21 Agosto 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 26/06/2017, 08.48

    COREA DEL SUD - USA

    Proteste a Seoul contro il Thaad. Pressioni dei senatori Usa su Moon



    Migliaia di sudcoreani in piazza nella capitale per chiedere la cancellazione del progetto. Tra pochi giorni, dal 29 al 30 giugno, la prima visita ufficiale negli Stati Uniti del neoeletto presidente. Un gruppo di senatori repubblicani e democratici ha chiesto a Moon di mantenere gli impegni assunti dall'alleanza. In una lettera a Trump negano l'ingerenza del sistema antimissilistico americano sul territorio cinese. E condannano le minacce di ritorsioni della Cina nei confronti della Corea del Sud.

    Seoul (AsiaNews/Agenzie) – Il sistema americano di difesa anti-missile ad alta tecnologia (Thaad) che gli Usa vogliono realizzare in Corea del Sud si conferma una pietra di inciampo nel dialogo fra i due Paesi dopo che il presidente Moon Jae-in ha messo in discussione il progetto approvato dal suo predecessore. Due giorni fa migliaia di sudcoreani sono scesi in piazza al centro di Seoul per chiedere a Moon di negare il permesso al presidente Usa, Donald Trump, quando lo incontrerà nei prossimi giorni a Washington durante la sua prima visita ufficiale negli Stati Uniti. Ma proprio dall’America giunge la notizia che sia i repubblicani che i democratici ritengono la realizzazione del progetto la condizione necessaria per il mantenimento di un rapporto di collaborazione.    

    "Lo scudo anti-missilistico non è necessario per la difesa della penisola coreana e il suo progetto dovrebbe essere cancellato", hanno sostenuto i 3 mila manifestanti di Seoul Plaza, che hanno concluso la protesta assediando in forma pacifica l’ambasciata degli Stati Uniti. Il raduno è stato fissato in vista del primo summit Moon-Trump che si terrà dal 29 al 30 giugno. Un incontro che servirà a rafforzare i rapporti commerciali e che si occuperà dell'implementazione del Thaad (High altitude area defence terminal).

    Intanto un gruppo bipartisan di senatori americani ha invitato mediante una lettera aperta il presidente Trump ad utilizzare il prossimo vertice con il presidente della Corea del Sud per riaffermare con fermezza l'alleanza e per accelerare il completo dispiegamento del Thaad. Si tratta di 18 senatori guidati dal repubblicano Sens Cory Gardner e dal democratico Bob Menendez. La lettera è arrivata dopo che un altro gruppo di 19 senatori aveva presentato una risoluzione sull’importanza della visita di Moon. La risoluzione e la lettera sottolineano l'alto interesse che gli Stati Uniti hanno per questo vertice. I senatori hanno chiesto il completo dispiegamento della batteria anti-missilistica. Infatti soltanto due dei sei lanciatori Thaad sono già stati installati in quanto il Sud ha sospeso l'implementazione dei rimanenti quattro in attesa di una revisione ambientale.

    "Le chiediamo di ribadire al presidente Moon”, si legge nella lettera indirizzata a Trump, “che la decisione di dispiegare Thaad è stata una decisione dell’alleanza e protegge le truppe Usa e milioni di cittadini sudcoreani, senza mettere in alcun pericolo altri Paesi vicini della Corea del Sud”. Il riferimento evidente è alla Cina che ha minacciato delle ritorsioni nei confronti della Corea del Sud se ospiterà il Thaad. Secondo Pechino, il potente sistema radar del Thaad serve per spiare anche le infrastrutture militari cinesi.

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    17/05/2017 09:40:00 COREA
    Moon Jae-in rimane favorevole al dialogo con Kim Jong-un

    Il nuovo presidente sudcoreano marca la differenza con Donald Trump che vuole inasprire le sanzioni. La Corea del Sud non vuole pagare per lo scudo antimissili americano Thaad. I radar controllano anche il territorio cinese causando le ritorsioni economiche della Cina sulle imprese sudcoreane.



