17 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 17/09/2009, 00.00

    CINA

    Chiesa protestante distrutta dalla polizia nello Shanxi. Feriti decine di fedeli



    Raid notturno con 400 poliziotti e bulldozer. All’ospedale ai medici è stato proibito di portare soccorso ai feriti. Continua la campagna per l’eliminazione delle comunità protestanti sotterranee. Il video della distruzione

    Pechino (AsiaNews/ChinaAid) – Centinaia di poliziotti hanno distrutto una chiesa protestante e picchiato decine di fedeli nella provincia dello Shanxi. A molti di loro, ricoverati in ospedale, è stato rifiutato ogni aiuto medico su ordine delle forze di polizia. Secondo il governo locale l’edificio non era una chiesa, ma una costruzione illegale. (V. il vedeo: Violent Crackdown to Shanxi Church).

    Questo ennesimo attacco alla libertà religiosa è avvenuto il 13 settembre scorso alle 3 di notte, a Linfeng, nella contea di Fushan. Secondo testimonianze raccolte dalla China Aid Association, durante la notte, almeno 400 poliziotti e persone con una fascia rossa al braccio sono entrate nell’edificio che serviva come cappella, all’interno di una fabbrica di scarpe e vestiti (la Good News Cloth Shoes Factory). Con l’aiuto di due bolldozer hanno iniziato a distruggere la costruzione, mentre i poliziotti usando mattoni e altri utensili hanno cominciato a colpire i fedeli lì presenti, rimasti a dormire nell’edificio in costruzione per evitarne la sua distruzione. In un’ora, almeno 10 persone sono rimaste ferite in modo grave, altre hanno perso conoscenza e sono state portate in ospedale. Secondo testimoni, i medici del pronto soccorso hanno ricevuto dalle autorità l’ordine di ritardare i soccorsi e la proibizione di fare trasfusioni di sangue.

    Le violenze sono durate per ore. I poliziotti hanno abbandonato l’area solo alle prime luci dell’alba, lasciando almeno 100 feriti. L’edificio della cappella e altre costruzioni della fabbrica sono stati ridotti in macerie. Mobili, bibbie, cellulari e soldi dei fedeli sono stati distrutti o rubati. Uno dei fedeli ha commentato che la scena “è peggio del terremoto del Sichuan”.

    In Cina la libertà di culto è permessa solo in edifici e con personale registrato presso il ministero degli affari religiosi. Preghiere e servizi religiosi fatti in luoghi non registrati sono illegali. Ma molti cattolici e protestanti preferiscono questo rischio al controllo asfissiante delle loro attività praticate dalle associazioni patriottiche. Talvolta le comunità protestanti chiedono il riconoscimento alle autorità e il permesso di costruire una chiesa, ma i governi locali glieli rifiutano.

    Dal 2007 è in atto in Cina una campagna contro le comunità protestanti sotterranee che, secondo le stime più sobrie, radunano oltre 50 milioni di fedeli. La campagna prevede o l’assorbimento delle comunità nel Movimento delle tre autonomie, che raccoglie le comunità protestanti ufficiali e controllate dal governo, o la soppressione (v. Documento segreto del Partito per “normalizzare” i cristiani protestanti cinesi).

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    10/01/2018 13:21:00 CINA
    Distrutta una Chiesa non ufficiale a Linfen (Shanxi)

    Alcuni membri della comunità sono agli arresti domiciliari. Nel 2009 era stato arrestato il pastore e sua moglie.



    12/01/2018 08:37:00 CINA
    Linfen: I cristiani hanno pianto vedendo distruggere la loro chiesa (video)

    L’edificio sacro era stato costruito con il contributo dei circa 60mila fedeli ed era costato 7 milioni di yuan. L’opera di distruzione è stata eseguita usando dinamite e bulldozer. Chiese non ufficiali e chiese ufficiali subiscono la stessa sorte.



    05/01/2018 12:34:00 CINA
    Il Consiglio mondiale delle Chiese visita i protestanti in Cina (ma solo quelli ufficiali)

    La delegazione ecumenica sarà nel Paese dal 7 al 16 gennaio. Previsti incontri con le autorità dell’Ufficio affari religiosi e con il Movimento delle tre autonomie; predicazioni nelle più antiche chiese protestanti di Pechino; visite a Shanghai e a Xian. Ma i cristiani non ufficiali (80 milioni) sono più numerosi di quelli ufficiali (20 milioni) e criticano la sudditanza del Movimento al Partito.



    28/10/2015 CINA
    Pechino, tornano gli arresti contro i cristiani della chiesa di Shouwang
    La congregazione protestante è costretta da anni a incontrarsi e celebrare le proprie funzioni all’aperto. Il governo non vuole riconoscerla e impedisce loro l’affitto o l’acquisto di una struttura dove poter pregare. I quattro fedeli arrestati rimarranno in carcere per 10 giorni: hanno “disturbato l’ordine sociale”.

    04/07/2014 CINA
    Cina, pastore protestante condannato a 12 anni: si è opposto al furto delle terre della chiesa
    Zhang Shaojie era stato arrestato insieme ad altri 20 fedeli della chiesa cristiana ufficiale di Nanle nel novembre del 2013, e da allora era sparito nel nulla. Ufficialmente, il tribunale lo ha condannato per "frode" e "assembramento illegale". Il suo avvocato denuncia: "Accuse false e fabbricate a tavolino".



    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®