16 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 10/03/2017, 12.07

    PAKISTAN

    Attivisti cattolici: Emergenza educazione in Pakistan, 22,6 milioni di bambini non vanno a scuola

    Kamran Chaudhry

    L’8 marzo è stato presentato lo studio sull’abbandono scolastico. Nel Paese il 44% dei minori tra i sei e i 16 anni non riceve istruzione, mentre il tasso di analfabetismo è pari al 59,98%. I fondi per le scuole sono limitati, al contrario di quelli destinati alle spese militari. L’insegnamento del Corano è obbligatorio. Attivista: “I bambini devono andare a scuola e non lavorare nelle case”.

    Lahore (AsiaNews) – In Pakistan è emergenza educazione. Lo riferiscono ad AsiaNews attivisti ed educatori cattolici, commentando l’ultimo sondaggio ufficiale secondo cui nel Paese 22,6 milioni di bambini non frequentano la scuola. Secondo il rapporto “Pakistan Education Statistic 2015-16” promosso dal National Education Management Information System (Nemis), il 44% dei minori tra i sei e i 16 anni non riceve istruzione. Per questo attivisti e insegnanti chiedono a Islamabad di attuare riforme adeguate e mettono in luce alcune contraddizioni clamorose, prima tra tutte le elevatissime spese militari: 781 miliardi di rupie [7,01 miliardi di euro – ndr], contro i 71,5 miliardi [642 milioni di euro] destinati all’educazione.

    Il documento è stato presentato l’8 marzo. Nel testo si legge che il primato per l’abbandono scolastico va alla provincia del Balochistan, seguita dalle Federally Administered Tribal Areas (Fata). Il Pakistan è il Paese dell’Asia del sud che spende di meno nel campo dell’istruzione. Il tasso di analfabetismo è pari al 59,98% della popolazione, il peggior risultato tra i Paesi della South Asian Association for Regional Cooperation (Saarc), superato solo dall’Afghanistan.

    Secondo il professor Anjum James Paul, presidente cattolico della Pakistan Minorities’ Teachers Association (Pmta), la causa è da ricercare nella povertà crescente. “Quattro pakistani su 10 – afferma – vivono in condizioni di povertà estrema, nel sesto Paese più popoloso al mondo. Scuole scadenti forniscono solo i libri, e non il materiale di cancelleria. Inoltre la mancanza di formazione è responsabile dell’aumento del livello di intolleranza nella società”. Il professore fa notare che “persino i soldi già stanziati non vengono spesi per fornire educazione. La maggior parte va ad infrastrutture, alla manutenzione degli edifici scolastici, alla sicurezza e agli spostamenti del personale”. Non solo, aggiunge, “agli studenti musulmani è riservata una politica educativa basata sulla discriminazione. Lo scorso mese una commissione parlamentare ha approvato una legge che rende obbligatorio l’insegnamento del Corano per tutti gli alunni di religione islamica in tutte le scuole, sia pubbliche che private”.

    P. Shafique Bashir, segretario esecutivo del Catholic Board of Education della diocesi di Faisalabad, ritiene che i responsabili dell’abbandono scolastico siano i genitori. “Esiste una grave mancanza di consapevolezza e comprensione – sostiene – sull’importanza dell’educazione. Oggi ci sono scuole in ogni villaggio, quindi i leader religiosi e politici devono motivare le persone”. A tal proposito ricorda che mons. Joseph Arshad, vescovo di Faisalabad, è attivo nel promuovere tra i giovani la rilevanza di una buona formazione (v. foto). “Il vescovo ha tenuto seminari, visitato le scuole cattoliche della diocesi e invitato genitori e docenti a incontrarsi più spesso e a favorire le iscrizioni”. Grazie al suo intervento, le scuole hanno deciso di ridurre del 50% le tasse per le famiglie bisognose, e si è registrato un aumento del 30% delle iscrizioni.