    08/06/2017 08:37:00 COREA
    Pyongyang lancia nuovi missili. Moon frena lo sviluppo del Thaad

    I missili lanciati oggi non sono sottoposti al divieto Onu. Essi potrebbero colpire delle “grandi navi”. Bloccato ogni ulteriore spiegamento del sistema anti-missilistico Usa per motivi ecologici. Manifestazioni anti-Thaad a Seongju. Seoul è disposto a continuare i rapporti intercoreani con le ong e le organizzazioni caritative e religiose, ma Pyongyang le rifiuta.



    10/07/2017 11:03:00 COREA DEL NORD - USA
    Pyongyang reagisce ai bombardieri Usa nei cieli coreani

    In un’editoriale del quotidiano nordcoreano Rodong Sinmun si legge: "Gli Usa con la loro pericolosa provocazione militare, stanno spingendo la penisola coreana sull’orlo del precipizio di una guerra nucleare”. "Gli Stati Uniti”, aggiunge il quotidiano del regime comunista di Kim Jong-Un, “dicono che aumenterà la presenza di caccia bombardieri strategici nella penisola coreana, ma è una mossa folle: come accendere un fuoco in un deposito di munizioni. Al minimo incidente si può scatenare un guerra nucleare che inevitabilmente porterà ad un'altra guerra mondiale". La corsa del presidente della Corea del Sud Moon Jae-In per tenere aperte le porte del dialogo



    10/08/2017 11:30:00 COREA - USA
    L’alta tensione tra Usa e Corea del Nord dà una spinta al progetto del Thaad

    Stop di Seoul all’indagine  sulle conseguenze ambientali del sistema avanzato di difesa missilistico americano. I vertici dell’esercito sudcoreano avevano già tenuto nascosta al presidente Moon Jae-in la consegna da parte degli Stati Uniti di quattro nuovi componenti dello scudo Thaad. Gli uffici presidenziali di Seoul non credono che le reciproche minacce tra Kim e Trump si tradurranno in un conflitto reale, ma servono a scopi affaristici. 



    02/05/2017 08:58:00 COREA - USA
    Il Thaad è operativo. Alla prova i rapporti tra Washington e Seoul

    La Corea del Sud si avvicina alle elezioni presidenziali il prossimo 9 maggio. Il favorito Moon Jae-in afferma che spetta a Seoul la parola definitiva sul sistema anti-missilistico. Il candidato promuove il dialogo con la Corea del Nord e critica il governo conservatore per la sua posizione aggressiva. Chung Eui-yong: “Dobbiamo scegliere ciò che è meglio per i nostri interessi nazionali”. Continuano le manovre militari congiunte tra Washington e Seoul. Trump: “Sarei onorato di incontrare Kim”.





    In evidenza

    LIBANO-M. ORIENTE-VATICANO
    Patriarchi cattolici d’Oriente: Il genocidio dei cristiani, un affronto contro tutta l’umanità

    Fady Noun

    Colpite da guerre, emigrazione e insicurezza, le comunità cristiane si sono ridotte ormai a un “piccolo gregge” nell’indifferenza internazionale. Un appello a papa Francesco e alla comunità internazionale. Cattolici e ortodossi condividono gli stessi problemi. La fine dei cristiani in Oriente sarebbe “uno stigma di vergogna per tutto il XXI secolo”.


    COREA
    Vescovi coreani: No alle ‘provocazioni imprudenti’. Fermiamo l’escalation nucleare lavorando per la ‘coesistenza dell’umanità’



    I vescovi coreani hanno diffuso oggi un’Esortazione sulle tensioni crescenti attorno alla penisola coreana. La Corea del Nord, ma anche i “Paesi limitrofi” rischiano di compiere “azioni precipitose, senza freni”, che potrebbero portare alla “morte di innumerevoli persone” e a “piaghe profonde per l’intera l’umanità”. Ridurre le spese militari e potenziare le spese per lo sviluppo umano e culturale. L’appello a usare “la coscienza, l’intelligenza, la solidarietà, la pietà e il mutuo rispetto”. La preghiera nel giorno dell’Assunta, festa dell’indipendenza coreana.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®