05/04/2012, 00.00
ASIA
Invia ad un amico

Borse asiatiche in discesa: timori per il debito europeo, mentre il petrolio si alza

Tokyo, Seoul, Hong Kong perdono almeno l'1%. Anche Shanghai in discesa, a causa delle banche statali, colpite dal "no" al monopolio di Wen Jiabao. La Fed restia a nuove misure di stimolo.

Hong Kong (AsiaNews/Agenzie) - A metà giornata le borse asiatiche sono tutte in negativo, con le azioni al loro livello più basso in un mese. Secondo gli analisti ciò dipende dai dubbi sulle capacità dell'Europa di risolvere la crisi del debito e sulla mancanza di indicazioni di possibili stimoli da parte della Federal Reserve.

Le borse di Tokyo, Seoul e Sydney sono scese dell'1%; Hong Kong, alcuni minuti dopo l'apertura, è scesa dell'1,8%; Shanghai è sceso dello 0,33%. Fra i titoli più negativi vi sono le banche statali, che risentono delle promesse fatte ieri dal premier Wen Jiabao di finirla con il loro monopolio sui prestiti e aprire alle banche private.

Ieri, anche le banche europee hanno avuto profonde cadute, soprattutto a causa di una vendita non molto positiva di buoni del tesoro spagnolo. In più, la Fed ha segnalato che potrebbe non offrire più alcuno stimolo all'economia.

Il petrolio a New York è salito dello 0,7% giungendo a 102 dollari al barile; ieri era sceso del 2,4%, dopo la pubblicazione dei dati sulle riserve del governo Usa, le maggiori dal 2008.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
La vittoria di Obama preoccupa i mercati, ma potenzia il matrimonio gay
07/11/2012
Mercati asiatici giù, ma la "colpa" non è solo dell'Italia
26/02/2013
In discesa le borse dell’Asia dopo i timori per Grecia e Wall Street
07/05/2010
Ben Bernanke ancora a capo della Fed, ma con molti oppositori
29/01/2010
Molti applausi e qualche preoccupazione per la mossa della Fed
17/12/2015