04/04/2019, 10.40
COREA
Invia ad un amico

Riunificazioni familiari: Seoul ripristina le videoconferenze col Nord

Il governo annuncia il rinnovamento di 13 centri, inutilizzati da 12 anni. Ottenuto da Onu e Usa l’esonero dalle sanzioni per le attrezzature da inviare a Pyongyang. I collegamenti video risparmiano faticosi viaggi a chi ha più di 70 anni. Dal 2000, le due Coree hanno tenuto 21 incontri per il ricongiungimento faccia a faccia di solo circa 100 famiglie per parte.

Seoul (AsiaNews/Agenzie) – Il governo sudcoreano ha iniziato i lavori di ristrutturazione nelle strutture per videoconferenze istituite per le famiglie separate dalla Guerra di Corea del ‘50-‘53. Per la prima volta in 12 anni, Seoul si prepara ad organizzare un nuovo ciclo di riunioni familiari in video-collegamento con la Corea del Nord.

Baik Tae-hyun, portavoce del ministero per l’Unificazione, ha annunciato ieri il rinnovamento di 13 centri. “Se i lavori saranno terminati per la fine di aprile, prevediamo di testare le strutture per due settimane”, ha dichiarato. “La nostra massima priorità è rimuovere ogni possibile disagio per gli anziani delle famiglie separate e, dal punto di vista tecnico, fornire immagini ad alta definizione”.

La questione delle famiglie separate – a causa della guerra e delle divisioni tra Nord e Sud negli anni ’50 – è una delle questioni umanitarie più urgenti per le Coree, poiché molti anziani coreani sono morti senza avere avuto la possibilità di incontrare i loro parenti oltre confine. Sin dal primo vertice dei loro leader nel 2000, le Coree hanno tenuto 21 round di incontri per il ricongiungimento familiare faccia a faccia, tra cui quello più recente dello scorso agosto. Le iniziative hanno coinvolto circa 100 famiglie per parte soltanto. Tra il 2005 ed il 2007, Seoul e Pyongyang hanno anche organizzato videoconferenze in sette occasioni.

Dislocati in tutto il Paese, i centri per videoconferenze sono rimasti inutilizzati per più di un decennio, da quando nel 2007 le due Coree hanno tenuto le ultime riunioni video. La Corea del Nord ha un’apposita struttura a Pyongyang.

In occasione del vertice del settembre scorso, i leader delle due Coree si sono accordati per autorizzare collegamenti video tra membri di famiglie separate; mossa volta a ridurre i viaggi per chi ha più di 70 anni e che offre a più persone la possibilità di vedere i propri parenti.

Nei giorni scorsi, la Corea del Sud ha ottenuto dal Consiglio di sicurezza dell’Onu e dagli Stati Uniti l’esonero dalle sanzioni per le attrezzature da inviare al centro di ricongiungimento di Pyongyang. Non appena saranno finiti i preparativi, il governo di Seoul prevede di discutere con la Corea del Nord quando potranno avere luogo le riunioni.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Seoul: i dialoghi fra le Coree e con gli Usa, ‘pilastri’ per denuclearizzare la Penisola
21/02/2018 12:33
Il nodo di Pyongyang nelle elezioni di Seoul
22/02/2022 10:14
Kim Jong-un incontra Mike Pompeo a Pyongyang: Colloqui ‘produttivi e meravigliosi’
08/10/2018 11:16
‘Il popolo nordcoreano’ contro Seoul. Occhi puntati sulla sorella di Kim Jong-un
10/06/2020 15:26
Seoul: adulti favorevoli ai progetti inter-coreani; indifferenza tra i giovani
19/03/2019 12:07


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”