26 Maggio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 12/05/2012, 00.00

    RUSSIA

    A Orenburg, un altro procedimento penale contro i Testimoni di Geova

    Nina Achmatova

    Gli inquirenti locali indagano per “attività estremiste”. I TdG continuano a subire minacce e persecuzione giudiziaria.

    Mosca (AsiaNews) - Un altro caso è stato aperto contro i Testimoni di Geova in Russia, accusati di "attività estremiste". Stavolta è la comunità della regione di Orenburg (sud est della Russia Europea al confine con Kazakhistan) a essere nel mirino del comitato investigativo locale. Gli inquirenti indagano sulle iniziative di alcuni residenti appartenenti ai TdG, presenti nella zona dal 1994. Secondo Vladimir Markin, del comitato investigativo, la comunità conta 3mila seguaci. "Tra il giugno 1994 e l'aprile 2012 - ha spiegato Markin - i membri di questa comunità religiosa hanno svolto, a Orenburg e nella regione, eventi di massa come sermoni pubblici, in cui erano contenute affermazioni che incitavano all'odio e svilivano la dignità umana sulla base dell'appartenenza religiosa".

    Tra le minoranze religiose presenti sul territorio dell'ex Urss, i TdG sono fra quelle più vessate. Presenti con circa 200mila fedeli sparsi in tutta la Federazione, sono accusati di settarismo, "estremismo religioso", "incitamento all'isolamento sociale" e a comportamenti che minano l'armonia della società.

    Le autorità russe, inoltre, non gradirebbero alcune pratiche dei fedeli come l'obiezione di coscienza verso il servizio militare, il rifiuto all'uso delle armi, la rinuncia alle trasfusioni di sangue e la richiesta di dedizione totale degli adepti alla vita della comunità.

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    16/05/2017 12:36:00 RUSSIA
    Mosca, vandalismi ed emarginazione contro i Testimoni di Geova e i loro figli

    Vetri rotti ad appartamenti dei fedeli; scritte di insulto sulle sedi in decine di province. Minacce ai figli dei TdG di espellerli da scuola se continuano a partecipare a “incontri terroristi” del gruppo religioso.



    21/04/2017 11:24:00 RUSSIA
    Corte suprema di Mosca: I Testimoni di Geova sono fuorilegge

    Sono “una minaccia ai diritti dei cittadini, all’ordine pubblico e alla sicurezza pubblica”. Preoccupazione dei membri e rappresentanti del movimento, che faranno appello. 



    18/03/2017 09:57:00 RUSSIA
    Testimoni di Geova: a rischio la loro presenza in tutta la Russia

    Il ministero di Giustizia vuole dichiarare tutte le attività del gruppo come “estremiste” e quindi proibirle in tutta la Federazione. Secondo il governo, tali attività “violano i diritti e le libertà dell’uomo e del cittadino e danneggiano le persone, l’ordine pubblico e la sicurezza nazionale”. I testi religioni dei TdG messi fruorilegge perché danno “giudizi negativi”  verso le altre religioni e perché sfuggono al servizio militare.



    04/05/2017 08:26:00 RUSSIA
    L’Ortodossia russa contro i Testimoni di Geova

    Il Patriarcato di Mosca afferma la propria estraneità al provvedimento governativo, ma lo definisce “un gesto positivo”. Il bando preoccupa anche i cattolici, che temono “nuove forme di discriminazione”. La “sinfonia” russa tra il trono e l’altare riproduce schemi dei tempi sovietici. La visita delle spoglie di San Nicola in Russia come augurio di unità nella fede della Chiesa indivisa.



    18/04/2017 10:06:00 RUSSIA
    Kirill: La pace tra Oriente e Occidente ha bisogno dei cristiani

    Per il Patriarca ortodosso di Mosca, la riconciliazione dell’Europa e del mondo passa attraverso il “fattore religioso”. Per risolvere il conflitto siriano, occorre collaborare con l’ayatollah Alì Khamenei (Iran). Indispensabile operare per “il battesimo della Cina e della Nordcorea”. I problemi con i Testimoni di Geova.





    In evidenza

    VATICANO
    Papa: Il 24 maggio, uniti ai fedeli in Cina nella festa della Madonna di Sheshan



    Al Regina Caeli papa Francesco ricorda la Giornata mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina, instaurata da Benedetto XVI. I fedeli cinesi devono dare il “personale contributo per la comunione tra i credenti e per l’armonia dell’intera società”. Il Simposio di AsiaNews sulla Chiesa in Cina.  Un appello di pace per la Repubblica Centrafricana. “Volersi bene sull’esempio del Signore”. “A volte i contrasti, l’orgoglio, le invidie, le divisioni lasciano il segno anche sul volto bello della Chiesa”. Fra i nuovi cinque cardinali, anche un vescovo del Laos.


    VATICANO-CINA
    24 maggio 2017: ‘Cina, la Croce è rossa’, il Simposio di AsiaNews

    Bernardo Cervellera

    Il raduno in occasione della Giornata Mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina. Un titolo con molti significati: la Croce è rossa per il sangue dei martiri; per il tentativo di soffocare la fede nei controlli statali; per il contributo di speranza che il cristianesimo dà a una popolazione stanca di materialismo e consumismo e alla ricerca di nuovi criteri morali. A tema anche la grande e inaspettata rinascita religiosa nel Paese. Fra gli invitati: il card. Pietro Parolin, mons. Savio Hon, il sociologo delle religioni Richard Madsen, testimonianze di sacerdoti e laici cinesi.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®