26/03/2010, 00.00
MYANMAR – ONU
Invia ad un amico

Ban Ki-moon chiede al regime birmano elezioni credibili

Il segretario generale delle Nazioni Unite “deluso” e “frustrato” per i risultati conseguiti dalla diplomazia Onu. Egli auspica una partecipazione completa al voto di tutti i detenuti politici, in particolare Aung San Suu Kyi. I contrasti in seno all’Onu impediscono azioni più decise contro la dittatura militare.
Yangon (AsiaNews/Agenzie) – Il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon esorta il governo birmano a garantire elezioni “credibili”. Egli aggiunge che quanto è stato fatto sinora dalle autorità in vista del voto è “deludente” e “frustrante”. L’intervento del capo della diplomazia Onu arriva a margine di un incontro con un gruppo di Paesi, che sostiene gli sforzi delle Nazioni Unite per promuovere la democrazia in Myanmar.
 
Il gruppo dei 15 chiede al regime militare di liberare tutti i prigionieri politici – sono oltre 2100 nelle carceri birmane – e in particolar modo la leader dell’opposizione e Nobel per la pace, Aung San Suu Kyi. La recente legge elettorale, promulgata dall’esecutivo, impedisce alla “Signora” di candidarsi e di poter votare.
 
Il gruppo – denominato “Friends of Burma” – auspica inoltre elezioni “trasparenti, inclusive e ad ampia partecipazione popolare”. Tuttavia, i leader dei 15 non nascondono i timori sul voto, sottolineando che vi sono poche probabilità che saranno “giuste e libere”.
 
Ban Ki-moon ha anche spiegato alla leadership militare birmana che “senza una completa partecipazione” dei detenuti politici, in particolare Aung San Suu Kyi, le elezioni “non potranno mai essere considerate credibili”. Egli ha infine confessato “delusione” e “frustrazione” per i progressi irrisori conseguiti dalle Nazioni Unite nei confronti dei generali.
 
Tuttavia, i contrasti in seno al Consiglio di sicurezza Onu impediscono azioni più decise. Se, da un lato, la Gran Bretagna promuove un coinvolgimento maggiore, la Cina oppone un netto rifiuto sottolineando che si tratta di “affari interni” al Myanmar.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Nuovo appello del segretario generale Onu per la liberazione di Aung San Suu Kyi
06/08/2009
Myanmar, i democratici di Aung San Suu Kyi hanno la maggioranza assoluta
13/11/2015
Myanmar, il Paese festeggia la vittoria della Nld ma gli studenti restano in carcere
12/11/2015
Liberati detenuti politici birmani di primo piano
13/01/2012
Mandalay: continua la protesta dei monaci, il governo impone la censura
16/11/2011