24/08/2004, 00.00
filippine
Invia ad un amico

Prete cattolico vittima di "giornalismo irresponsabile"

Manila (AsiaNews) – Padre Ignacio Sawey, sacerdote dei Missionari di Gesù nell'arcidiocesi di Baguio-Benguet, ha accusato la ABS-CBN - una delle maggiori televisioni del Paese - di "giornalismo irresponsabile". L'emittente ha dato notizia della denuncia di violenza sessuale nei confronti di p. Sawey senza aver concesso al religioso la possibilità di replicare e difendersi.

La scorsa settimana il telegiornale della ABS-CBN ha mandato in onda in prima serata le dichiarazioni di una donna, Elvy Inyaka, che accusa p. Sawey di molestie sessuali. Per rispondere a queste insinuazioni p. Sawey ha scritto una lettera aperta ad amici e conoscenti, compreso l'ufficio stampa della Conferenza episcopale filippina. "Inyaka è una mia vecchia amica, siamo cresciuti insieme nello stesso villaggio" scrive. "Non ci vedevamo da oltre 20 anni: ci siamo incontrati 2 volte, a gennaio e febbraio scorsi". A luglio il sacerdote viene citato in giudizio dalla donna con l'accusa di molestia sessuale. Egli invia subito una dichiarazione di difesa ai magistrati. Il giorno dell'udienza la Inyaka non si presenta in tribunale. P. Sawey è ancora perplesso sul perché la donna lo abbia accusato. Sembra che la ABS-CBN abbia ricevuto una copia della citazione, per poi subito pubblicizzare la storia come un altro scandalo nella chiesa. Ma l'emittente televisiva non ha mai dato la parola a p. Sawey.

"Non si può spiegare il dolore che io e la mia famiglia stiamo provando. Andare in televisione con accuse del genere è un fatto che sta distruggendo la nostra dignità" continua p. Sawey. "Tutto questo sta mettendo alla prova la mia fede in Dio, nella mia famiglia, nei miei parenti e amici. In questo momento ho bisogno del vostro affetto, della vostra comprensione, del vostro giudizio per conoscere la verità".

Il giorno in cui avrebbe molestato la donna lui p. Sawey stava tenendo un corso residenziale di 3 giorni per i novizi; in seguito è andato nella casa di formazione dei seminaristi della sua congregazione. "Come avrei potuto compiere un crimine del genere? Dio conosce la purezza della mia coscienza e del mio cuore. Alla fine Egli sarà il vero giudice di tutto questo, ci sarà un tribunale dove non avrò bisogno di prove e testimoni, dove Egli capirà perché la donna mi ha accusato. La verità prevarrà e mi farà libero".

Padre Sawey ha accusato i media di usare spesso il loro potere in modo improprio: "Se non agiamo ora, quante persone saranno vittime dei media! Salviamo la chiesa cattolica dalle sventure causate dai media irresponsabili". (SE)
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Fiera del libro a Dhaka: stretti controlli sulle offese al sentimento religioso
01/02/2017 15:21
Polli avvelenati, Kentucky Fried Chicken nell’occhio del ciclone
09/01/2013
La Chiesa contro i servizi segreti di Seoul: Brogli e scandali, ora basta
22/08/2013
Vescovi filippini confermano frodi nelle elezioni del 2004
27/09/2006
Dhaka, sacerdoti studiano come migliorare più stretta collaborazione con i laici
27/07/2017 11:18


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”