiuno del Ramadan”. Il presidente ha comunicato di aver disposto una caccia all’uomo per consegnare alla giustizia la rete di fiancheggiatori dei terroristi. Il compito di condurre le operazioni è stato affidato al gen. Tito Karnavian, capo della polizia nazionale.

Non è ancora chiaro chi sia dietro l'attacco, ma l'Indonesia, il Paese islamico più popoloso al mondo, negli ultimi mesi è in stato di allerta in seguito ad una serie di trame terroristiche e attacchi condotti da militanti ispirati dallo Stato islamico (Isis). Gli esperti ritengono che l’attentato avesse come obiettivo gli agenti di polizia. La nazione vive un periodo di forti tensioni sociali e politiche, dovute alle spinte islamiste dei movimenti radicali, che mettono a dura prova lo spirito di unità e pluralismo su cui è fondato lo Stato. Dopo la condanna per blasfemia del governatore di Jakarta Basuki “Ahok” Tjahaja Purnama, questi contrasti hanno assunto parvenza di conflitti religiosi. Nel tentativo di arginare il fenomeno, l’amministrazione Widodo ha di recente lanciato una campagna contro i movimenti più estremisti.

Ieri sera, intorno alle 21.00, il terminal di autobus Kampung Melayu Transjakarta è stato colpito da un duplice attacco bomba. La polizia riporta che i due terroristi sono morti all’istante. Almeno cinque poliziotti, che stavano scortando una tradizionale sfilata per accogliere il mese del Ramadhan, sono stati investiti dalle esplosioni e tre di loro sono morti. Cinque civili sono rimasti feriti nell’attacco.

Lo snodo di transito rapido di Transjakarta, a East Jakarta, e l'area circostante sono piombati nel caos dopo le esplosioni, avvenute intorno alle 21.00. Il terminal si trova in una zona densamente popolata ed è frequentato soprattutto da locali. Dalle indagini preliminari è emerso che gli attentatori hanno utilizzato due ordigni rudimentali dal basso contenuto esplosivo, costituiti da pentole a pressione riempite di materiale metallico.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Lo Stato islamico rivendica l’attentato di East Jakarta
26/05/2017 10:42
Jakarta, arrestati 9 miliziani dell’Isis: aizzavano le proteste contro il governatore
28/11/2016 08:51
Jakarta, approvata la legge che vieta i gruppi islamisti radicali
12/07/2017 11:13
Jakarta, uno studente su cinque per il califfato. Uno su quattro pronto a combattere
04/11/2017 10:43
Jakarta approva la legge contro le organizzazioni islamiste
28/10/2017 09:10


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”