25 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 26/08/2017, 09.41

    KAZAKHSTAN

    Assolto il prete ortodosso accusato di aver pregato in montagna



    Il suo caso aveva avuto grande risonanza mediatica in Kazakhstan e Russia. Per lui non c’è “persecuzione religiosa contro i cristiani ortodossi”. È il primo prete ortodosso coinvolto in un caso riguardante la Legge sulla religione. Diversi i verdetti che riguardano le minoranze religiose, fra cui i protestanti.

    Astana (AsiaNews/Fergana) – È stato assolto da tutte le accuse Vladimir Vorontsov, il prete ortodosso accusato di aver pregato in montagna. Il verdetto è stato annunciato il 23 agosto dal giudice della corte distrettuale di Merken (Žambyl, sud del Kazakhstan), Ayman Akhmetova.

    La legge che Vorontsov era accusato di aver violato è quella che regola le attività religiose e sancisce il divieto di condurle in luoghi diversi da quelli di culto, elencati all’interno del testo normativo. Tuttavia, la normativa non fa menzione della natura. Il giudice Akhmetova ha quindi concluso che Vorontsov non aveva commesso alcun crimine, interrompendo il procedimento contro di lui.

    Il caso ha avuto ampia risonanza in Kazkhstan e Russia, dove il sacerdote ha trovato inequivocabile sostegno. Il carico dell’attenzione mediatica ha sorpreso Vorontsov stesso che ha commentato: “Non ho chiamato i giornali. Ho solo detto ai miei amici quanto mi era accaduto”. Il prete ortodosso ha aggiunto che “non c’è persecuzione contro i cristiani ortodossi in Kazakhstan. Il mio è un solo un singolo episodio”.

    Era la prima volta che un prete ortodosso veniva processato per una violazione della Legge sulla religione, in base alla quale le minoranze religiose (protestanti, seguaci di Krishna o gruppi separati di musulmani) sono sottoposte a multe e arresti amministrativi per aver pregato all’interno di condomini. Inoltre, essa permette alle autorità di sospendere le attività delle associazioni religiose.

    In Kazakhstan sono solo casi isolati quelli in cui la corte sentenzia a favore delle associazioni religiose o i singoli partecipanti accusati di aver violato la Legge sulla religione, in genere dopo che questi hanno sporto reclamo al Comitato Onu per i diritti umani. Le accuse non si differenziano molto da quella del caso di Vorontsov. Un pastore protestante della Chiesa “Nuova vita” nella città di Ust-Kamengorsk (est del Kazakhstan) è accusato di aver condotto attività religiose al di fuori della chiesa, in un centro ricreativo dove si trovava con parenti ed amici. 

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    07/07/2004 SRI LANKA
    Mobilitazione di cattolici e protestanti contro le leggi anti-conversione


    19/11/2012 RUSSIA
    Chiese ortodosse nelle scuole pubbliche, è polemica su proposta di legge alla Duma
    La Camera bassa del parlamento russo discute emendamenti alla legge sulla libertà di coscienza e a quella sull'istruzione. Soddisfazione del Patriarcato e perplessità dalle comunità ebree e musulmane.

    16/08/2017 12:55:00 KAZAKHSTAN
    A processo prete ortodosso: ha pregato con bambini in un campo estivo in montagna

    Ufficiali e funzionari hanno ispezionato il campo e cercato di interrogare i bambini. È la prima volta che un membro del clero ortodosso deve rispondere per una violazione della legge sulle “Attività e associazioni religiose”.



    15/07/2011 FILIPPINE
    Vescovi filippini arricchiti con auto lussuose: la Chiesa filippina risponde
    I prelati accusati di ricevere regali dai politici, chiedono perdono, dopo le pressioni della Conferenza episcopale. Lo scandalo delle auto di lusso frutto di un attacco mediatico per screditare la Chiesa nella sua lotta contro il controllo delle nascite. Fonti di AsiaNews sottolineano la grandezza della Chiesa in grado di portare ordine e chiarezza nonostante le divisioni.

    20/05/2011 FILIPPINE
    Cagayan de Oro: chiesa e governo promuovono metodi naturali per family planning
    Nelle Filippine continua il muro contro muro fra vescovi e parlamentari, favorevoli alla Legge sulla salute riproduttiva. A Mindanao attivo un progetto di formazione che rispetta la vita umana e promuove una paternità e maternità responsabili a oltre 22mila coppie. Nel Paese aumentano i casi di aborto, nel 2010 sarebbero circa mezzo milione.



    In evidenza

    MYANMAR-VATICANO
    Yangon, ‘ore frenetiche’ per l’arrivo del papa. L’impegno dei cattolici per i pellegrini

    Paolo Fossati

    Attese 200mila persone per la messa solenne al Kyaikkasan Ground. Tra loro anche leader buddisti e musulmani. In arrivo 6mila ragazzi per la messa dei giovani del giorno seguente. Anche filippini, australiani e thailandesi per lo storico viaggio apostolico di papa Francesco. Dal nostro inviato.


    YEMEN
    Il genocidio dello Yemen: dopo le bombe, la fame, la sete e il colera

    Pierre Balanian

    La coalizione guidata da Riyadh blocca l’arrivo di carburante necessario per far funzionare i pozzi. Oltre un milione di persone senza acqua a Taiz, Saada, Hodeida, Sana’a e Al Bayda. Secondo l’Unicef, 1,7 milioni di bambini soffrono di malnutrizione acuta”; 150mila bambini rischiano di morire di stenti nelle prossime settimane. Il silenzio e l’incuria della comunità internazionale. La minaccia di colpire le navi-cargo del greggio. Ieri l’Arabia saudita ha permesso la riapertura dell’aeroporto di Sana’a e del porto di Hudayda, ma solo per gli aiuti umanitari. Una misura insufficiente.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®