08/08/2008, 00.00
PALESTINA
Invia ad un amico

Centro palestinese per i diritti umani accusa Hamas di aver torturato attivisti di Fatah

Le violenze sarebbero state inflitte agli uomini arrestati in relazione ad un attentato compiuto il 25 luglio. Il movimento islamico definisce “ingiuste e squilibrate” le accuse.
Gaza (AsiaNews/agenzie) – Maltrattamennti e torture sarebbero stati inflitti dalla polizia di Hamas a centinaia di attivisti di Fatah, arrestati due settimane fa. L’accusa viene dal Palestinian Centre for Human Rights (PCHR), con sede nella Striscia di Gaza, che ha anche denunciato il rifiuto oppposto dai fondamentalisti alla richiesta di far visitare i prigionieri da un avvocato.
 
Hamas, che ha scarcerato 150 prigionieri di Fatah, ma ne tiene in galera ancora 120, atttraverso un suo portavoce, Sami Abu Zuhri ha definito “ingiuste e squilibrate” le accuse del PCHR, in quanto non tengono conto degli arresti di suoi militanti, compiuti per rappresaglia in Cisgiordania dagli uomini di Fatah.
 
La cattura in massa di seguaci di Fatah nella Striscia, controllata da Hamas, è stata motivata con l’accusa di coinvolgimento nell’attentato che il 25 luglio è costato la vita a cinque membri delle Brigate Ezzedin Kassam e ad una bambina. Circa 180 attivisti del movimento fedele al presidente Mahmoud Abbas, in seguito agli scontri hanno trovato rifugio in Israele, che poi ha permesso loro di rifugiarsi in Cisgiordania.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Ratificata la Convenzione Onu contro la tortura. Speranza per i cristiani dell’Orissa
09/04/2010
Gaza, disoccupazione al 46%: la più alta al mondo
14/06/2011
Mahmoud Abbas: non mi candido alle prossime presidenziali dell’Anp
06/11/2009
Dopo tre anni, Israele autorizza l’ingresso di veicoli privati nella striscia di Gaza
20/09/2010
Gaza, morti e feriti: 'Israele incapace di capire il grido del popolo palestinese'
21/04/2018 11:13