13/01/2024, 09.00
ASIA TODAY
Invia ad un amico

Riyadh (ri)affida ad Assad il controllo dei pellegrinaggi siriani alla Mecca

Le notizie di oggi: nonostante la propaganda pro-vita in Russia record di donne che ricorrono alla sterilizzazione. Tribunale vietnamita condanna al carcere per corruzione due ex-ministri. Almeno due morti e 12 feriti in una esplosione a Kabul, la terza in pochi giorni. In Thailandia l’ambasciata israeliana lancia campagna per ricordare gli ostaggi nelle mani di Hamas a Gaza. 

SIRIA - ARABIA SAUDITA
Riyadh ha restituito a Bashar Al-Assad il controllo dei pellegrinaggi (Hajj e Umrah) ai luoghi santi dell’islam in Arabia Saudita. Per oltre un decennio l’organizzazione era affidata all’opposizione siriana, nel quadro della guerra che ha insanguinato per anni il Paese portato alla chiusura dell’ambasciata saudita a Damasco. La decisione è giunta al termine di un incontro a Jeddah fa il ministro siriano delle Dotazioni religiose (Awqaf) e il ministro di Hajj e Umrah. 

RUSSIA
Nonostante la grande propaganda della fertilità e i divieti all’aborto, dal 2022 in Russia sono cresciuti notevolmente i numeri delle donne tra 15 e 49 anni che ricorrono alla sterilizzazione con la chiusura delle tube e altri sistemi chirurgici o medicinali, secondo i dati di Rosstat. Nello scorso anno vi sono state quasi 10mila operazioni, un record assoluto negli ultimi trent’anni.

VIETNAM
Un tribunale vietnamita ha disposto il carcere per due ex-ministri e condannato decine di funzionari per corruzione e malaffare nello scandalo dei test per il Covid-19. L’ex ministro della Sanità Nguyen Thanh Long dovrà scontare 18 anni di prigione per tangenti del valore di 2,25 milioni di dollari, mentre Chu Ngoc Anh, ex ministro della Scienza e della tecnologia, tre anni.  

AFGHANISTAN
Due persone sono state uccise e 12 ferite in un’esplosione (una granata) all’esterno di un centro commerciale nel quartiere Dasht-e-Barchi, nella parte ovest di Kabul. L’attacco mortale è avvenuto l’11 gennaio ed è la terza esplosione (nel mirino anche una moschea) nella capitale in meno di una settimana. L’area è considerata un’enclave della comunità hazara, etnia prevalentemente sciita. 

THAILANDIA - ISRAELE
L’ambasciata israeliana a Bangkok ha lanciato ieri una campagna di striscioni su tuk-tuk per chiedere l’immediato rilascio di tutti gli ostaggi detenuti da Hamas nella Striscia di Gaza e ricordare il 100° giorno di prigionia, che cade domani. Sono riportati i volti, nomi ed età dei vari insieme a un messaggio in thai e inglese che recita “Riportateli a casa”. A novembre sono stati liberati circa 121 ostaggi, tra cui 23 cittadini thailandesi; altri 39 hanno perso la vita nella guerra in corso.

COREA
Pyongyang ha interrotto le operazioni di una stazione radio usata per inviare messaggi in codice ai suoi agenti in Corea del Sud, ultimo segnale di un cambio di rotta nelle relazioni. Di recente il regime del Nord ha intensificato le pressioni su Seoul, dichiarandola il “nemico principale”, che non si riunirà mai al Sud e giurando di migliorare la propria capacità di sferrare un attacco nucleare.

ARMENIA - IRAN
Il rappresentante del ministero degli Esteri di Teheran, Ahmad Sobhani, ha visitato Erevan dichiarando che l’Iran - avversario storico dell’Azerbaigian - “non può accettare nessuna soluzione che diventi causa di violazioni della sovranità e dell’integrità territoriale dell’Armenia”. Egli si è poi dichiarato disponibile a intervenire nelle trattative di pace con Baku. 

TAGs
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Teheran: risposta ‘controllata’ a Israele, che si prepara alla guerra
12/04/2024 08:52
Colloqui Israele-Indonesia su normalizzazione relazioni per ingresso all’Ocse
11/04/2024 08:53
Taiwan: il presidente eletto Lai ha scelto il nuovo primo ministro
10/04/2024 08:50
Bahrein: libertà condizionata a 1584 detenuti tra cui manifestanti anti-governativi
09/04/2024 08:55
Cairo: progressi per una tregua a Gaza. Nuovi raid israeliani in Libano
08/04/2024 08:57


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”