    L’attivista cattolica Nabila Feroz è convinta che leggi a favore dei bambini potrebbero aumentare il numero dei bambini nelle scuole. “Non esistono norme – riferisce – che sanzionano le punizioni corporali negli istituti scolastici. Nel 2005 il governo del Punjab ha emesso una circolare che vieta i maltrattamenti nelle scuole, ma poi non è stato messo in pratica alcun meccanismo per monitorare la situazione”. Stesso discorso, conclude, vale per “le leggi contro lo sfruttamento dei bambini nei lavori domestici. I minori, spesso torturati dai datori di lavoro, dovrebbero studiare a scuola e non lavorare nelle case”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    14/04/2017 12:29:00 PAKISTAN
    Mardan, sdegno di cattolici e attivisti per lo studente linciato a morte per presunta blasfemia (Video)

    La vittima si chiamava Mashal Khan e aveva 23 anni. Studiava giornalismo presso la Abdul Wali Khan University. Nel campus si era diffusa la voce che gli attribuiva commenti in favore degli ahmadi su Facebook. “Abbiamo creato una società in cui gli studenti diventano assassini”. “La responsabilità è di tutti: politici, autorità, partiti radicali che rimangono in silenzio e sostengono l’estremismo”.



    14/04/2011 PAKISTAN
    Educazione in Pakistan: le cifre dell’emergenza (scheda)


    14/04/2011 PAKISTAN
    Paul Bhatti: una “mafia” impedisce stabilità e migliore educazione
    Il neo “consigliere speciale” per le Minoranze religiose definisce “povertà educativa e diritto allo studio negato” problematiche “importanti”. Fratello del ministro cattolico ucciso, chiede “stabilità politica, sicurezza economica e pace” per il progresso del Paese. Le scuole che promuovono modelli “deviati” e “violenze” sono “in malafede”.

    14/04/2011 PAKISTAN
    Giornalista musulmano: contro l’estremismo, scuola pubblica sul modello di istituti cristiani
    Aoun Sahi, editorialista di The News International, sottolinea che educazione significa “garantire pari opportunità” nell’accesso a scuole di qualità. La deriva islamica del Paese è “penetrata a fondo”, per questo politica e società civile “devono lavorare per una riforma” dell’istruzione. E l’alleanza con i cristiani “potrebbe compiere dei prodigi”.

    14/04/2011 PAKISTAN
    Arcivescovo di Lahore: ripensare i programmi scolastici, all’insegna della parità di diritti
    Mons. Saldanha invita le scuole a raccogliere gli ideali promossi da Ali Jinnah, fondatore del Pakistan. Tuttavia il governo si è rivelato debole e incapace di migliorare il sistema. Istituti cristiani e musulmani devono migliorare la collaborazione. E auspica più fondi e risorse per le scuole cattoliche, essenziali nel sistema scolastico nazionale.



    In evidenza

    MEDIO ORIENTE - USA
    Gerusalemme capitale, cristiani in Medio oriente contro Trump: distrugge le speranze di pace



    Il patriarcato caldeo critica una scelta che “complica” la situazione e alimenta “conflitti e guerre”. Il card. Raï parla di “decisione distruttiva” che viola le risoluzioni internazionali. Il papa copto Tawadros II cancella l’incontro col vice-presidente Usa Pence. Continua la protesta “rassegnata” dei palestinesi. Attivisti israeliani: gli Usa hanno abdicato al ruolo di mediatori nella regione. 

     


    CINA
    Le false promesse di Xi Jinping e la cacciata della ‘popolazione più bassa’ da Pechino

    Willy Wo-Lap Lam

    Decine di migliaia di migranti e le loro famiglie sono stati espulsi e mandati via dalla capitale. Eppure al recente Congresso del Partito, il presidente Xi ha promesso sostegno e aiuti contro la povertà. Nessuna ricompensa e nessun aiuto legale o caritativo per gli sfollati. Esiste nel Paese un “darwinismo sociale”, che condanna all’emarginazione le classi rurali e fa godere di privilegi e aiuti le classi cittadine. Per gentile concessione della Jamestown Foundation.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®