10/02/2007, 00.00
SRI LANKA
Invia ad un amico

Statua della Madonna di Lourdes piange sangue a Jaffna

La zona è tra le più colpite dal conflitto etnico tra ribelli tamil ed esercito nazionale; l’immagine si trovava in una casa privata, trasferita subito nella chiesa più vicina.
Jaffna (AsiaNews) – A Jaffna, la zona del nord Sri Lanka al centro della guerra civile tra ribelli ed esercito nazionale, una statua della Madonna di Lourdes ha versato lacrime di sangue. La statua, che si trovava in una casa nei pressi della strada che conduce all’ospedale di Jaffna, è stata subito trasferita nella chiesa più vicina, quella di San Giovanni Battista.
Già una gran folla di persone ha iniziato ad accorrere per venerare l’immagine. A riferirlo ad AsiaNews è stata la Caritas Sri Lanka (HUDEC). Per ora nessun commento ufficiale da parte di autorità ecclesiastiche.
 
Jaffna è da mesi colpita da una grave crisi umanitaria da quando il governo ad agosto scorso ha chiuso l’unica autostrada che collega la penisola al resto del Paese ostacolando la consegna degli aiuti medici e alimentari alla popolazione.
Più volte il vescovo locale, mons. Thomas Savundaranayagam, ha denunciato questo dramma e chiesto ad entrambe le parti di garantire la consegna dei soccorsi. Colombo - che ha riaperto solo “temporaneamente” l’A9 - sostiene che le Tigri attaccano l'autostrada ed estorcono pedaggi ai veicoli di passaggio; inoltre riaprire la A9 permetterebbe ai ribelli di trasportare liberamente armi e combattenti.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Amman, vertice internazionale sui rifugiati iracheni
26/07/2007
Dopo 24 anni riapre l’autostrada che unisce Colombo a Jaffna
05/03/2009
Sri Lanka, aperta la seconda autostrada del Paese. Targata ‘made in China’
28/10/2013
Presto inaugurata la prima autostrada della storia dello Sri Lanka
21/11/2011
Tornano a casa 100mila profughi musulmani vittime della pulizia etnica delle Tigri
07/12/2009