22/05/2014, 00.00
ASIA
Invia ad un amico

Asia, 11 milioni di "nuovi schiavi" per la crescita economica

Lo conferma uno studio effettuato dall'Organizzazione internazionale del lavoro. I profitti che generano i lavoratori sfruttati sono pari a 110 miliardi di euro l'anno. Due terzi dei guadagni provengono dall'industria del sesso, seguita dal lavoro domestico, dall'agricoltura e dall'edilizia.

Roma (AsiaNews/Agenzie) - In Asia vivono 11 milioni di "nuovi schiavi", costretti a lavorare per la crescita economica della regione nell'industria del sesso, nelle case dei ricchi e nell'agricoltura. Lo denuncia in un Rapporto l'Organizzazione internazionale del lavoro (Ilo): il testo spiega che il "lavoro forzato", che costringe nel mondo 21 milioni di persone, genera profitti illeciti per almeno 110 miliardi di euro l'anno.

I profitti sono di gran lunga superiori rispetto alle stime precedenti, e l'Ilo chiede ai governi di affrontare il problema. Del numero totale dei "nuovi schiavi", oltre la metà si trova in Asia; il 18% in Africa e quasi il 10% in America Latina. "Questo nuovo Rapporto - dice il direttore generale Ilo Guy Ryder - porta ad un livello maggiore la nostra attenzione per il lavoro forzato e la schiavitù moderna". Inoltre, l'Ilo ha constatato che i lavoratori non percepiscono nulla sui profitti illeciti, e che su questi guadagni non è stata pagata nessuna tassa fiscale.

L'Organizzazione sottolinea che due terzi dei guadagni provengono dall'industria del sesso; a seguire si trovano il lavoro domestico, l'agricoltura e l'edilizia. Ma ammette che il lavoro forzato è molto difficile da combattere perché è controllato da reti di criminalità organizzata.

La ripartizione degli "utili" è così suddivisa: 72 miliardi di euro vengono dallo sfruttamento sessuale commerciale; 25 miliardi di euro dal settore costruzioni, manifatturiero, minerario e utilities; 7 miliardi di euro dall'agricoltura, inclusa la silvicoltura e la pesca e infine 6 miliardi di euro per le abitazioni private e per i lavoratori domestici sottopagati o non pagati.

 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Nel 2016, più di 40 milioni di schiavi e 152 milioni di bambini nei lavori forzati
19/09/2017 11:21
Corea, il lavoro può uccidere i migranti. Ma anche dare nuova vita
04/02/2015
Analfabetismo e lavoro infantile, piaghe sociali del continente
09/09/2004
Sri Lanka, storia di Malaathi e Ranjitha: Per i nostri figli, siamo diventate vittime della tratta
07/02/2015
Pechino e Manila prossimi all’accordo: presto 500mila lavoratori filippini in Cina
10/05/2018 13:03