18 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 14/11/2017, 13.48

    SRI LANKA

    Card. Ranjith: preghiere e azioni concrete per la Giornata mondiale dei poveri

    Melani Manel Perera

    La Giornata deve essere osservata con “preghiere speciali e azioni concrete, che mostrino l’impegno dei cristiani per i poveri del Paese”. Sacerdoti, religiosi e laici siano “agenti di trasformazione sociale e santificazione”. “Nella liturgia e nei sermoni [venga ribadito] il nostro impegno verso i poveri, a trattarli con rispetto e dignità, organizzando campagne per aiutare le famiglie povere e altri settori della società afflitta da egoismo”.

    Colombo (AsiaNews) – Il card. Malcolm Ranjith, arcivescovo di Colombo, ha invitato tutte le parrocchie e le istituzioni ecclesiastiche dello Sri Lanka a partecipare alla Giornata mondiale per i poveri, che si celebrerà domenica 19 novembre. Istituita da papa Francesco al termine del Giubileo straordinario della Misericordia, per il cardinale la giornata deve essere osservata con “preghiere speciali e azioni concrete, che mostrino l’impegno dei cristiani per i poveri del Paese”.

    Secondo l’arcivescovo, “l’appello del papa arriva tempestivo, perché persino in Sri Lanka la povertà materiale e spirituale inizia ad affliggere molte famiglie”. La dichiarazione è stata firmata il 9 novembre e pubblicata il 12 su quotidiani ufficiali della Chiesa cattolica in singalese, tamil e inglese. Egli chiede che “nella liturgia e nei sermoni [venga ribadito] il nostro impegno verso i poveri, a trattarli con rispetto e dignità, organizzando campagne per aiutare le famiglie povere e altri settori della società afflitta da egoismo”.

    Il card. Ranjith continua: “In quest’area di globalizzazione economica e culturale, [dove] in tanti sono mossi dalla corsa alla ricchezza, le persone soffrono per gli effetti [negativi] dell’egoismo e sono emarginate e private delle necessità di base per un’esistenza dignitosa. La guerra, il terrorismo, l’estremismo, i rifugiati economici e politici stanno creando una grave privazione. Mentre pochi godono della maggior parte dei benefici delle politiche di libero mercato, tanti sono condannati ad una miserabile povertà”.

    L’arcivescovo chiede a tutti i sacerdoti, religiosi e laici, in particolare a livello parrocchiale, di “essere agenti di trasformazione sociale e santificazione”. Poi invita la Caritas “ad attrezzarsi in azioni di presa di coscienza del nostro popolo [per dare] risposte all’appello [del papa]”. Infine rivolge un invito: “Diventiamo consapevoli dell’importanza della dignità e supremazia dei poveri, perché così comprenderemo il vero significato dell’amore di Dio. È Dio stesso che ci chiede di aiutare i nostri fratelli. È Lui stesso che viene in mezzo a noi nel volto del povero”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    20/04/2016 11:20:00 SRI LANKA
    Card. Ranjith: Nonostante le tentazioni del male, Dio continua a generare vocazioni

    L’arcivescovo di Colombo invia alla comunità cattolica un messaggio per la Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni: “Dobbiamo pregare e sostenere la causa della formazione, in modo da incoraggiare quante più persone possibili a seguire quel cammino”. Il rettore del seminario nazionale: “La vocazione è come un seme, deve essere curato e accolto con amore da chi lo riceve”.



    27/07/2017 11:18:00 BANGLADESH
    Dhaka, sacerdoti studiano come migliorare più stretta collaborazione con i laici

    Dal 24 al 27 luglio si è svolto il seminario della Fraternità dei sacerdoti diocesani del Bangladesh. L’associazione vuole promuovere “rapporti sani” tra religiosi e laici nelle parrocchie. Incentivare la collaborazione per “per accrescere le attività della Chiesa”.



    30/11/2005 INDIA - GIORNATA MONDIALE AIDS
    La Chiesa indiana si impegna a "mantenere le promesse" per la lotta all'Aids

    La Conferenza episcopale promette di potenziare le attività per la preparazione del personale medico, per la sensibilizzazione dei poveri delle zone rurali e contro la discriminazione legata alla malattia.



    22/02/2016 15:10:00 SRI LANKA
    Card. Ranjith: Il dono più grande che abbiamo ricevuto è la Madre benedetta di Lourdes (il video)

    L’arcivescovo di Colombo ha presieduto la cerimonia per il centenario della fondazione della prima chiesa dedicata alla Madonna di Lourdes nel Paese. Dal 1948 la Vergine protegge il Paese come Nostra Signora di Lanka. Circa 3mila fedeli hanno partecipato alla messa e alla processione con la statua della Madonna. Papa Francesco ha inviato un messaggio.



    16/03/2017 14:47:00 SRI LANKA
    Sri Lanka: san Giuseppe Vaz, pioniere del dialogo interreligioso e del valore dei laici

    Il 2017 è l’Anno dedicato all’Apostolo dello Sri Lanka. Di origini indiane, nel 1687 è approdato nell’isola durante la persecuzione dei calvinisti olandesi. A quel tempo non c’erano sacerdoti. Una congregazione religiosa per formare missionari; l’impegno tra i poveri e i malati; la spinta verso il dialogo con le altre denominazioni; la leadership dei laici.





    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®