17 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 22/09/2017, 11.49

    INDONESIA

    Bali, ‘imminente eruzione’ del Monte Agung. Evacuati residenti e turisti

    Mathias Hariyadi

    Attività vulcanica in aumento, allerta a siaga (livello 3). Quattro giorni fa, 427 episodi di tremori vulcanici. L’ultima eruzione nel 1963 causò oltre 1.000 morti. Sulle pendici si trova il Pura Besakih, più importante tempio induista dell’isola.

    Denpasar (AsiaNews) – Le autorità indonesiane hanno disposto l’evacuazione di 1.259 persone a Karangasem, temendo l’imminente eruzione del Monte Agung (foto 2), la vetta più alta nell’isola di Bali. Questa è una delle misure preventive per il piano di emergenza.  Le agenzie governative invitano abitanti e turisti ad evitare qualsiasi attività nei pressi del vulcano e in tutte le aree entro un raggio di 6 km dal suo picco.

    Lo scorso 19 settembre, l’Agenzia nazionale di mitigazione dei disastri (Bnpb) ha dichiarato che il livello di allerta del Monte Agung è salito a siaga (allerta 3), a seguito di un aumento dell'attività vulcanica. Nello stesso giorno, i rilevatori dei vulcanologi indonesiani hanno registrato 427 episodi di tremori vulcanici. “L'epicentro – ha dichiarato un addetto ai rilevamenti – si trova a 2 km dalla superficie e la profondità del magma è di soli 5 km; di conseguenza, tutte le persone devono rimanere vigili”.

    Il Monte Agung, con i suoi 3.142 metri di altezza, è una delle maggiori attrazioni dell’isola di Bali. È credenza delle popolazioni locali che il vulcano, chiamato Gunung Agung, sia una replica del Monte Meru, asse centrale dell’universo. La leggenda narra che il vulcano ne sia un frammento, portato a Bali dai primi induisti. Sulle pendici del vulcano si trova il Pura Besakih (foto 3 e 4), il tempio più importante, più grande e più sacro della religione indù a Bali.

    L’ultima eruzione del Monte Agung è avvenuta nel 1963, quando la lava uscita dal cratere danneggiò diversi villaggi vicini, causando la morte di circa 1.100 persone.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    27/11/2017 15:31:00 INDONESIA
    Bali, cancellati 445 voli per l’eruzione del Monte Agung

    Almeno 5mila passeggeri e turisti alla ricerca di modi alternativi per lasciare l’isola. Le ceneri e i lapilli lanciati fino a 4mila metri di altezza. Diversi villaggi sono stati avvolti dal buio. Nel 1963-64, un’eruzione del Monte Agung ha fatto mille morti.



    28/09/2017 08:39:00 INDONESIA
    Bali si prepara all’eruzione del Monte Agung: 100mila evacuati

    Dal cratere si innalza una colonna di fumo alta 50m. Sempre più frequenti i tremori e le attività laviche del vulcano. Con l’emissione di ceneri nell’atmosfera, a rischio i voli aerei in tutta la regione. Timori per il settore turistico.



    15/05/2006 INDONESIA
    Indonesia: il vulcano Merapi è in eruzione

    Emissioni di gas bollenti e pioggia di cenere dalla vetta di uno dei più pericolosi vulcani nel Paese; molti fuggono, ma c'è ancora chi non si decide a lasciare la propria abitazione.



    12/05/2006 INDONESIA
    Vulcano Merapi, Jakarta ordina l'evacuazione di 17 mila persone

    Per il governo l'eruzione è imminente; il piano incontra la resistenza degli abitanti delle pendici, convinti che riti magici fermeranno la lava, ma anche preoccupati per raccolto e bestiame.



    18/11/2013 INDONESIA
    Java centrale, panico per un'eruzione "inaspettata" del vulcano Merapi
    Si tratta del più attivo e più pericoloso cratere di tutta l'Indonesia: nel 2010 centinaia di persone morirono dopo un'eruzione esplosiva. L'attività, registrata questa mattina, è stata causata da un terremoto di 4,7 gradi Richter. L'eruzione ha toccato quota 2mila metri, ma non ha causato vittime.



    In evidenza

    IRAQ
    Parroco di Amadiya: Avvento fra i profughi di Mosul, la solidarietà più forte delle difficoltà (Foto)



    P. Samir racconta un clima di gioia e di speranza, nonostante la mancanza di risorse e il calo negli aiuti. La lotta per sopravvivenza ha accresciuto il legame di unione fra cristiani e con musulmani e yazidi. Ancora oggi il centro ospita 150 rifugiati, il 70% dipende dalle risorse stanziate dalla Chiesa. Centinaia di giovani all’incontro di preghiera in preparazione al Natale.


    VATICANO-ASIA
    Xenofobia e populismo. Il caso dell’Asia

    Bernardo Cervellera

    Il simposio sul tema, voluto dal Consiglio mondiale delle Chiese (Wcc) e dal Dicastero vaticano per il servizio dello sviluppo umano integrale. Nella crescente ostilità verso gli altri, considerati come nemici e stranieri, tracciare le piste per l’impegno delle Chiese. I “migranti” tema politico importante in Germania e nella Brexit del Regno Unito. Testimonianze dall’America latina e dall’Africa. Esperienze asiatiche affidate al direttore di AsiaNews.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®