1 Ottobre 2014 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
Bioetica religioni missioni


di Buono Giuseppe, Pelosi Patrizia
pp. 432

PREMIO INPRAT 2006
(Istituto Nazionale per lo Studio, Valutazione, Prevenzione del Rischio nelle Attività Tecnologiche)


“La prima cosa che mi preme dire riguarda il rigore del metodo: apprezzabile sia per ricchezza di documentazioni acquisite che per capacità di far scaturire dai numeri e dai dati riflessioni coerenti. D’altronde gli Autori formano un binomio singolare che non poteva fallire nello scopo: un sacerdote missionario e un fisico nucleare! Garanzia che a qualche fuga in avanti del cuore missionario si contrapponesse l’inflessibilità di chi si è allenato a considerare prima di ogni altro valore della verità quello della oggettività...”. (Prof. dr. Enrico Di Salvo, Ordinario di Chirurgia Generale alla Facoltà di Medicina dell’Università Federico II di Napoli, Presidente del Centro Interuniversitario di Ricerca Bioetica).

“Chi si ferma al titolo può rimanere perplesso. Come si può argomentare di bioetica – con la complessità che ognuno dei suoi temi oggi ha assunto – e insieme trattare dell’immenso panorama delle religioni mondiali per approdare in ultimo nel campo non meno problematico delle missioni? Si ha l’impressione di trovarsi di fronte ad ambiti notevolmente vasti e per giunta molto diversi tra loro. Anzi, il mondo delle religioni potrebbe apparire contrapposto a quello del missionario, il cui intento è annunciare l’Evangelo e testimoniare la fede cristiana là dove non è ancora arrivata, là dove prevalgono altre credenze. In realtà, gli Autori seguono un percorso interessante e per molti aspetti originale. Essi partono dalla bioetica. A loro sta a cuore anzitutto entrare nel vivo di questa disciplina, ancora piuttosto giovane, chiamata ad affrontare questioni di grande rilievo umano e sociale, divenute oggi d’attualità a seguito dello sviluppo scientifico e del progresso tecnologico degli ultimi decenni. Essi sono consapevoli che l’uomo oggi è posto di fronte ad una grossa gamma di possibilità che prima non aveva…”. (Prof. don Adolfo Russo, Preside della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale)

“Mi sembra che il tentativo pienamente riuscito di Padre Buono e della dottoressa Pelosi di analizzare i nessi tra mondi apparentemente così distanti, sia uno stimolo a uscire da una mentalità eccessivamente frammentata e verificare ipotesi di lavoro che possono promuovere il dialogo e il confronto interdisciplinare.

Il manuale Bioetica – Religioni - Missioni è anche uno strumento valido e necessario per il missionario, impegnato a comunicare il Vangelo in contesti molto diversi da quello occidentale, ma dove sempre più la società ha accesso ad una tecnologia che, se non subordinata e guidata dalla riflessione etica, corre il continuo pericolo di mettere a rischio la vita stessa, minando così il fondamento di ogni possibile convivenza umana”. (P. Francesco Rapacioli, superiore regionale del PIME in Bangladesh e medico). EMI Editrice Missionaria Italiana 2007, pp. 432, 20 euro

Dossier

In evidenza
IRAQ-VATICANO
"Adotta un cristiano di Mosul": il grazie del vescovo per i primi aiuti
di Amel NonaMons. Amel Nona, vescovo caldeo di Mosul, anch'egli rifugiato, ringrazia tutti i donatori della campagna lanciata da AsiaNews. La situazione è sempre più difficile per il numero enorme di profughi e per l'arrivo dell'inverno e della neve, che rendono impossibile alloggiare nelle tende o all'aperto. La crisi, un'occasione che rende attiva la fede dei cristiani.
ITALIA - IRAQ
Continua la campagna "Adotta un cristiano di Mosul". Già raccolti oltre 350mila euro
di Bernardo CervelleraInviate al patriarca di Baghdad e ai vescovi del Kurdistan le donazioni ricevute fino al 31 agosto. La campagna serve a nutrire, alloggiare, vestire, consolare oltre 150mila profughi cristiani, yazidi, turkmeni, sciiti e sunniti, fuggiti dalla violenza dell'esercito del Califfato islamico. Una generosa partecipazione dall'Italia e da tutte le parti del mondo. Donazioni anche da chi è povero e senza lavoro. Una speranza per il mondo, per chi soffre e per chi dona.
IRAQ-ITALIA
"Adotta un cristiano di Mosul": il grazie del Patriarca Louis Sako; le preoccupazioni del vescovo del Kurdistan
di Bernardo CervelleraIl capo della Chiesa caldea ringrazia per la campagna di AsiaNews e spera che "questa catena di solidarietà si allunghi". Aiutare i profughi a rimanere in Iraq. Ma molti vogliono fuggire all'estero. Il vescovo di Amadiyah, che ha accolto migliaia di sfollati nelle chiese e nelle case: Aiutiamo anche arabi (musulmani) e yazidi, in modo gratuito e senza guardare alle differenze confessionali.

by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
by Lazzarotto Angelo S.
pp. 528
by Bernardo Cervellera
pp. 240
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate