02 Ottobre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 12/01/2016, 00.00

    TURCHIA

    Attentato al centro di Istanbul, almeno 10 vittime straniere



    Un terrorista si è fatto esplodere in un attacco suicida nel distretto Sultanahmet, nei pressi della Moschea Blu. I morti sono quasi tutti stranieri, circa 15 i feriti gravi. L’assalitore sarebbe un siriano. Erdogan: “Siamo nel mirino di tutti i gruppi terroristi della regione”. Card. Parolin: “Di fronte a questi mali serve misericordia”.

    Istanbul (AsiaNews) – Un attentato suicida compiuto da un kamikaze siriano ha ucciso almeno 10 persone nel distretto turistico Sultanahmet, cuore di Istanbul. Le vittime sono quasi tutte straniere, mentre i feriti gravi sarebbero circa 15. L’esplosione è avvenuta alcune ore fa nei pressi della rinomata Moschea Blu.

    Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha dichiarato: “La Turchia è nel mirino di tutti i gruppi terroristici della regione. Ma la nostra nazione li combatte tutti allo stesso modo”. Il vice primo ministro Numan Kurtulmus ha invece confermato la nazionalità dell’assalitore e ha aggiunto che questo sarebbe nato nel 1988. La maggior parte delle persone coinvolte nell’esplosione è di nazionalità tedesca o norvegese.

    Il governo ha imposto un bando su tutti i canali di informazione nazionale e ha bloccato alcune linee di trasporto pubblico da e per l’area. Un centinaio di agenti in tenuta anti-sommossa è nella zona e sta raccogliendo indizi utili all’indagine. Non è chiaro se vi sia il coinvolgimento di attori turchi nell’attacco.

    Il Segretario di Stato vaticano, card. Pietro Parolin, ha commentato la tragedia: “L’attentato a Istanbul suscita ancora una volta un grande dolore. Quel che sta accadendo, che si sta ripetendo, ci conferma che di fronte a questi mali la medicina è la misericordia”.

    Negli ultimi anni la Turchia ha subito attentati di matrice curda, islamista e di indipendentisti di sinistra. Nel corso del 2015 due enormi attacchi, entrambi rivendicati dallo Stato islamico, hanno colpito sia la capitale Ankara che la città di Suruc, al confine con la Siria. La conta dei morti ha superato le 100 unità. 

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    21/07/2015 TURCHIA
    Dopo un attentato dello Stato islamico, Ankara annuncia maggiori controlli al confine con la Siria
    Un kamikaze, probabilmente una donna, si è fatta saltare durante una conferenza stampa di militanti filo-curdi, che stavano illustrando in una conferenza stampa il loro progetto di superare il confine per andare ad aiutare coloro che stanno ricostruendo Kobane.

    30/06/2016 08:18:00 TURCHIA
    Giornata di lutto mentre cresce il numero delle vittime per l’attentato all’aeroporto di Istanbul

    I morti sono 42 dei quali 13 stranieri. I feriti sono 239 dei quali 41 sono in gravi condizioni. Per Erdogan i terroristi “non erano musulmani”. Ancora nessuna rivendicazione. Putin riapre il dialogo con la Turchia.



    19/02/2016 08:55:00 TURCHIA - SIRIA
    Dopo l’attentato, Ankara intensifica i bombardamenti contro i curdi in Siria

    Nella notte colpite postazioni controllate dai curdi nel nord della provincia di Aleppo. Nel mirino anche il bastione di Afrin. Per il presidente turco dietro l’attacco al convoglio militare della capitale vi sono l’Ypg e il Pkk. Secondo Washington non vi sono prove certe a sostegno di questa tesi. 



    18/02/2016 07:52:00 TURCHIA
    L’attentato di Ankara mira all’esercito turco

    Il bilancio per ora è di 28 morti e 61 feriti. Black-out sui media, che diffondono solo i comunicati ufficiali. Sospetti sul Pkk. Le ambiguità della Turchia in rapporto allo Stato islamico e alla guerra in Siria.



    24/07/2015 TURCHIA
    Aerei turchi bombardano posizioni dello Stato islamico in Siria
    E’ la prima volta che jet di Ankara intervengono oltre confine. Nel frattempo, la polizia antiterrorismo turca ha arrestato 251 persone in una serie di raid simultanei contro appartenenti allo Stato islamico e militanti curdi in 13 province in tutto il Paese. Lo ha comunicato oggi l'ufficio del Primo ministro.



    In evidenza

    SIMPOSIO ASIANEWS
    Madre Teresa, la Misericordia per l’Asia e per il mondo (VIDEO)



    Pubblichiamo le registrazioni video degli interventi che si sono susseguiti durante il Simposio internazionale organizzato da AsiaNews il 2 settembre scorso. In ordine intervengono: P. Ferruccio Brambillasca, Superiore Generale del PIME; Card. Fernando Filoni, Prefetto della Congregazione di Propaganda Fide; Sr. Mary Prema, Superiora Generale delle Missionarie della Carità; P. Brian Kolodiejchuk, postulatore della Causa della Madre; Card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai; P. John A. Worthley, sull'influenza di Madre Teresa in Cina; una testimonianza sull'influenza di Madre Teresa nel mondo islamico; mons. Paul Hinder, vicario apostolico dell’Arabia meridionale.


    CINA - VATICANO
    Pechino diffonde la nuova bozza di regolamenti sulle attività religiose. Più dura

    Bernardo Cervellera

    Multe fino a 200mila yuan (27mila euro) per “attività religiose illegali” da parte di cattolici o altri membri di comunità sotterranee. Fra le “attività illegali” vi è la “dipendenza dall’estero” (ad esempio il rapporto col Vaticano). Si predica la non discriminazione, ma ai membri del partito è proibito praticare la religione anche in privato. Precisi controlli su edifici, statue, croci. Controlli serrati anche su internet. Forse è la fine delle comunità sotterranee.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®